BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alenia-Aermacchi, prosegue la mobilitazione del sindacato

Confronto tra le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm e il vertice del settore aeronautico di Finmeccanica presso la sede dell’Unione Industriali

Più informazioni su

Dopo gli scioperi e le manifestazioni dei lavoratori Alenia in risposta al piano di ristrutturazione presentato il 16 settembre scorso, si è svolto oggi,  giovedì 6 ottobre, l’incontro di confronto tra le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm e il vertice del settore aeronautico – Finmeccanica (Alenia Aeronautica, Aermacchi, Superjet) presso la sede dell’Unione Industriali di Roma.
L’incontro è stato avviato dal responsabile delle risorse umane di Finmeccanica che ha doverosamente precisato la necessità di dare centralità al tavolo di confronto sindacale. «Il piano industriale presentato dai vertici di Alenia, alla luce dei dati di dettaglio mostrati oggi – spiega Marco Bentivogli, segretario nazionale della Fim Cisl – presenta ancora troppe incertezze per quanto attiene alla sua sostenibilità industriale: i due nuovi programmi principali, il velivolo regionale si poggia su alcune incertezze contrattuali con la partnership russa e finanziarie viste le difficoltà dei bilanci Alenia (il ros che si è più che dimezzato rispetto al 2009) a sostenere l’autofinanziamento degli investimenti. Il secondo, il velivolo Ucav (senza pilota) nella versione di sorveglianza o da combattimento, è ancora troppo futuribile, sia per quanto attiene la ricerca di una partnership sia per quanto riguarda le risorse per finanziare il programma».
Per i sindacati le uniche certezze sono: i trasferimenti e le chiusure dei siti di Venezia, Casoria, Roma, le esternalizzazioni e l’incertezza sulla riconferma dei lavoratori interinali. «Su Venezia – continua Bentivolgi –  la posizione aziendale è inaccettabile e va immediatamente ritirata. È la prosecuzione di una beffa, che dura da troppo tempo, fatta da impegni presi per conto terzi puntualmente smentiti da questi ultimi. La Fim-Cisl non cadrà mai nelle distrazioni offerte dai localismi e dai populismi che sono, fino ad ora, le uniche risorse che la politica ha messo sul tavolo».
Prosegue, dunque, la mobilitazione per modificare il piano industriale e rilanciare il settore aeronautico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.