BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sentierone, il Comune: metteremo tendoni pi?? eleganti

Dopo il suiccesso di pubblico di Mercatanti il sindaco e la Giunta fanno il punto della situazione: "Con un contributo ministeriale acquisteremo stand pi?? uniformi ed eleganti".

Più informazioni su

Al termine della manifestazione “Mercatanti in Fiera”, che ha visto la partecipazione di ben 130.000 persone e indici di gradimento altissimi, ma ha anche registrato la protesta di alcuni commercianti di via XX Settembre, il Comune di Bergamo vuole fare il punto della situazione.
“Rendere la Città “più viva e quindi più sicura” – si legge in un comunicato stampa – è un impegno che questa Amministrazione si è posta e che è stato approvato dal Consiglio comunale in occasione della votazione delle linee programmatiche di mandato. L’Assessorato alle Attività Produttive si è impegnato a seguire tutte le istanze pervenute, senza distinzioni né di aree, nè di settore di attività, commercianti, ambulanti, artigiani ecc., perché tutti hanno il medesimo importante valore. Ciò però ricordando sempre i preminenti interessi dei cittadini, operando in un equilibrio a volte non facile, senza mai dimenticare che il suolo pubblico è di tutti”.
Per quanto riguarda in particolare il Sentierone, la Giunta comunale si dice “ben consapevole della necessità di un corretto equilibrio tra i vari legittimi interessi. Per tale motivo: è stato ridotto, in adempimento anche ad un impegno assunto con i commercianti del Centro, il numero delle manifestazioni sul Sentierone; nei primi nove mesi del 2011 sono state 16 (13 grandi e 3 piccole) contro le 29 (22 grandi e 7 piccole) dell’identico periodo dell’anno precedente; con un calo dunque del 45%; è stato deciso in via di massima di non concedere nuove autorizzazioni in aggiunta a quelle degli anni precedenti; è stata cercata e ottenuta la massima collaborazione con le Associazioni di categoria, che in molti casi sono promotrici – e quindi garanti della qualità – delle manifestazioni; è stato favorito, in alternativa, anche con tariffe agevolate, l’utilizzo di altri luoghi della Città, quali il Piazzale degli Alpini, Piazza della Libertà, Piazza Pontida, Piazzale della Malpensata, Piazzale dello Stadio”.
Ma sempre sulla questione dell’utilizzo del Sentierone l’Amministrazione comunale annuncia di “voler rendere le manifestazioni più belle ed eleganti. A tal fine il Comune ha ottenuto un significativo contributo ministeriale, grazie al quale sarà possibile acquistare, d’intesa con le Associazioni di categoria, tendoni uniformi ed eleganti da noleggiare agli espositori. In conclusione, nel ribadire la necessità di un giusto equilibrio, affermiamo la precisa volontà dell’Amministrazione di confermare le manifestazioni culturali, sportive e commerciali che rendono la Città più viva. Splendido esempio sono state le serate di “Vivi Bergamo il giovedì”, dove i commercianti sono stati protagonisti, ma anche questa decima edizione di Mercatanti”.
Questi i principali contenuti del comunicato firmato dal sindaco Franco Tentorio, dall’assessore alle Attività Produttive Enrica Foppa Pedretti e dal consigliere comunale incaricato Lorenzo Carminati. “Siamo anche convinti che una maggiore presenza della gente può essere occasione di lavoro anche per i commercianti tradizionali e i bar, specie se sapranno – come molti hanno fatto – non tenere chiusi i negozi in queste domeniche e offrire proposte interessanti e innovative. Abbiamo peraltro sempre ben presente l’importanza della proposta commerciale del Centro della città, la cui qualità ed elegante esposizione viene rigorosamente mantenuta nel tempo dagli stessi esercenti. Valori importanti che portano a tenere alto il profilo dell’offerta e qualificare ancor di più la bellezza e l’importanza storica del cuore di Bergamo e la capacità attrattiva dello stesso. Continueremo comunque il nostro confronto con le Associazioni di categoria, con le Associazioni di Via e con gruppi di commercianti, che possono sempre proporre un confronto costruttivo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da DP

    Coerenza serve coerenza.
    https://www.bergamonews.it/politica/articolo.php?id=13968

  2. Scritto da sentierone

    siamo al paradosso……..un comune che ha perso il contatto con la realtà……..

  3. Scritto da RESIDENTI ESASPERATI

    Sindaco ci sono anche i residenti! Non solo i commercianti sono esasperati e disperati. Vorremmo che anche noi fossimo interpellati sulle iniziative o dobbiamo sperare solo che alle prossime elezioni lei no venga piu’ eletto?

  4. Scritto da Paolo

    Politici, adesso avete bisogno di “vivacizzare” artificialmente il centro della città, perchè l’avete ucciso facendo scappare i residenti rendendolo invivibile e trasformando Bergamo in città finta per “city users” (puah!) che pranzano con il gelato da passeggio! Ed ora il rimedio è peggiore del male: a parte i Mercatanti (bellissimi!) ancora un utilizzo del centro non per i residenti (tra l’altro i vostri potenziali elettori!), ma per frequentatori di luna park! Mai vista una città ridotta così

  5. Scritto da Stefano

    con diversi edifici pubblici che aspettano di essere recuperati dal degrado,
    Istituzioni culturali sacrificate nell’assoluta indifferenza,
    investire in tende e bancarelle “pubbliche” eleganti mi sembra l’ennesima sciocchezza di questa Amministrazione

  6. Scritto da ex elettore centro destra

    Ha ragione Paolo (4). Il problema non è l’estetica è il concetto. La politica del commercio di Bergamo fino ad adesso è solo di immagine di folle frequentanti il centro, non si calcola il disagio e il vero impatto sulla qualità commerciale. Attendiamo ancora il mantenimento delle promesse elettorali. Dove è il rilancio della città, della sua vivibilità sia in senso commerciale che di traffico. Alla prova dei fatti ci avete rubato il voto.

  7. Scritto da Ste

    Io trovo che Bergamo sia molto meglio di qualche anno fa: si sta cercando di renderla una città più viva ed ora l’intento è quello di creare iniziative di qualità. Il gradimento della gente è eloquente se si guarda l”affluenza..i residenti del centro sono capaci solo di lamentarsi anzichè godersi queste iniziative

  8. Scritto da e

    Mi piacerebbe che le regole e le leggi in tema di commercio fossero fatte rispettare.
    Sarebbe già tanto.
    Se no, siamo ai soliti furbi….
    e i soliti fessi.

  9. Scritto da R.p.

    Rocco, chi vuole fare una passeggiata o un giro in bici e’ liberissimo di farlo..se in così tanti vanno per bancarelle evidentemente e’ perché le preferiscono. Il successo di queste iniziative comunque e’ innegabile visto quanta gente c’era in centro lo scorso weekend

  10. Scritto da sentierone

    @ ste: abito in centro,sono sempre stato svorevole alle iniziative che portano gente in strada ma credo che si debbano fare delle valutazioni su modi e opportunità: fai le bancarelle?ok,ma fai anche per quei giorni una politica di potenziamento dei servizi pubblici….
    vuoi fare le bancarelle?ma perchè non valoriziamo i prodotti del nostro territorio?

  11. Scritto da JJ

    bene migliorare l’ estetica dei tendoni, serviva.
    però ribadisco che piazzale alpini è la location ideale per queste manifestazioni, è anche più vicina ai mezzi pubblici.
    io abito in semicentro e doemnica ci ho messo una vita ad allontanarmi da casa in auto per tutto l’ ingorgo che c’ era. quando ci sono questi eventi potenziate i mezzi e chiudete alle auto più in periferia

  12. Scritto da laura

    La presenza delle bancarelle in centro città è fin troppo frequente: anzichè il centro di una città elegante sembra un paesotto di provincia quando c’è il luna park!credo che possano essere scelte localizzazioni più idonee per le bancarelle dei mercatanti (ad es. il piazzale degli alpini). Se il comune crede di dare un “contentino” ai cittadini con le bancarelle anzichè dare attuazione alle promesse elettorali che implicano i veri costi e sacrifici di un’amministrazione si sbaglia di grosso!

  13. Scritto da e io pago

    i contributi dei ministeri sono sempre soldi nostri e sono soldi buttati via o elargiti agli interessi dei commercianti, categoria tra l’altro, con il più alto numero di evasori
    PS io lavoro in un commercio all’ingrosso e posso garantirvi che la parola fattura è come l’aglio per dracula

  14. Scritto da un po' di fantasia

    Appoggio in pieno gli scriventi 4, 5, 6, 10. Aggiungo: basta con l’offerta delle solite bancarelle!!! Si vuole vivacizzare il centro? Perchè non pensare a proposte alternative come potrebbe essere per esempio il Teatro di strada????

  15. Scritto da Rocco

    Questa moda del caos ad ogni weekend non piace sicuramente a tutti i residenti della città.Abbiamo auto provenienti dalla provincia che ci invadono con rumore e smog x tutta la settimana.Non sarebbe meglio se durante i weekend i cittadini di Bergamo potessero godersi 1 passeggiata, 1giro in bici con i propri figli, un po’ di relax? O dobbiamo sempre essere invasi da auto e gente a cui di bergamo non interessa niente ma viene qui solo per far baldoria? Avanti così e la città si svuoterà.

  16. Scritto da Gloria

    Io abito alla Malpensata e quando ci sono queste manifestazioni (mercatanti o altro) purtroppo assisto sconsolata all’aggressione, sì proprio un’aggressione, di auto in perpetua coda in cerca di un parcheggio. Noi residenti non possiamo più nemmeno uscire di casa per lo smog che si respira e per la paura di rimanere bloccati dal traffico.Auto parcheggiate sui marciapiedi, fracassoni da ogni dove ci fanno vivere delle domeniche infernali.Lasciateci vivere la nostra città almeno la domenica!Grazie

  17. Scritto da w l'italia

    invece di usare soldi pubblici, se proprio volete, i tendoni fateli pagare agli ambulanti. I soldi pubblici spendeteli per le scuole, per i servizi sociali, e non per le bancarelle.