BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sviluppo del territorio, ecco l’agenda del Pd

Il gruppo consigliare del Pd ha presentato un documento e un relativo ordine del giorno finalizzato a promuovere e sostenere la crescita del territorio

Il gruppo consigliare del Partito democratico ha presentato un documento e un relativo ordine del giorno finalizzato a promuovere e sostenere la crescita della nostra realtà territoriale: “Agenda 2012 per lo sviluppo e la coesione del territorio bergamasco”.
Si tratta di un’agenda di impegni e priorità che il Pd propone non solo al Consiglio provinciale, ma anche e soprattutto alle forze sociali, economiche, politiche e, più in generale, alle organizzazioni della società civile bergamasca impegnate ad affrontare la crisi economica che tuttora interessa il sistema socio-economico della nostra provincia.
Con questa iniziativa i consiglieri Pd di via Tasso intendono rispondere positivamente alle numerose sollecitazioni che le diverse realtà territoriali pongono alle forze politiche chiedendo che venga messa in campo una “visione di futuro” capace di orientare le scelte degli attori territoriali. Si tratta di proposte che hanno un “carattere aperto” e che verranno inviate a tutti richiedendo pareri, critiche e integrazioni. Questo percorso porterà al convegno programmato per il 12 novembre nel quale si tireranno le somme di questo lavoro.
I titoli delle proposte in sintesi: Uno schema direttore di Piano d’Area per il territorio della bassa bergamasca interessato dalla realizzazione della Brebemi; Politiche d’area di valorizzazione della presenza produttiva basate sul potenziamento della infrastrutturazione tecnologica; Condivisione e potenziamento dei servizi all’impresa; Incremento dei servizi di formazione e sostegno alla qualificazione ambientale delle attività produttive; Patti territoriali di sussidiarietà” capaci di mettere in relazione i diversi soggetti locali per la realizzazione di un nuovo welfare comunitario; Una verifica di fattibilità del potenziamento del servizio di mobility management provinciale; Accordi quadro con istituti di credito per facilitare l’attuazione dei SEAP comunali; Iniziative di confronto con le amministrazioni comunali, in particolar modo con le più piccole e con quelle localizzate nei territori montani e ad accessibilità svantaggiata; Approfondimento sulle possibile ricadute positive della realizzazione del treno per Orio con il progetto di Porta Sud.
Queste sono, per punti, le proposte (allegate nella versione integrale e visualizzabili sul sito www.pdbergamo.it) che Il Pd rivolge alla Provincia e al territorio bergamasco, con un giudizio finale sulla giunta Pirovano: l’enfasi messa su ogni scelta volta a razionalizzare e ridurre gli sprechi, se da un lato non può che essere apprezzata e condivisa, dall’altro segna il limite vero dell’azione amministrativa: nessuna idea forte sulla quale chiamare a raccolta le forze migliori della comunità bergamasca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.