BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Doni gioca e segna con l’Atalanta Pes 2012 punta sul capitano fotogallery

Il nerazzurro, nonostante la squalifica, compare nella nuova edizione di Pro Evolution Soccer, la simulazione calcistica, con Fifa, pi?? famosa al mondo.

Più informazioni su

Eccolo là Cristiano Doni, maglia nerazzurra a strisce larghe, numero 72 impresso sulla schiena, fascia gialla da capitano al braccio che guida l’attacco atalantino contro Milan, Inter, Juventus ed il resto della serie A. Eccolo, palla lunga, stop elegante, finta di corpo e palla filtrante per Bonaventura che di prima intenzione fredda Abbiati. Al 90esimo Atalanta-Milan 1-0, decisivo il classe ’73; puntualizziamo, stagione 2011/2012. Fantascienza? Sogno? No, Pro Evolution Soccer 2012.
Da alcuni giorni è partita la consueta sfida tra i simulatori calcistici che da qualche anno a questa parte si riduce ad un Pes contro Fifa, con quest’ultimo che nelle ultime edizioni si è “avvicinato” come qualità al prodotto della Konami (molti sostengono che addirittura l’abbia sorpassato); per gli estimatori incondizionati del videogioco Made in Japan e dell’Atalanta, alla scelta della squadra la sorpresa di trovare Doni titolare nel 4-4-1-1 (come invocato da qualcuno via Facebook dopo la notizia della squalifica…) che molto si basa su quella che ha conquistato la promozione. Già, perché i database delle rose non sono rinnovati agli ultimi colpi di mercato (come molte altre cose, motivo per cui si sono scatenate le polemiche in rete) e per questo arriverà entro pochi giorni l’aggiornamento ufficiale che sistemerà i trasferimenti di agosto (per la cronaca nell’Atalanta non esistono Denis, Moralez, Brighi e Cigarini, solo per citarne quattro…) .
Aggiornamento ufficiale che potrebbe cancellare Cristiano dall’Atalanta. A quel punto che fare? Scegliere di rimanere con Basha a centrocampo (in Pes è ancora un giocatore nerazzurro) ed orfani del Tanque davanti, ma con Zidoni in squadra? Oppure aggiornare sacrificando il capitano?
Un dilemma che possiamo bypassare in due modi; il primo è classico, andare sull’editor e crearsi Doni da sé (decidendo magari di farlo diventare più forte di Messi); il secondo è forse più affascinante: clicchiamo “Diventa un mito” e immettiamo informazioni ed aspetto di Cristiano e crearne la carriera. Siamo sicuri che la vittoria, per i tifosi della Dea, verrà raggiunta alla firma del contratto con l’Atalanta dell’alter ego video ludico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luke

    Dopo 10 anni, ho tradito Pes (uguale all’anno scroso), per Fifa e direi che non c’è paragone. Doni in Fifa non c’è! Hanno fatto scarsino Bonaventura e forte Marilungo.. proprio un videogioco.