BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuovo ospedale, Martina (Pd): “Extracosti impressionanti” Saffioti: “Basta toni da inquisizione”

Polemica sugli extracosti. Saffioti: "Stop alla burundizzazione del nuovo ospedale...". Sola (Idv): "Insostenibile leggerezza nello spendere soldi pubblici".

Più informazioni su

(leggi la trascrizione dell’audizione in commissione regionale)

Non è mancato un pizzico di polemica, in commissione regionale, sugli extracosti del nuovo ospedale di Bergamo. Ad esserne colpito, con il collega dell’Italia dei Valori Gabriele Sola, è stato Maurizio Martina, consigliere e segretario regionale del Pd: "La prima considerazione che faccio è che siamo di fronte ad un’opera importantissima che lievita del 45% i suoi costi. E’ un’evoluzione piuttosto impressionante, che va indagata per capire cosa è successo. Cioè, rispetto al progetto iniziale e all’impostazione delle gare, che tipo di giudizio possiamo esprimere?"
Una domanda quest’ultima che non ha avuto risposte da parte del direttore generale degli Ospedali Riuniti Carlo Nicora, secondo il quale "eventuali responsabilità andranno indagate dopo l’apertura del nuovo ospedale".
"Mi sembra del tutto evidente – ha aggiunto Martina – che abbiamo elencato una serie di interventi extra appalto, forse emersi in corso d’opera, ma d’altra parte anche una serie di interventi che anche un "non tecnico" riconoscerebbe come scontati, o comunque non diciamoci che sono arrivati ad un certo punto, non previsti. Perchè quando parliamo di arredi, apparecchiature, impianti tecnologici, credo che non parliamo di interventi sorti dal nulla. Per cui obiettivamente bisogna fare una riflessione su come inizialmente il progetto era stato impostato".
Sugli extracosti l’ospite principale della commissione regionale, ovvero il direttore generale degli Ospedali Riuniti Carlo Nicora, è sceso nel merito in una battuta successiva: "340 milioni erano la base d’appalto per realizzare la struttura. Ma se dobbiamo prendere in considerazione un denominatore comune allora io suggerirei i 413 milioni di euro, quelli impegnati al termine del 2010. In quella cifra sono inclusi impianti e tutta un’altra serie di interventi che, già inizialmente, erano necessari, anche se non inseriti negli appalti per le mere strutture".
“Colpisce – ha dichiarato Sola (Idv) – l’insostenibile leggerezza nello spendere denari pubblici. Il dg Nicora ha mancato di sciogliere una serie di nodi fondamentali. Nodi relativi alle tempistiche di apertura della nuova struttura, ai ritardi accumulati e, soprattutto, alle responsabilità degli extracosti del ‘Beato Giovanni XXIII’. Non sposiamo affatto la linea del "prima finiamo poi semmai chiariamo": crediamo che i responsabili dello spreco di quasi 100 milioni di denaro pubblico debbano essere individuati al più presto. Appare evidente, infatti, che la lievitazione ai 498 milioni attuali sia frutto di macroscopici errori, o in fase di progettazione o in fase di esecuzione".
Non è invece piaciuto al consigliere regionale del Pdl (e coordinatore provinciale del partito) Carlo Saffioti, il tono che lui stesso ha definito "inquisitorio", da parte di taluni, sul nuovo ospedale di Bergamo. "Oggi le polemiche mi sembrano un po’ strumentali. Se ci sono state colpe e responsabilità vanno individuate. Può essere che in un’opera così complessa e articolata, ma così ricca proprio per sua natura, qualche errore può esserci stato. Mi auguro non colpe, ma magari c’è stata anche qualche colpa. Però non credo che sia giustificato il tono da regime inquisitorio che si nota in taluno. Siamo comunque di fronte alla più importante, significativa e aggiornata opera ospedaliera in Lombardia, Italia e forse anche in Europa. Sembra quasi che stiamo parlando di un ospedale del Burundi. Ma questa burundizzazione dell’ospedale di Bergamo non è opportuna…".

(leggi la trascrizione dell’audizione in commissione regionale)

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio

    Siamo due semplici cittadini che si stanno chiedendo cosa sta succedendo all’ospedale della nostra città:
    APRE-NON APRE?
    Costruito come tutti sanno in una vera e propria palude ogni giorno sembraavere un nuovo problema…
    … … Non siamo di nessun partito e non abbiamo (per ora…) nemmeno troppe informazioni ma ci chiediamo
    PERCHE’??
    Ci piacerebbe organizzare qualcosa per farci sentire ma prima cerchiamo altri come noi per unire energie ed idee…
    CI STAI??
    https://www.facebook.com/pages/CITTADINI-E-CITTADINE-BASITI-PER-IL-NUOVO-OSPEDALE-DI-BERGAMO/272537179445683#!/pages/CITTADINI-E-CITTADINE-BASITI-PER-IL-NUOVO-OSPEDALE-DI-BERGAMO/272537179445683

  2. Scritto da luciano015

    A parte questa idea razzista per cui quando si vuole far fumo si richiama qualche zona dell’Africa, come ai tempi di “Faccetta nera” (manca solo che Saffioti si firmi “buana Saffioti”), mi sembra però degno di nota il riferimento all’acqua da gettare sul fuoco.
    Quando si dice “parlar di corda in casa dell’impiccato”.

  3. Scritto da La voce della verita' e trasparenza

    Perche’ non si parla di chi a scelto l’area della Trucca? Se e’ stata la Giunta Vicentini, certo le colpe sono anche loro. Chi erano i proprietari dell’area, e quanto e’ stata pagata al mq? Il tutto si puo visionare da atti notarili o delibere di Giunta o Consiglio Comunale. Proviamo a sbirciare in questi documenti se ce’ qualche amichetto?

  4. Scritto da Italiano

    Ma il sig. Saffiotti lo sa che i soldi non sono i suoi ma di tutti noi? Se pensa che tutto possa passare inosservato, errori compresi, allora la differenza di milioni di euro ce li metta il sig. Saffiotti.
    Pazzesco…il tentativo di far passare sempre e comunque tutto come normale e’ proprio scuola Berlusconi/PDL. TUTTI A CASA.

  5. Scritto da Eugenio

    Caro Saffiotti: le barzelletre e’ ora di finirla di raccontarle, il cittadino, che tra’ l’altro paga di tasca propria ha diritto di sapere con chiarezza tutte le voci di spesa con relava comperazione di aumenti, e motivazione! I voti quando e’ il momento delle votazioni al cittadino fate l’appello affinca dia il voto, ora, e’ il cittadino che chiede, ed e’ il minimo che il politico dia risposte serie e sensate. Basta demagogia vogliamo trasparenza!!!!

  6. Scritto da Anto

    Caro Safiotti, non si tratta di un errore costruire un mega ospedale su una falda acquifera (la più grande di Bergamo), ma di pura deficenza a discapito di tutti i cittadini… bastava chiedere a chi abita nei condomini vicini o ai contadini della zona. Per il resto stendiamo un velo pietoso.

  7. Scritto da e

    ormai e`chiaro, questo ospedale e` nato “malato” fin da prima del progetto…=(

  8. Scritto da Eugenio

    Caro Saffiotti, la lievitazione dei costi, la si potrebbe accettare su una ristrutturazione, non, su una struttura ex novo. Se chi ha progettato, compreso le appatecchiature, ho, e’ una mezza tacca, oppure ce’ qualcosa che non va…gente incapace che non sa fare il suo lavoro. Gli estra costi oltre il 45% in piu’ non sono e non saranno mai giustificati abbastanza. Il cittadino vuole, che tutte le spese, x capitolo, con a fianco la maggiorazione indica sia messa in rete a visione di tutti!

  9. Scritto da Eugenio

    Caro Saffiotti: ti ho votato e ho fatto votare, ma se non cambi rotta mi perderai e con me altri. Gli errori vanno individuati da subito….le lungaggini vanno a finire nel dimenticatoio ed intanto qualcuno se la ride. Ora, basta lungaggini siamo seri, stiamo parlando dei soldi dei contribuenti….e non sono noccioline. E’ ora di darsi una mossa, che la gente non ne puo’ PIU’!!!!!!

  10. Scritto da bruno

    è già il secondo miracolo che capita nel cantiere, dopo la misteriosa apparizione di acqua, la moltiplicazione dei costi

  11. Scritto da enrico

    Saffioti, siamo forse al “Non disturbate il conducente”? Bella idea di democrazia se non abbiamo nemmeno il diritto di sapere non come vengono spesi i nostri soldi, ma come vengono buttati.

  12. Scritto da Christian

    Saffiotti……Burundizzazione un bel niente! In Burundi stanno meglio che da noi, noi stiamo peggio perché ci affidiamo a persone come Lei. Faccia una cosa del genere in Burundi e vediamo che fine farebbe!
    Riguardo al Burundi (sempre che Lei sappia cosa e dove sia), non parlo a caso….ci ho vissuto e ci vive parte della mia famiglia quindi Burundizzazione….

  13. Scritto da Eugenio

    Saffiotti, vorrei una risposta:
    il progettista, o i progettisti, vengono pagati comunque in percentuale dei costi, anche sulla lievitazione del 45% del progetto iniziale, nonostante gli errori, se riscontrati, che hanno commesso? Come pure il politico che tira a campare solo, per finire la legislatura. Il pressapochismo con cui si è svolta questa vicenda, è da armata “Brancaleone”, non degna di un partito che appartiene. Mollate la sedia a gente piu’ giovane e con idee più chiare!

  14. Scritto da Fumagalli Giulietta

    100 milioni di costi aggiuntivi del nuovo ospedale sono tanti,ed è giusto che i dirigenti responsabili spieghino come mai hanno sforato così tanto rispetto le previsioni.

  15. Scritto da gigi

    Il sig. Saffiotti è mai stato in Burundi? Provi a prendere un treno del Servizio Ferroviario Regionale: Certamente quelli del Burundi sono molto meglio. In compenso a Berlino gli abbonamenti costano la metà (mentre gli stipendi sono quasi il doppio) forse perchè a Milano sugli appalti per le manutenzioni ci hanno fatto gli extracosti e gli impianti di condizionamento non funzionano mai.
    Ricordiamo al sig. Martina che fu la giunta Vicentini di centrosinistra a scegliere la Trucca come sito