BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pendolari disobbedienti ???Cedi il tuo biglietto Atb???

Anche a Bergamo sbarca il ticket crossing contro il rincari del biglietto dell???autobus. Cos?????? La condivisione del biglietto Atb non scaduto per far risparmiare un biglietto a chi sale sull???autobus.

Anche a Bergamo sbarca il ticket crossing contro il rincari del biglietto dell’autobus. Cos’è? La condivisione del biglietto Atb non scaduto per far risparmiare un biglietto a chi sale sull’autobus. L’idea è stata lanciata in molte città: Milano, Genova, Padova, Bologna, Vicenza e Trento. A dire il vero nel capoluogo di regione l’iniziativa, proposta dal consigliere comunale leghista Matteo Salvini, è durata poco perché Atm si è affrettata a emanare una nota in cui si spiega che la pratica è illegale perché il biglietto “non è cedibile”. A Bergamo è partita solo da pochi giorni, lanciata da alcuni volantini affissi a molte fermate del centro. “Passa il biglietto” – si legge sull’intestazione. Una campagna che porta la firma di “Noter an paga mia”, un movimento nato da pochi mesi e che ha fatto il suo esordio ufficiale allo sciopero della Cgil dello scorso 6 settembre con uno striscione. “Nel corso del 2011 le tariffe Atb hanno subito ben due rincari – si legge nel volantino -, a fronte di una riduzione del numero delle corse del 9%. A fine luglio, infatti, in aggiunta al primo rincaro del 10%, la Giunta del sindaco Tentorio ha nuovamente innalzato le tariffe. Il governo propone ora una nuova manovra finanziaria, che prevede altri tagli al trasporto pubblico locale per quasi 270 milioni di euro. La mobilità è un nostro diritto. La crisi economica è delle banche e dei governi: noi non vogliamo pagarla. Molti e molte di noi utilizzano il biglietto per corse brevi pagando un costo del biglietto sproporzionato: in un solo anno il prezzo della corsa semplice è aumentato di 15 centesimi! Anche tu puoi contrastare l’effetto dei tagli. Quando scendi dall’autobus regala il tuo biglietto timbrato a chi sale! Il biglietto è valido per 75 minuti, utilizziamoli tutti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da polaroid

    è vero che non si potrebbe, ma in qualche misura è legittima difesa… e poi a bergamo hanno già aumentato i biglietti e ridotto le corse; vediamo piuttosto cosa dice il “nostro” Belotti, collega di Salvini, visto che a Bergamo non c’è Pisapia ma Tentorio…

  2. Scritto da MARIA INFO@MARIA

    io non credo di aver truffato nessuno, e non sono studente delle superiori, ho 60 anni, semplicemente, arrivando da orio anche la settimana scorsa come altre volte, ho dato il biglietto a due stranieri che andavano in citta alta.,cosa sara? demenza senile?

  3. Scritto da Stefano

    chi paga per le furbate di questi?
    chi paga per ripristinare le facciate degli edifici in giro per la città con le scritte furbe di questi?

    Volete anche un applauso?

  4. Scritto da gigi

    Ei Grandi Guadagni intanto ci caviamo la soddisfazione, e alura????

  5. Scritto da timoteo

    per @9 sul biglietto non c’è scritto un bel niente circa la cessione prima di parlare guarda bene

  6. Scritto da Maria Antoinette

    In moltissime città europee, anche tra le Capitali, il biglietto si fa sull’autobus e l’abbonamento deve essere mostrato al conducente. Tutto questo avviene senza ritardi sulla circolazione. Non si capisce perché in Italia il biglietto si deve acquistare prima, anche quando non c’è un distributore automatico e i giornalai sono chiusi. Ma adeguarsi alla vendita sul mezzo? così pagano tutti e gli utenti non sono costretti a cercarsi il fantomatico bar in giro per la città…

  7. Scritto da Tiziano Trivella

    Qualsiasi cosa si possa scrivere sui bigtlietti ATB e sui biglietti dei parcheggi (ad esempio: NON E’ CEDIBILE) è comunque un abuso, trattandosi di biglietti a tempo e non nominali. Se il tempo non è scaduto non c’è nessun abuso. C’è solo il diritto di usarli finchè scadono, perchè quel tempo è stato pagato.
    Gli abusi e le tasse ingiuste vanno combattuti per questioni etiche: lo diceva già Sant’Agositino. E, se qualcuno farà ricorso, lo diranno, ovviamente, anche le Corti dei nostri Tribunali.

  8. Scritto da Grandi Guadagni per piccoli cervelli

    @18 – Giggggi
    E alura?
    Ragiuna!

  9. Scritto da Sara

    @20: “Art. 1 – Documenti di viaggio: I suddetti documenti già convalidati non sono cedibili a terzi, ancorchè non sia scaduta la rispettiva validità temporale.”
    Lo trovi nelle condizioni generali di viaggio che vengono tacitamente e legalmente accettate dall’utente una volta saliti in vettura.
    Chiaramente non è reato, non siamo nel penale, ma comunque la sanzione amministrativa ci sarebbe.
    Trovo la cosa una forma di protesta comunque costruttiva, bisogna pur iniziare da qualcosa.

  10. Scritto da Cosa mi dici mai?

    @topogigio
    E come la metteresti in pratica la tua ideona?
    Fai pagare a fine corsa?
    E tutti gli altri viaggiatori stanno lì ad aspettare i tuoi comodi?
    L’auto ti sarà più comoda, se non c’è traffico, ma non costerà MAI meno di un autobus. Il prezzo del biglietto l’hai già speso per togliere l’auto dal box e portarla in strada.

  11. Scritto da bgdoc

    BASTA SOLDI ALLE FERROVIE FONDO SENZA POZZO; SI PRIVATIZZI IL FERRO E SI CONCENTRINO LE RISORSE ALLA MOBILITA’ COMUNALE E PROVINCIALE

  12. Scritto da sim city

    fantastica coincidenza. la pubblicità in cima a questa pagina è quella dell’abbonamento all’ATB. grandi Bergamo News!!!

  13. Scritto da stefano b.

    mi è capitato di farlo anche con il biglietto del parcheggio

  14. Scritto da LUCA

    iniziativa splendida … non si commettono reati e si favorisce un’ altra persona!

  15. Scritto da corti-novis

    anche in un’altro modo…. lo si può fare direttamente sul pulman passandoci lo stesso bigliettio quando passa il controllo… tanto guarda solo l’ora dell’acquisto e non si accorge che è sempre quello…..

  16. Scritto da sergio

    Come siamo conciati male in questa padania dei trota e dei minetti: chi si porta le escort in aereo di Stato, chi viaggia in auto blu o manda l’autista a fargli la spesa e chi non ha i soldi per andare onestamente a lavorare in treno..

  17. Scritto da franz

    Bella idea, applico subito.

  18. Scritto da dario

    bella idea da attuare

  19. Scritto da utopia

    ottima proposta! Sarebbe il massimo se questo portasse ad un nuovo modo di gestire la tariffazione per l’uso dei mezzi urbani. Se solo fosse possibile gestire una tariffa a numero di fermate…

  20. Scritto da cap

    bene, truffiamo l’ATB così guadagnerà di meno e aumenterà ancora per coprire i costi..tanto pagano sempre i soliti fessi.
    @LUCA: si è un reato, sul biglietto c’è scritto che non è cedibile;

  21. Scritto da crisi economica salvaci tu

    provocazione simpatica anche se piuttosto infatile, buona solo l’idea di una solidarietà sociale contro la crisi
    però è una soluzione da italietta, si aggira soltanto il problema..
    senza contare che così facendo ATB avrà meno utili e taglierà ancora di più corse… fino ad avere un autobus ogni 75 min. e fregare i paga mia!
    servono + bus a basso prezzo, corsie prefernziali, una rete meno portanuovacentrica e più gente disposta a fare 2 passi e lasciare l’auto in garage! ci penserà la crisi..

  22. Scritto da p.c.

    @ A.Z. Bg: l’iniziativa, che sicuramente d’impatto sembra cosa buona e giusta, comporta tutti i problemi già elencati da 9 e 10: ne deriva che matteo salvini ha perso un’altra buona occasione per stare zitto.

  23. Scritto da ma mi faccia il piacere..

    che bel modo: illuderci di risparmiare sul biglietto dell’autobus e lasciarci prendere in giro da chi i soldi (e tanti) li amministra o ce li investe in azioni…è la guerra dei poveri: l’atb prende meno soldi? bene, taglierà ancora il servizio. ormai gente no money, no parti!! ..e per favore guardiamo altrove se vogliamo risolvere le cose…

  24. Scritto da Grandi Guadagni

    Spiegatemi la genialata. Allora c’è un pollo che compra il biglietto a prezzo pieno e un altro che se lo becca gratis?
    Vabbè, roba da studenti alle superiori, piccole furberie per chi ha pochi soldi in tasca.
    E poi?
    Meno biglietti venduti, ATB giustifica la riduzione delle corse, eventuali licenziamenti degli esuberi.
    Insomma Grandi Guadagni.

  25. Scritto da topogigio

    è colpa della miopia di aziende come ATB che invece di investire per esempio in tecnologie di bigliettazione che facciano pagare effettivamente per l’uso, restano al biglietto di carta in cui il costo è fisso anche per 500mt di viaggio in un’ora di morbida. Con il risultato che mi costa meno l’auto.