BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sacbo prepara un piano di mitigazione ambientale

Individuati gli edifici anche privati per fare interventi sugli infissi. Le schede in settimana alle Amministrazioni locali.

Con un comunicato stampa Sacbo, la società di gestione dell’aeroporto "Il Caravaggio" di Orio al Serio, rende noto che il "Consiglio di Amministrazione ha conferito mandato al presidente Miro Radici e al consigliere delegato Andrea Mentasti di sviluppare un piano di mitigazione ambientale, in sintonia con il decreto di Valutazione di Impatto Ambientale e la zonizzazione acustica aeroportuale, che preveda adeguati interventi da realizzare a breve e medio termine, definiti sulla base di appropriate indagini conoscitive e analisi tecniche eseguite da enti specializzati dando continuità a quanto svolto negli ultimi anni".
"L’obiettivo – secondo Sacbo – è condurre un’azione progressiva, mirata ad armonizzare lo sviluppo e l’attività dello scalo con le esigenze di compatibilità e sostenibilità ambientale, fornendo risposte contestuali a quanto emergerà dai riscontri tecnici. Tale obiettivo è appoggiato in modo unanime dagli azionisti bergamaschi all’interno del Patto di Sindacato, riunitosi in data odierna".
Nel corso della settimana corrente saranno consegnate alle Amministrazioni locali coinvolte le schede descrittive degli interventi sugli infissi di edifici residenziali e abitazioni private individuati nell’ambito del Protocollo d’intesa stipulato tra Regione Lombardia, Provincia di Bergamo e Sacbo. Le schede verranno inviate, da parte dei rispettivi Comuni, ai proprietari delle singole abitazioni per ottenere il nulla osta a procedere ai lavori di mitigazione.
"Allo scopo di illustrare forme e tipologie di intervento, e in un’ottica di condivisione delle scelte finalizzate alla sostenibilità ambientale, Sacbo intende promuove tra fine 2011 e inizio 2012 un incontro con Amministrazioni ed Enti locali direttamente coinvolti, unitamente alle Parti Sociali, da cui possa emergere un costruttivo confronto e una chiara visione dei contenuti del piano di mitigazione ambientale, finalizzato al rispetto delle reciproche esigenze di aeroporto e cittadini".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Stefano

    ad essere sinceri giusto ieri sera c’è stato ancora più rumore del solito …

  2. Scritto da forza Orio

    @7

    corrisponde a 250 personaggi in cerca d’autore in piazza a far ridere tutta Orio

  3. Scritto da alfredo

    come al solito dopo la protesta democratica dei cittadini, ecco che si svegliano quelli che hanno dormito in tutti questi anni e non hanno mai preso posizione contro il rumore ed inquinamentoatmosferico dovuto all’ attività aeroportuale : bisogna rivedere il PSA r relativo VIA eapplicare la VAS, per quanto riguarda i contributi SACBo sono sempre stati elargiti , provate a legger l’ accordo stipulato tra SACBO – Provinca e Regione.

  4. Scritto da giudi

    Ho visto l’intervista di video bergamo del vice sindaco della città. Lo stesso vice sindaco da me interpellato durante una pausa del Consiglio Comunale di dicembre con cui si è bocciato il limite ai voli mi rispose che a Colognola non esisteva il rumore perchè, pur non essendoci mai stato, aveva visto le mappe acustiche e che quindi la nostra protesta non serviva. Ora dice che i cittadini devono essere risarciti dai danni. Bella coerenza!

  5. Scritto da matematico

    @7 se i componenti dei “comitatoni” non sono 4, quanti sono ? MA DATE I NUMERI UNA VOLTA PER TUTTE perchè a vedere le foto siete ben pochi

  6. Scritto da usiamo il cervello

    Ma credono davvero di cavarsela con un po’ di aria fritta…
    Perchè non rispondono alle precise osservazioni dei Comitati:
    – violazione del divieto di voli notturni
    – mancanza del piano di Rischio esterno all’aeroporto con interventi di simulazione di Protezione Civile che dovevano svolgersi già dall’autunno 2007
    – superamento di tutti i limiti previsti dal VIA (n. persone esposte, unità di traffico, movimenti ecc.)
    Si blocchino i nuovi slot e si cominci a ragionare sul disastro esistente.

  7. Scritto da damiano

    non è onesto uscire ora con questa roba…ma ci siamo abituati…mandato all’unanimità?quei soldi (2milioni) sono lì dal 2008, è un bando vecchio che riguarda poche abitazioni e non c’entra nulla con la nuova zonizzazione acustica.
    Comunque la gente non è stupida e non si farà prendere per i fondelli. lorsignori quindi evitino di provarci

  8. Scritto da Lui

    I dirigenti della Sacbo come sempre dimostrano di essere degli eccellenti comici!!!

  9. Scritto da lillo

    orio nn si tocca

  10. Scritto da greg

    Lillo i diritti personali NON si toccano! tuo Greg

  11. Scritto da titobani

    non rispondono ai comitati. Certo. Mica rispondono a te!
    Siete in 4 gatti e volete dettar legge. Andate a protestare in Cina se avete coraggio.

  12. Scritto da M.E.

    @6 :già il numero dei comitati non corrisponde a 4 gatti.
    per quanto riguarda la mitigazione ambientale chiedete ai residenti di ORIO cosa fino ad ora hanno ricevuto da SACBO nonostante i grandi guadagni dello scalo .

  13. Scritto da giobatta

    perche’ non incominciano a controllare che gli aerei rispettino le rotte? a stezzano, ad esempio, invece che volare sopra l’autostrada li vedo sopra le case molto spesso

  14. Scritto da ahah

    Chiedi al comune di Stezzano che ha fatto spostare le case sull’autostrada…Bastaaaaa !!!