BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Quale futuro per il castello Colleoni di Solza?”

Pubblichiamo il comunicato dell'associazione Lunanuova in merito alla gestione del castello di Solza, realt?? importante nell'Isola per associazioni ed eventi.

Pubblichiamo il comunicato dell’associazione Lunanuova in merito alla gestione del castello di Solza, realtà importante nell’Isola per associazioni ed eventi.

Il 30 settembre 2011 scade la convenzione che dava in gestione il Castello Colleoni di Solza allʼassociazione Lunanuova, associazione socioculturale di giovani volontari a cui erano state affidate la biblioteca-mediateca (al piano superiore dellʼedificio medievale), la ludoteca del paese e il piccolo bar a piano terra. Il punto caffetteria, un complesso di due stanze con un lungo bancone nero, inizialmente pensato per offrire un servizio di ristorazione a livello comunale, è poi diventato, attraverso il lavoro di cinque anni, un vero e proprio centro culturale in fermento, dove, grazie a una serie di collaborazioni e allʼimpegno dellʼassociazione, venivano ospitati ogni settimana, da ottobre a maggio, concerti marchiati Neverland (nome che, per chiunque segua la musica indie italiana, certo suona familiare), aperitivi jazz, mostre, spettacoli teatrali e una serie di corsi, da quello di italiano per stranieri (gratuito), a quello di spagnolo, dalle lezioni di caseificazione in collaborazione con lʼagriturismo Prati Parini, al cucito e al teatro,… solo per citare alcune delle iniziative dellʼultimo anno, senza tuttavia voler dimenticare il premio letterario Baghetta, ospitato per ben due anni tra le mura del Castello. Se però, dopo aver letto queste prime righe, avete pensato di farci un giro, fermatevi! Sì, perché “il Castello” non esiste più. Non che, notte tempo, le mura che diedero i natali a Bartolomeo Colleoni nel 1395, siano cadute, no… Semplicemente, ad oggi, scaduta la convenzione che permetteva ai volontari di Lunanuova di gestire e organizzare tutto questo il Comune non ha voluto rispondere alle numerose richieste dʼincontro avanzate dai volontari per chiarire la loro posizione e pensare a una soluzione futura. Senza risposte, senza la possibilità di pianificare gli eventi per il nuovo anno, senza più il diritto di permanenza nella struttura, lʼassociazione Lunanuova si vede costretta a interrompere ogni tipo di attività, a sgomberare i locali e a veder fallire i progetti per il nuovo anno, il tutto senza che nemmeno la lettera consegnata in comune per comunicare lʼinevitabile chiusura, smuova la cortina di silenzio e vaghezza alzata dalla giunta.
Lʼennesimo centro di aggregazione giovanile chiude, lʼimpegno dei volontari che in questi cinque anni si sono adoperati per la riuscita degli eventi e per offrire un luogo che non fosse solo divertimento, ma proponesse cultura a costo zero per lʼutenza,(una cultura facilmente fruibile e di cui si sente sempre più bisogno, non solo sul territorio bergamasco), riceve come unico ringraziamento il silenzio, un silenzio che apre però mille domande.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Daniele

    La gestione di un castello spetta ad altri?! E a chi?
    A una società privata che ne faccia un bar di grido dove le consumazioni sono costose, e quindi riservato a pochi? Non ce ne sono già a sufficienza nell’isola di postacci del genere?

  2. Scritto da tazzo

    citta.. dino se non capisci l’italiano probabilmente non sai nemmeno cosa hai votato. Chi ha detto che si scioglie? Si dice che è stata tolta la gestione del castello ai VOLONTARI di lunanuova,ok spetterà ad altri ma non sappiamo che alternative ci sono. E non sappiamo i MOTIVI di questo culturicidio.

  3. Scritto da Lumbard

    Si potrebbe farne un capannone con scritto “vendesi” , ormai fanno parte integrante del paesaggio bergamasco.

  4. Scritto da citta....dino

    Ma l’associazione si scioglie?
    Cioè un’associazione dovrebbe proporre le proprie idee, progetti. la gestione di un castello spetta ad altri. O sbaglio?
    Non li ho votati ma credo che in questo caso l’amministrazione ha fatto bene.

  5. Scritto da Morgy

    A volte (anzi spesso) certe decisioni o certe “politiche” non si capiscono e non si comprendono, ma credo ci siano sempre un pò di comportamenti sbagliati sia da una parte che dall’altra….non sto parlando di questa realtà specifica ma in generale; purtroppo l’esperienza maturata in diversi anni di aggregazione giovanile mi hanno portato a capire questo. i nostri nonni dicevamo “La croce si fa in due”…..AVEVANO RAGIONE!!!

  6. Scritto da chissapoiperchè

    Fruitrice ormai da anni degli eventi offerti gratuitamente dall’associazione Lunanuova e Neverland, mi sento derubata dalla giunta di Solza.
    Evidentemente l’autolesionismo impera in questa giunta. Perché proprio non capisco cosa li spinga a fuggire la cultura.

  7. Scritto da crocedelizia

    meglio vedere giovani omologarsi in squallidi locali che non offrono altro che la possibilità di sfilare con accessori costosi e spendere quattrini per sbronzarsi…rivogliamo alternative rivogliamo realtà come questa.