BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brembilla scatenato: “Voglio la quinta Olimpiade”

Il 32enne bergamasco al lavoro per Londra 2012: "Sono pochi gli atleti che possono vantare un record di questo tipo".

Più informazioni su

La quinta Olimpiade consecutiva. E’ questo l’obiettivo di Emiliano Brembilla che dopo l’esclusione dai Mondiali di Shanghai è tornato in vasca sempre più determinato. Il nuotatore bergamasco, atleta dell’Elite Team Arena e tesserato per l’Ispra Swim Planet, è appena rientrato dal Centro Federale di Ostia dove ha partecipato al primo collegiale della Nazionale in preparazione di Londra 2012 (25 luglio – 12 agosto).
“Qualificarmi per la mia quinta olimpiade consecutiva sarebbe un traguardo straordinario – dice Emiliano Brembilla -. Nel nuoto sono davvero in pochi gli atleti a poter vantare un record di questo tipo”. Considerato il padre del nuoto moderno, visto che insieme a Massimiliano Rosolino alla fine degli anni ‘90 hanno dato il via ad decennio di successi, vanta un’esperienza che può diventare davvero un contributo prezioso soprattutto per la staffetta.
“Il mio obiettivo è qualificarmi per la staffetta 4 x 200 m stile libero, non sarà facile ma il percorso è ancora lungo anche se poi il tempo scorre velocemente”.
Dunque la preparazione del 32enne nuotatore bergamasco, da qui in poi, sarà finalizzata esclusivamente al raggiungimento della miglior forma entro marzo quando si giocherà la qualificazione per le Olimpiadi ai Campionati Italiani Assoluti Primaverili di Nuoto a Riccione (16 – 20 marzo).
“Il primo collegiale di Ostia è servito in particolar modo per ritrovare la sensibilità con l’acqua e recuperare la condizione fisica – spiega il nuotatore azzurro -, si perdono facilmente anche dopo brevi vacanze. Successivamente ci concentreremo sulla tecnica e dai primi di febbraio sul ritmo della gara. Dopo l’esclusione dai Mondiali poi sto curando molto le virate utilizzando le riprese subacquee. Del resto a 32 anni è difficile correggere certi difetti tecnici”.
A dicembre i nuotatori nella cerchia della Nazionale saranno chiamati ad un doppio impegno, i Campionati Europei di vasca corta in Polonia (8-11) e i Campionati Italiani Assoluti Invernali a Novara (17-18); per molti atleti rappresenteranno le tappe intermedie prima del rush finale di marzo.
“Saranno due competizioni di passaggio in preparazione della qualificazione – conclude Brembilla – Purtroppo un nuotatore non può pretendere di essere costantemente al massimo della forma durante l’arco di una stagione. E’ necessario fare delle scelte. Gli Europei e gli Assoluti Invernali dunque saranno due buoni test; punterò più sul riscontro chilometrico che sul tempo”.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maurizio(falso)

    Grandissimo atleta, di quelli scolpiti nel granito.

  2. Scritto da AC OS

    Almeno correggiamo il cognome nel titolo di questo articolo dedicato al grandissimo campione bergamasco!

  3. Scritto da shark

    Si chiama Brembilla, non Brambilla