BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Polizia locale, banditi burqa e accattonaggio molesto

L???assessore alla Sicurezza Cristian Invernizzi ha presentato il nuovo regolamento di polizia locale: "Colpiremo prostituzione e accattonaggio molesto".

Più informazioni su

Burqa bandito da Bergamo, la tintarella nei parchi è invece sempre stata salva. L’assessore alla Sicurezza Cristian Invernizzi ha presentato il nuovo regolamento di polizia locale che andrà a sostituire quello attualmente in vigore, risalente al 1960. Nessuna correzione rispetto alle indiscrezioni trapelate ad agosto che avevano scatenato polemiche anche sui media nazionali dovute a interpretazioni non corrette.
“Tintarella e giochi in strada vietati” – veniva rilanciato dai giornali. Nella bozza approvata dalla Giunta invece si chiariscono una volta per tutte le intenzioni dell’amministrazione. L’esempio più significativo: sarà punito solo chi indossa costumi “contrari al pubblico decoro” e non chiunque prenda il sole nei parchi pubblici.
Il dato politico invece riguarda soprattutto le ordinanze emanate nei mesi scorsi in città e dichiarate inammissibili dalla Corte costituzionale: antiprostituzione e accattonaggio. Vengono ora recepite nel nuovo regolamento e quindi legali a tutti gli effetti. E’ quindi vietato “assumere comportamenti che, finalizzati ad esercitare la prostituzione, risultino pericolosi per la circolazione stradale in quanto atti e finalizzati a distrarre i conducenti dei veicoli”. Chi chiede l’elemosina invece non potrà “avere comportamenti molesti nei confronti di altri soggetti, recando intralcio al flusso pedonale o veicolare”. Il regolamento recepisce anche la legge antiterrorismo del 1975 che vieta “burqa, niqab o altro indumento o manufatto, finalizzato a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona in luogo pubblico o aperto al pubblico”. Pugno duro anche contro le occupazioni abusive di capannoni o edifici abbandonati. Sarà valutato invece caso per caso un altro capitolo che in estate aveva suscitato polemiche: pattini e skateboard potranno essere utilizzati solo se non arrecheranno pericolo alle persone come in piazze affollate oppure durante una manifestazione a cui partecipa molta gente. “Al di là delle disposizioni generali il nuovo regolamento è articolato in quattro titoli norme di comportamento generale – spiega l’assessore -. Abbiamo recepito le disposizioni già previste dalle ordinanze, strumento reso inutilizzabile dalla Corte costituzionale. Abbiamo colpito la prostituzione, l’accattonaggio molesto. Tengo a sfatare un’interpretazione data quest’estate secondo la quale sarebbe stato impedito nei parchi pubblici di prendere il sole in costume da bagno. Non è mai stato nella nostra intenzione. L’unico comportamento che andremo a vietare è prendere il sole con costume contrario al pubblico decoro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da scostumato

    se prendo il sole al parco con il burka sono decoroso ma non riconoscibile… mi sa che devo comprarmi un costume nuovo.

  2. Scritto da aenima

    Vedere degli occidentali che difendono il burqa mi fa pensare che siamo spacciati,tempo qualche anno e saremo pronti per vivere nelle riserve…

  3. Scritto da PANARESE MICHELE

    EGREGIO DIRETTORE, Nel nuovo regolamento e previsto che gli affittuari di abitazioni (a volte anche mensili) debbano fare regolare denuncia ? IOcredo che non avvenga ,sara’ il caso che si faccia chiarezza .posso garantire nella mia zona non avviene,inoltre si concedono forse anche permessi xsosta in logo- La legge sul terrorismo e ancora in vigore,ma…….credo sia x’e tutto in nero-grazie

  4. Scritto da Basilio Pedretti

    Per tutti i perbenisti e predicatori dell’accoglienza io suggerisco solamente una cosa, ognuno a casa nostra deve ricevere gli stessi diritti che lui ci concede a casa sua!!!!!! Peccato che non succeda. Perchè se noi Italiani pecoroni ed ignoranti quando andiamo in un altro paese ci adeguiamo alle loro regole, mentre chi viene qui fa quello che vuole? Quando vi pestano i piedi voglio vedere quanto siete perbenisti….dai su un pò di concretezza ed ovvietà nella vita.

  5. Scritto da giacomo angeloni

    COMBATTERA LA PROSTITUZIONE…. CHE FRASI AD EFFETTO BRAVI! peccato che con l’ordinanza antiprostituzione la Giunta abbia multato solo Prostituite e vittime del raket… e i clienti??? bella lotta complimenti! la definirei prostituzione politica! e io lotto per far si che perdiate a bg la prossima volta!

  6. Scritto da APL

    Gigi, ogni tuo commento è contro la nostra categoria…in ogni articolo riguardante la PL, probabilmente è rimasto “scottato” da qualche sanzione??…e mi sorprende anche il fatto che la redazione lasci che un utente sistematicamente insulti un’istituzione…o peggio ancora le persone che formano quest’istituzione!

  7. Scritto da fra

    Gusto Basilio!!

  8. Scritto da gianni

    il n. 10 Apl , se è tale, cominci a rivolgersi all’ utenza dando del Lei, come non fanno altri suoi colleghi soprattutto con gli extra-comunitari, detto questo mi pare che il corpo dei Vigili di urbani di Bergamo stia attraversando un periodo non dei migliori riguardo a organizzazzione interna, rapporti gerarchici tra gli addetti (letto sui giornali), sarebbe percio’ opportuno guardarsi al proprio interno invece che mostrare i muscoli verso l’ utenza. Buon lavoro

  9. Scritto da Felar

    Forse sarebbe il caso che si iniziasse a colpire seriamente,quel 70% di automobilisti che usano il cellulare mentre guidano,quel 30/40% che guida senza le cinture di sicurezza e soprattutto quel 95% di ciclisti indisciplinati che ,con la frase “ma io non inquino”circolano liberamente sui marciapiedi creando pericolo a quei pedoni che credono di essere al sicuro da incidenti mentre camminano o escono da negozi.Mi è successo domenica,angolo POberdan/STommaso,60cm di marciapiede 2 bici.

  10. Scritto da bellacanna@tin.it

    ….ma questi sono regolamenti razzisti!!!! i. Mi fa ridere ilo signor n. 9 con la frase “a casa nostra”; ma l’hai comprata? E chi te l’ha venduta? Certo che bisogna adeguarsi alle regole, ma che non siano ingiuste o discriminanti. Comunque ho deciso di diventare anch’io razzista: non per il colore della pelle ma per la stupidità.

  11. Scritto da Bah

    Meno male , sono stanco di queste migliaia e migliaia di donne col burka. Il problema nr.1 della provincia di Bergamo, credo, personalmente non ne ho mai vista una ……..
    @4 – la prostituzione da 5.000 è tutta un’altra cosa, non è una questione etica , è una questione “estetica”

  12. Scritto da F. Rampinelli

    Stupisce come provvedimenti di semplice buon senso possano essere oggetto di contestazione. Sono disposizioni ovvie e banali, stando a quanto riportato. Proprio niente di che. Inviterei semmai l’assessore Invernizzi a mirare più alto, dopo averlo comunque ringraziato per il suo impegno e incoraggiato a proseguire con coerenza. Perché Bergamo sia davvero sicura, occorre che i cittadini si sentano tutti chiamati in causa, opponendo fiera e corale resistenza al degrado sociale e culturale in atto.

  13. Scritto da laura

    Sono pienamente d’accordo con la linea di Invernizzi, finalmente un po’ di concretezza! E d’accordo anche sul bandire i burqa da Bergamo!Per usiamo il cervello: ricordo che “l’uso del cellulare alla guida, i sorpassi a destra, il passaggio col rosso, il superamento dei limiti di velocità, il transito nelle zone a traffico limitato, ecc.” sono divieti già contemplati da tempo dal codice della strada e sanzionati, ci aspettiamo e diamo per scontato che la p.l. applichi le norme!

  14. Scritto da stefano b.

    soliti specchietti per le allodole
    colpite chi non fa gli scontrini, fa il furbo con i saldi, vende merce che non vale quello che costa, fa gli abusi edilizi, evade il fisco, esporta i capitali in svizzera, ecc. ecc.

  15. Scritto da APL

    Gianni a lavoro dò del Lei all’utenza, extracomunitari compresi, ma ora non sto lavorando, pertanto non ho utenza…pertanto parlo come mi pare e piace! ;) , sono uno di quegli agenti di Polizia Locale(il corpo dei vigili urbani, mi spiace ma non esiste più…se pensi che esista ancora allora chiama anche i Carabinieri del Regno, il corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza e il corpo degli agenti di custodia e così via…L'”utenza” è fondamentalmente ignorante…

  16. Scritto da max

    Non servono ordinanze,che sono come le leggi speciali emanate per la vana gloria di tizio o di caio.Caro Assessore,Capo Cianciotta,la ferrovia di Bergamo all’altezza di via gavazzeni 26,ci sono orti abusivi, nei boschetti è pieno di gente donne uomini che sicuramente dormono e vivono li(sarà arrivato anche a loro il censimento?),inoltre questa situazione di degrado prosegue fino ad Albano sant’Alessandro

  17. Scritto da APL

    sono totalmente contrario alla gestione della “sicurezza”(di facciata) di ogni tipo di legislatura…quella di Invernizzi è a parer mio, come ogni altra “politica leghista” una politica “di facciata”. Il problema?è che per le vostre “battaglie politiche” e anche per colpa di colleghi disonesti, le persone oneste che lavorano all’interno dei vari corpi, sono trattati mediaticamente come “bestie”.gianni sa perchè la PL di bergamo è in subbuglio?perchè c’è gente che ha voglia di lavorare e altre no

  18. Scritto da Rizzetta

    E sarebbe anche ora!!!

  19. Scritto da Vall'imagna

    Ma il laureando Invernizzi si è poi laureato oppure no?? E’ da 4-5 anni che si spaccia come laureando ma secondo me non lo è ancora.. va beh dopo questa gliene daranno una Honoris Causa in Sociologia!

  20. Scritto da yuyu

    ehehehhehhe roba da matti…..

  21. Scritto da gigi

    è inutile che i vigili si pongano degli obbietivi se non son capaci neppure di fare ciò che dovrebbero fare tutti i giorni

  22. Scritto da Luca Lazzaretti

    Colpire la prostituzione dei poveri o anche quella dei ricchi?Colpire le prostitute da 50 euri e anche quelle da 500?

  23. Scritto da valgo

    credo che presto vedremo fuggire Invernizzi nascosto dal burqa perchè inseguito dal popolo coi forconiì.

  24. Scritto da usiamo il cervello

    Ricapitolando: vietato il burqua e l’accattonaggio, però in compenso assolutamente tollerato (basta guardarsi in giro) l’uso del cellulare alla guida, i sorpassi a destra, il passaggio col rosso, il superamento dei limiti di velocità, il transito nelle zone a traffico limitato, l’accensione dei motori degli autobus nelle soste ai capolinea ecc. ecc.
    La legge vale solo per gli extracomunitari, ovvio, i padani fanno quello che vogliono.

  25. Scritto da sergio

    Bravo: in perfetto stile ideologico leghista. Polizia locale schierata soprattutto contro zingari, mussulmani e (!).Mi viene un dubbio? Colpire la prostituzione? Che centra con l’ideologia razzista? Rimane valida e protetta quella delle escort nelle ville dei miliardari, mentre quella nei luoghi puzzolenti ad opera di straniere extracomunitarie, seppur con clientela bergamasca, non è accettabile. Ecco l’arcano; colpire le extracomunitarie. E non c’era bisogno di una laurea per simili bassezze.