BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Scritte antisemite su case private, non interveniamo”

Pubblichiamo la risposta dell'assessore ai Lavori pubblici Alessio Saltarelli a Gandi e Misiani del Pd che chiedono la rimozione di alcune scritte anrtisemite comparse in viale Pirovano.

Pubblichiamo la risposta dell’assessore ai Lavori pubblici Alessio Saltarelli a Gandi e Misiani del Pd che chiedono la rimozione di alcune scritte anrtisemite comparse in viale Pirovano.

Spett.li Redazioni,

ancora una volta sono chiamato in causa e costretto a replicare ai Signori Antonio Misiani e Sergio Gandi del P.D. che mi accusano di non aver provveduto alla cancellazione di scritte antisemite.
Le cose dette non rispondono alla verità storica dei fatti. Il sottoscritto, messo nella condizione di sapere che c’erano diverse scritte nella zona limitrofa al cimitero (Viale Pirovano e vie laterali), si era impegnato davanti al Consiglio Comunale ad intervenire celermente per cancellare quelle scritte cosa che effettivamente è stata fatta.
La scritta ripresa dal reperto fotografico su una facciata di un fabbricato riguarda un immobile privato e pertanto non è stato possibile da parte mia intervenire.
Invito quindi il Consigliere Gandi e l’Onorevole Misiani a prendersi in mano il Regolamento Edilizio approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 18.01.2010 e leggersi al "Titolo III – Manutenzione e decoro degli edifici" gli artt. 124 e 126 e trarne le debite conseguenze.
Non si tratta quindi di inefficienza e nemmeno di dichiarazioni false da parte del sottoscritto.
Dispiace vedere la ricerca ossessiva di un qualche appiglio da parte di queste persone per attaccare il sottoscritto e l’Amministrazione, ergendosi loro a paladini e difensori del popolo ebreo.
Comunque se si deve chiedere scusa a qualcuno occorre farlo da parte di tutti nei confronti del popolo citato a cui sono state indirizzate queste ignobili scritte fatte da qualcuno che vigliaccamente nascondendosi nell’ombra non trova di meglio che andare a pasticciare facciate di edifici privati con scritte razziste e/o di altro genere ma comunque sempre offensive nei confronti di chi viene preso di mira.

Ringrazio per lo spazio che mi vorrete dedicare e porgo distinti saluti.
Prof. Alessio Saltarelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da precisione

    la debita conseguenza è che devi diffidarli, assessore, il comune ha provveduto a diffidare????

  2. Scritto da Picasso

    @Andrea: chi Le dice che la scritta non l’abbia effettuata qualche mano appartenente all’area anti semita dell’ultra sinistra? Ci sono anche gli amici dei movimenti oltranzisti della Palestina che inneggiano all’odio raziale contro il popolo Ebreo! Ed ora non mi accusate di essere di destra: mio padre era un partigiano combattente ed è stato ferito nella guerra di liberazione! x @nico La invito a leggere il messaggio nr. 9; in ogni caso fossi io il padrone della casa mi girerebbero…

  3. Scritto da stinkfist

    Ovviamente se la scritta fosse stata “testimoni di geova di m.” nessuno avrebbe avuto niente da ridire…

  4. Scritto da nico

    @­ Redazione: considerato che la risposta di Saltarelli è rivolta a Gandi e Misiani ritengo sarebbe più giusto mettere come link il seguente articolo https://www.bergamonews.it/bergamo/articolo.php?id=47601 datato 2 ottobre e non quello di federconsumatori;
    @ Picasso lungi da me fare polemica diretta con un utente ma dopo che ho letto il n.9 che devo fare? So anch’io che mi girerebbero ma se sul muro privato di mia proprietà scrivessi “Saltarelli di …” crede che l’assessore si muoverebbe?

  5. Scritto da ureidacan

    In Italia c’è una legge anche recente, del 2006, che punisce con la reclusione sino a 4 “chi diffonde idee antisemite “. Un pubblico amministratore, qual è Saltarelli, dovrebbe eseguire la legge dello Stato e non il regolamento comunale, che è una fonte secondaria del diritto.

  6. Scritto da Filippo Schwamenthal

    perchè non ha detto a giugno che non avrebbe cancellato le scritte sulla casa privata? Forse non conosceva il regolamento edilizio ? Consiglio un modo per evitare le polemiche: faccia quello che è giusto e di buon senso. Vedrà che le polemiche magicamente diminuiranno.

  7. Scritto da X PP

    Sì, c’è la sede di rifondazione comunista :)

  8. Scritto da lupo

    Da Lupo
    anche stavolta questa insignificante opposizione ci dimostra che con
    tante parole e fatti non dimostrati, ci terremo questa amministrazione per ancora un secolo. Meglio poco che il nulla. E questo nulla ha solo tanta presunzione.

  9. Scritto da sascha

    Per Saltarelli. Senza se e senza ma le scritte antisemite vanno cancellate nella città di Bergamo, che antisemita non è.
    Già che c’è, faccia anche un saltarello sulla pista ciclabile di Borgo Palazzo per visionare di persona le buche pluriennali esistenti. Se qualcuno si fa male, il Comune è responsabile, si ricordi bene, professore.

  10. Scritto da nico

    @Picasso e per tutti cito il primo capoverso dell’l’art. 126 “Il ripristino delle condizioni originarie delle facciate e coperture deturpate da atti vandalici (scritte o disegni) non è subordinato ad alcuna forma di autorizzazione e può essere effettuato tempestivamente dal proprietario.” PUO’ essere c’è scritto e giustamente come dice il commento13 se il proprietario non interviene il Comune (v.art.124) chiede al proprietario d’intervenire entro un certo tempo dopodichè INTERVIENE D’UFFICIO.

  11. Scritto da nico

    Forse l’Ass. Saltarelli dovrebbe leggere bene gli artt. del Regolamento Edilizio da lui citato (v.art. 124) e rispondere a questa semplice domanda: il proprietario dell’immobile in questione è stato diffidato regolarmente dal Comune? che termine è stato prefissato? E’ stato superato? allora perchè il Comune – come previsto – non provvede d’ufficio??? (per poi rivalersi sul privato). Se non c’è stata diffida l’inadempiente è Saltarelli (e il Comune): in tal caso che sanzione è prevista?!?

  12. Scritto da ezio

    per n. 2 gg, si figuri la maggioranza che puo’ decidere !

  13. Scritto da "Non col vento"

    Contro il razzismo, non si burocrateggia, si agisce d’ufficio!

  14. Scritto da Conoscere 73

    un conto è preoccuparsi ,diverso è occuparsi, lo sanno bene gli addetti ai lavori,le opposizioni dovrebbero dare il loro contributo in positivo segnalando ed intervenire con pacatezza e non da bacchettoni.Ma da sempre le minoranze sono sovente miopi e arrabbiate,qualità per nulla costruttive.

  15. Scritto da PP

    Vicino alla casa imbrattata c’è per caso la sede di un partito, un’ associazione.. ?

  16. Scritto da Daniel

    x 4: se c’è qualcuno che deve intervenire è il proprietario della casa visto che si tratta di proprietà privata

  17. Scritto da a.o.d.

    Qui nessuno vuole tirare fuori i soldi…..paghino coloro i quali si sentono offesi a cominciare dalle opposizioni.

  18. Scritto da vik

    per n. 8, se le scrivo pirla sulla sua casa, poi ci pensa lei a chiamare e pagare l’Imbianchino ?

  19. Scritto da Picasso

    Visto che l’on. Misiani e il cons. Gandi non hanno ottenuto ciò che chiedevano, a loro un consiglio: armatevi di rullo e vernice (mi raccomando della stesso colore dell’abitazione) e vadano a cancellare l’orrenda scritta! Sono sicuro che l’assessore Saltarelli, con qualche anno in meno lo farebbe, lo possono quindi fare tranquillamente i due baldi giovanotti Misiani e Gandi! Per nr.1 nico: se Lei fosse il padrone della casa a sue spese farebbe rifare tutta la facciata?

  20. Scritto da ol forester

    Sono dell’idea di fare insieme con la giunta qualcosa. Il sindaco ha tanto da fare vista la congiuntura. Non dividiamoci sulle cose serie!

  21. Scritto da roberta

    Assessore, ma l’hai preso in mano il telefono per chiamare il proprietario dell’immobile e dirgli di ripulire? O hai troppo da fare?

  22. Scritto da sergio

    Che discussione inutile: se su di una casa privata rivolta all’esterno si inneggia all’odio razziale, s’interviene d’ufficio, in quanto il proprietario potrebbe diversamente diventare il responsabile dell’odioso messaggio

  23. Scritto da Andrea

    La posizione dell’Assessore mi pare quantomeno ambigua, quella di alcuni commenti addirittura deplorevole. Assessore e i bravi lettori che hanno espresso certi commenti, avrebbero scritto le stesse cose se gli insulti fossero stati diretti al Pdl, alla Lega o al Papa di turno?

  24. Scritto da gg

    opposizione ridicola