BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mercatanti, griglie calde anche la mattina Il successo batte le polemiche

Tra le polemiche, ad esempio la lettera dei negozianti del centro contro l'evento, le bancarelle dimostrano ancora di saper fare il pienone in centro.

Più informazioni su

Sono le 11 di domenica mattina e c’è già qualcuno che strappa ad una bancarella un wurstel con crauti, con o senza panino. C’è folla al banchetto dei bastoncini di liquirizia e altri dolci genuini, c’è un fiume di gente dalla chiesa di San Bartolomeo fino a piazza Matteotti. E’ il successo di Mercatanti 2011, la fiera di bancarelle d’ogni tipo arrivate da tutta Europa, che ogni anno a ottobre scalda i palati con stand dall’aria germanica che si trovano facilmente ad ogni angolo (con la vista o con il fiuto). E’ in questa domenica mattina, 9 ottobre, che Mercatanti dà la sua risposta alle polemiche, alle critiche dei negozianti del centro che si ritrovano ad assistere a quel fiume di gente interessato spesso alle bancarelle e poco alle vetrine. Ma sarà davvero così? 

Per i nostri lettori Mercatanti è una manifestazione positiva, da ripetere? O no?

Vota il sondaggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da RESIDENTI ESASPERATI

    Che piaccia o meno, sono opinioni. Bisogna considerare le implicazioni che le manifestazioni comportano. AI residenti i MERCATANTI oltre i soliti problemi e limitazioni alla circolazione, hanno portato esalazioni puzzolenti per 3 giorni, odori di fritto, grigliata e paella.
    Propongo quindi di organizzare tutte le manifestazioni itineranti, oggi in centro l’anno dopo in altro quartiere come monterosso, longuelo ecc ecc. Vedrete il piacere e il malumore crescera’!!!

  2. Scritto da andrea

    Residenti esasperati???? di cosa??? le bancarelle erano in via XX settembre dove ci sono 1000 negozi e 4 abitazioni civili…forse…erano davanti al teatro dove oltre a bar e negozi non ‘c’e’ nulla…se per esasperarvi basta chiudere 2 vie quasi completamente prive di abitazioni…calma e nervi saldi… l’unica critica che si puo’ fare è di non ammassarle tutte cosi’ insieme ma di distribuirle meglio anche..per il resto.. una piacevole camminata!

  3. Scritto da siso

    Sarebbe bellissiomo continuare la cosa. Facendone di più diminuirebbe la ressa, ma solo con prodotti selezionati di qualità, se no meglio smettere Infatti c’erano solo prodotti di pessima qualità, piatti che non rispettavano le caratteristiche proprie (soprattutto per i mpiatti stranieri).

  4. Scritto da BB

    Ora i commercianti/artigiani si lamentano della concorrenza ma ricordo che con l’arrivo dell’euro i prezzi sono schizzati al doppio di quello che erano, raddoppiando anche i guadagni, a danno di coloro che avevano uno stipendio fisso che non avevano alternative; ora, con la crisi, la gente non ha da spendere e gli ambulanti permettono qualche acquisto un pò più economico. Forse questa disaffezione verso i commercianti locali e questa competizione con gli ambulanti ha radici lontane.

  5. Scritto da stefano rossi

    Sono tutte cose belle ma almeno che si facciano rispettare le regole sabato sera ho impiegato due ore ad entrare in casa perche dei maleducati avevano parcheggiato sul cancello senza considerare tutti i posti residenti occupati da chi residente non era ma i vigili dove sono?? se si organizzano certi eventi va bene ma forse sarebbe meglio obbligare chi non e’ residente a parcheggiare fuori ed entrare con mezzi pubblici o biciclette!!!!!!

  6. Scritto da combattiamo l'evasione?

    Ma il comune non dovrebbe collaborare per l’evasione fiscale? Venerdi sera ho notato che le bancarelle alimentari per i prodotti venduti di scarsa qualità ed a prezzi spropositati non emettevano scontrini fiscali, sono esentate? ed il personale? tutti in “nero”, credo che i commercianti abbiano ragione a lamentarsi!

  7. Scritto da Bergamasco DOC

    E’ tra le più belle manifestazioni di Bergamo. Certamente il comune dovrebbe limitare le manifestazioni domenicali. Oramai Bergamo sembra un paesotto dove ogni domenica sul Sentierone c’è puzza di panini e carne ala griglia. Il Sentierone deve essere il salotto di Bergamo. Quindi si Mercatanti ma meno bancarelle durante l’anno.

  8. Scritto da gg

    è tra le più belle manifestazioni??? allora siamo messi male…bastano 2 bandierine estere e a bergamo sono tutti esaltati…

    se costasse tutto il 50%

  9. Scritto da carlo salvioni

    Vorrrei tornare alle poche invasioni di bancarelle sul Sentierone come avveniva qualche anno fa : per le ricorrenze di S. Alessandro, S. Lucia, Carnevale e forse qualche altra ancora. Ma allora eravamo cittadini, oggi solo consumatori.

  10. Scritto da yauuuuuuuuuuuuuuuu

    per me possono farne anche 1000 all’anno non m’interessano e sono convinto che servono solo ai commerciani per fare soldi ( ma poi pagheranno le tasse ) servono a quelli che non hanno nulla di meglio da fare che andare pascolare in centro per poter dire ….c’ero anch’io

  11. Scritto da Maria Antoinette

    Qualità del cibo spesso pessima (il pita gyros greco fatto con prodotti sott’aceto, il panino israeliano con la carne allo spiedo fredda etc): per chi viaggia e conosce realmente come si mangia all’estero, queste bancarelle sono una barzelletta a caro prezzo. Abbiamo kebab più buoni e meno cari a Bergamo senza la presa in giro dell’internazionalità. Puntare alla qualità piuttosto che alla quantità, la prossima volta!

  12. Scritto da franca perletti

    sono appena tornata dai mercatini sul sentierone…mi spiace x chi critica solo ( forse è tra quelli che hanno votato no) ma si respirava un’aria veramente bella, di vacanza, di voglia di stare insieme. per quanto riguarda i cibi …io è due giorni che mangio di tutto e un pò …con molto gusto! non si vive solo di polenta e salame ( anche se sOno buonissimi !) DA RIPETERE CERTAMENTE!

  13. Scritto da vale

    pretestuose le lamentele dei commercianti, le hanno fatte anche a Brescia settimana scorsa e nessuno ha detto nulla. i commercianti sfidino queste bancarelle a colpi di qualita’ e/o di prezzi

  14. Scritto da concorde alle bancarelle

    non concordo con le critiche di n. 2-3-4…ho 23 anni e non vado mai in centro..faccio l’eccezione solo per le bancarelle come quelle di questi giorni…sul fatto dei prezzi e la qualità concordo, ma è sufficiente fare come me e non comprare!!sono comunque belle iniziative, anche solo per assaporare una zona di bergamo che il resto dell’anno è morta(non che le altre zone siano vive, ben inteso..)..

  15. Scritto da cv

    Concordo in pieno con 4. Queste manifestazioni creano solo dei picchi di afflusso paragonabili alle “movide” e agli “alpini”. lo spirito della città comunque non cambia. Non si rende una città più “viva” solo con eventi straordinari. E’ l’ordinario che deve cambiare. Più locali e più strade chiuse al traffico in maniera definitiva. Fate un giro per l’Europa per farvi un idea…….