BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Pi?? aria, meno Orio” Decolla la protesta contro l’aeroporto fotogallery

Un migliaio di persone ha sfilato per le vie del centro della citt?? per manifestare contro uno sviluppo incontrollato dello scalo di Orio al Serio.

Più informazioni su

 Tutti a piedi. Tutti a terra. Scendono anche dalle biciclette e si infilano cartelloni per protestare e chiedere attenzione. Comitati di quartiere, comitati aeroporto Orio, gruppi di cittadini, Legambiente. Tutti chiedono che l’aeroporto di Bergamo sia a misura del territorio. Tutti chiedono che quello scalo così a ridosso della città, il quarto per importanza a livello nazionale per movimento passeggeri, il terzo in Italia per traffico merci, ripetti le leggi.
Difficile? Ci provano con una protesta pacifica. Un serpentone che si snoda partendo dal piazzale della Malpensata per le vie del centro fino a raggiungere la sede della Prefettura in via Tasso. Unica colonna sonora un rombo di aereo che decolla, quel rombo che non li abbandona mai. A dirigere gli stacchetti sonori la regista televisiva di Striscia la Notizia, Silvia Arzuffi. In corteo, un migliaio per gli organizzatori, 450 per la Questura, si notano le assenze eccellenti della politica. C’è solamente il consigliere regionale dell’Italia del Valori, Gabriele Sola, c’è Elena Carnevali, capogruppo Pd in Consiglio comunale a Bergamo. Tra la folla anche il segretario della Cgil di Bergamo Luigi Bresciani. Assenti i sindaci dei paesi vicini all’aeroporto che non hanno voluto imbarcarsi in questa protesta.
A fianco di Legambiente il comitato aeroportuale di Bergamo (Colognola Campagnola e Malpensata), il Comitato di Cassinone, rappresentante di Bagnatica e Seriate, e i Comitati di Azzano, Orio al Serio, Stezzano, Lovate e Grassobbio.
"Eppure Orio al Serio sta scoppiando – evidenzia Dario Balotta, responsabile trasporti di Legambiente Lombardia – con 220 voli al giorno, 120mila vetture che sfrecciano sull’A4, 12mila vetture per Oriocenter. Numeri che dimostrano come l’inquinamento di Orio sia l’inquinamento dell’intera città. Non si chiede la chiusura dello scalo Orio al Serio, prezioso motore per l’economia. Chiediamo uno studio serio delle polveri sottili e dell’inquinamento acustico. Una volta rilevati potremo studiare le misure per garantire uno sviluppo ad Orio e una vita sana e serena a chi vive vicino all’aeroporto".
"Con questa manifestazione chiediamo solamente di essere ascoltati come cittadini – afferma Gabriele Sola, il consigliere regionale dell’Idv -. In Regione c’è lo strumento delle audizioni per ascolare le istanze dei cittadini. Ho già presentato due richieste, ne ho sottoscritta una terza perché i comitati dei cittadini dell’aeroporto vengano ascolati e poi tutelati. Nessuno mette in dubbio la valenza strategica di Orio al Serio, ma credo che molti parametri previsti dalle leggi vigenti siano ogni giorno superati. Non manifestiamo perché ci venga concesso qualcosa, ma perché vengano rispettate le leggi. Chiediamo inoltre uno studio epidemologico per capire quali incidenze ha sulla salute questo sviluppo non controllato dell’aeroporto di Orio al Serio".
Cartelli, manifesti, striscioni. Il sabato pomeriggio low profile, basso profilo, di una protesta silenziosa ed ecologica contro il rumore e l’inquinamento. 

SOLA E GROSSI, IDV  "Regione e Comune ascoltino i cittadini"

COMITATO CARNOVALI  Comune e Sacbo rispettino le leggi

MACCONI, PDL  Case insonorizzate "Da Sacbo cifre consistenti"

    

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ok

    @30 guardi che se mi vogliono comprare la casa a prezzo di mercato io la vendo subito! Il problema è che vogliono la botte piena e la moglie ubriaca!. A buon intenditor poche parole.

  2. Scritto da qt8

    @27 sabato erano 250. Questo dato corrisponde alla verità per due motivi:
    1) non viene da L’Eco di Bergamo o da Bergamo News;
    2) E’ la questura che li ha contati.
    Sono 4 gatti.

  3. Scritto da Guarda un po'

    @26 cosa c’entra il metrò?
    ma voi protestate solo perché dovete protestare?
    Ah già. Le proteste loro le fanno solo quando al comando a Bergamo e provincia c’è la destra…

  4. Scritto da Abitante vicino alla Brebemi

    @gigi
    Innanzitutto Lega Ambiente non certifica alcunchè.
    Il problema Montichiari esisterà nel momento stesso in cui avrà lo stesso traffico di Bergamo. Poi vediamo cosa dirà la tua Lega Ambiente.
    Finchè la soluzione del problema e buttarlo addosso ad altri abitanti della Provincia o Regione come si fa qui, io sarò sempre qui a scrivere che l’aeroporto è posizionato al punto giusto e che bisogna abbattere le case sotto le rotte.
    Troppo facile!

  5. Scritto da Abitante vicino alla Brebemi

    @ok
    Ecco, bravo, purchè la soluzione non sia come pensa qualcuno di buttare il problema sulle nostre spalle.
    Quella è la vostra soluzione, non LA SOLUZIONE.

  6. Scritto da emili

    Cosa ne pensate del fatto che BERGAMO è la seconda città con patologie tumorali e la PRIMA per patologie tumorali al fegato, siamo
    già messi male per inceneritori e super traffico con autostrada vogliamo andare avanti su questa strada oppure sperare per i nostri figli ad un ambiente meno inquinato e più vivibile!

  7. Scritto da Cldalmine

    A tutti i comitati anti tutto ! cominciate a bruciarvi a casa vostra l’immondizia..io non voglio respirare i veleni della REA ! Chiudere la REA subito. Io abitavo già qui..poi l’hanno costruita ! Adesso ? Bla bla bla

  8. Scritto da Abitante vicino alla Brebemi

    @giobatta
    Solo per te e chi ragiona come te, dico che Orio è nel posto giusto, che le rotte sono nel posto giusto. Trasferisciti tu e tutti quelle che vogliono scaricare il problema addosso agli altri.
    Egoistone!

  9. Scritto da Abitante vicino alla Brebemi

    @mgrazia
    Gli abitanti vicino a Montichiari devo per forza subire quello che non vuole Bergamo? Credete forse che là non avrebbero gli stessi problemi di Bergamo?
    L’aeroporto è al posto giusto. Io farei una bella spianata di tutte le case sotto le rotte degli aerei.

  10. Scritto da a.er

    Trasferitevi voi a Montichiari e fatevi ogni giorno 200 km x andare a lavorare! Vergogna!! ORIO DEVE CRESCERE E NON DEVONO ESSERE COSTRUITE PIU’ CASE A BASSO PREZZO IN ZONA AEROPORTO!

  11. Scritto da guga

    Leggendo questi commenti mi accorgo che l’ignoranza della gente è incredibile. Come si può paragonare aereoporto e autostrada? Come si fa a dire 25000 posti di lavoro creati? e cosa centra se il presidente della provincia è di dx o sx? Siate meno ipocriti! A voi Orio va bene perchè non vi da fastidio. Perchè NON HANNO SPOSTATO (E SOTTOLINEO SPOSTATO) gli aerei sopra le vostre case ANNI DOPO che le avete comprate. A Orio fanno quello che vogliono, se ne fregano delle leggi solo per i loro soldi!

  12. Scritto da gufi

    x 14 e company, sono sicuro che in caso di incidente aereo i soci del comitati, sotto sotto, faranno i salti di gioia

  13. Scritto da .

    Bene han fatto,fossero stati anche solo 100:stanno difendendo i loro sacrosanti diritti.

  14. Scritto da clap clap clap

    x 22 hai ragione è giusto che tutti manifestino, anche se sono 10 contro l’aereoporto, o contro il tram veloce o contro i rifiuti abbandonati per le strade, fate bene a manifestare

  15. Scritto da gigi

    per @ 18 e 19
    Montichiari è a solo 50 km da Bergamo e il paese di Montichiari è a 6 km dall’aeroporto, mica 8oo mt o unkm come Campagnola e Colognola.
    Tant’è che persino Legambiente Regionale sostiene che Montichiari è l’unico aeroporto ambientalmente compatibile.
    Certo è meglio mettere in cassa integrazione (e licenziare) i dipendenti di Montichiari e Malpensa, vero? e far crepare gli abitanti di Bergamo
    C’è da sperare che i sostenitori di Orio siano almeno pagati da SACBO….

  16. Scritto da aris

    sempre @21 pensa invecde ai parenti dei morti di linate, quelli il salti li fanno di rabbia tutte le volte che vedono le immagini dell’ incidente in TV. Non ti preoccupare, quelli che manifestani/protestano è proprio perchè NON vogliono che succedano incidenti , visto che Orio è in una posizione pericolosissima. E se casomai (speriamo mai) succeda un incidente, magari tu sarai anche contento che non trovino mai un colpevole (come x Linate..)??

  17. Scritto da x 23 gd

    a tutt’oggi nessuno, nessuno ha mai voluto dire quanti soni i soci, se associati avrete un regolamento, un censimento un tesseramento, QUANTI SIETE ?????? non sapete contare ???? vi capisco, l’ulitma volta eravate in 25 , ieri pare in 450, siete troppo ambigui, rappresentate l’interesse di pochi poi tutte le vostre argomentazioni valgono come il 2 di coppe

  18. Scritto da a.er

    Case a basso prezzo? A Orio….E poi vogliono far chiudere l’aeroporto!
    Se perdo il lavoro x colpa vostra, io e altre migliaia di persone che ci lavorano, verrò con un tir a inquinare sotto casa vostra. Quasi quasi compro una casa a Dalmine e faccio chiudere la Dalmine spa. O a Seriate e faccio chiudere l’autostrada!!

  19. Scritto da giobatta

    stiamo spostando l’ospedale, si puo’ anche spostare orio, piu’ a sud. piu’ vicino alla brebemi, piu’ vicino alla alta velocita’, ma in aree meno antropizzate. e’ possibile che una tesi di laurea possa studiare la questione? magari con una piccola borsa di studio? per orio non occorrono palliativi, ma scelte strategiche. preciso che la nostra famiglia ed i nostri conoscenti siamo very frequent flyer da orio, ma non per questo lo vogliano difendere incondizionatamente

  20. Scritto da gd

    @1
    Ha letto bene le richieste dei manifestanti?

    Nessuno vuol far chiudere l’aeroporto.

    Chiediamo che le istituzioni si comportino da controllori, non da AZIONISTI!

    Chiediamo che lo sviluppo viaggi insieme alla SALUTE, non contro!

    Chiediamo “solo” che si RISPETTINO le LEGGI VIGENTI!

  21. Scritto da w colognola

    forse lei non ha capito non si vuole chiudere l’ aeroporto ma fare qualcosa per il rumore e l’inquinamento con aerei piu’ moderni contributi per insonorizzare le case e rotte piu’ regolari il prolungamento della pista per far alzare prima gli aerei capito!!!!!!!!!!!!

  22. Scritto da sherwood

    Siamo in tanti a pensarla come a.er.

  23. Scritto da pinocchio

    un migliaio ? siete prorpio bugiardi per natura !!!

  24. Scritto da Colognese

    Con tutta la mobilitazione e la pubblicità fatta a questa manifestazione, 500 persone in corteo sono proprio poche per una decina di comitati+legambiente. Ma dove erano tutti? Io ho partecipato, ma non ero d’accordo sulla manifestazione perchè il rischio di contarsi era troppo grande. Un conto se fossimo stati 5000, ma così pochi ora ci diranno . Purtroppo per me è stata un boomerang.

  25. Scritto da Londinese

    Se l’ente preposto ha permesso lo sviluppo di orio al serio non è un discorso di perdere lavoro, ma di evitare che venissero costruite case e capisco quelli di Azzano che han comprato casa li, fuori dalla traiettoria, e dopo anni la cambiano proprio sulle loro case. Ma è topo gigio che gestisce il piano regolatore?

  26. Scritto da aldo

    precisiamo 450 ………..ma anche se fossero stati 1000 non cambiava nulla

  27. Scritto da roberto spadoni

    questo areoporto e’ una grande … prima lo si chiude meglio e’ !

  28. Scritto da Salini D.

    x Balotta Dario
    cosa c’entra Orio con l’autostrada?
    120.000 veicoli inquineran più di 100 aerei al giorno
    P.S.: le proteste anti Orio si fanno solo quando il sindaco o il presidente provinciale sono di destra, tanto per far opposizione.
    Altro che interesse della salute

  29. Scritto da accà

    @4 siete contro e basta
    Voi dite che il problema è i troppi voli, ma voi avete cominciato a skassare già nel 1991 quando la previsione del presidente SACBO Cavalli era di un milione di personaggi l’anno. Oggi di viaggiatori ce ne sono 8 milioni. Allora?

  30. Scritto da usiamo

    per a.r. @ 1
    La Dalmine Spa è tenuta a rispettare le leggi sull’inquinamento, sull’autostrada hanno messo le barriere fonoassorbenti.
    Perchè l’aeroporto invece deve strafregarsene di leggi e prescrizioni ministeriali?
    Poche centinaia di dipendenti (che diminuiscono con l’aumentare dei voli!!!) possono rovinare la salute a decine di migliaia di persone !!!!
    Alla manifestazione erano presenti oltre ottocento persone (le ho contate) ed è stata una delle più grandi viste a Bergamo.

  31. Scritto da mgrazia

    caro a.er
    lei perderà il posto di lavoro se un aereo cadrà sulle nostre teste non perchè noi di Colognola protestiamo contro lo “sviluppo incotrollato” dell’aeroporto.
    Se vuole difendere il suo posto di lavoro si unisca a noi che ci battiamo anche perchè l’aeroporto di Montichiari sia aperto e possa ulteriormente portare posti di lavoro con un grande sviluppo economico.
    Se succede un incidente A Dalmine in autostrada non è come se cadesse un aereo in casa nostra le pare?

  32. Scritto da Colognese

    Causa un copia incolla mal riuscito completo il post n.7.
    La manifestazione è stata un boomerang perchè ora ci diranno che 500 persone che protestano sono niente rispetto ai 25000 posti di lavoro dell aeroporto. Possibile che i responsabili dei comitati, in primis quello di Colognola, non ci abbiano pensato?

  33. Scritto da giorgio

    orio deve svilupparsi e basta, i vari comitati si nascondono dietro la regolamentazione, ecc ecc, ma non saranno mai contenti e soddisfatti perciò avanti senza paura