BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La stagione del San Filippo Neri Albanese, Curino, Finocchiaro

Dal 5 novembre parte la ricca proposta del Teatro San filippo Neri tra teatro classico e comico, attualit?? e impegno sociale. Tra i protagoinisti Giuseppe Ayala, Antonio Albanese, Paolo Hendel

Il Comune di Nembro, Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione e l’Assessorato alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione collaborano con il Teatro San Filippo Neri di Nembro per la Stagione Teatrale 2011-2012. 
Si parte sabato 5 Novembre alle 20.45 con una rappresentazione del capolavoro classico di
Jurij Ferrini e Ilenia Maccarone in “La Locandiera” di Carlo Goldoni
con Andrea Cappadonna, Angelo Tronca, Matteo Alì, Claudia Salvatore, Wilma Sciutto e Massimo Boncompagni. Regia e adattamento di Jurij Ferrini che propone un capolavoro intramontabile in una versione innovativa, dove la scena è priva di orpelli scenografici e la lingua è asciugata da vezzi e manierismi. Lo spettacolo risulta particolarmente comico, perché l’azione drammaturgica si concentra sulla potenza del linguaggio e del testo accentuandone il potenziale esilarante.
Sabato 19 Novembre 2011, ore 20.45 Mind&Art presenta Giuseppe Ayala in “Chi Ha Paura Muore Ogni Giorno” – I miei anni con Falcone e Borsellino, con Giuseppe Ayala e Francesca Ceci. Regia di Gabriele Guidi.
Dopo quasi vent’anni dal drammatico 1992 – che ha visto la tragica scomparsa di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino – Giuseppe Ayala ha deciso di raccontare la sua verità, mettendosi alla prova con un nuovo mezzo comunicativo: il teatro. La storia di quegli anni e la straordinaria esperienza vissuta al fianco di Falcone e Borsellino (con i quali condivise la vita professionale quotidiana, ma soprattutto una profonda amicizia), danno vita ad un “incontro-spettacolo” che pone l’attenzione sulla Sicilia, su Cosa Nostra, sulla politica e la giustizia italiana di allora…come di oggi. 
Sabato 3 Dicembre, ore 20.45 Paolo Cevoli in “La Penultima Cena”, regia di Daniele Sala. 
Paulus Simplicius Marone. Ovvero il catering della cena più importante della storia dell’umanità
, racconta la sua vita avventurosa. Le umili origini ad Ariminum, l’adozione da parte una famiglia nobile che lo porterà a Roma dove potrà apprendere l’arte culinaria alla scuola di Apicio, il più famoso chef dell’antichità. Al tempo stesso arrotonda le entrate con affari più o meno leciti ideati nel negozio del barbiere Filone, quartier generale di una compagnia variegata di clientes, puttanieri e perditempo. Tutto fila liscio fino a quando succede un patatrac durante una cena a casa del ricco commerciante di bighe Gitone Sulpicio. Paulus decide di fuggire nella terra più lontana e desolata dell’impero: la Palestina. Così il cuoco romagnolo si trova a Cana mentre due sposini celebrano il matrimonio.
Sabato 17 Dicembre ore 20.45 Angela Finocchiaro in “Open Day” di Walter Fontana, con Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro, regia di Ruggero Cara. 
Separati da tempo, entrambi sui cinquanta: una madre e un padre si ritrovano faccia a faccia in un giorno importante, iscrivere la figlia quattordicenne alla scuola media superiore. Sembra facile, ma non lo è. Un semplice modulo da compilare diventa per i due ex-coniugi un interrogatorio insidioso, che li spinge a ripercorrere la loro vita, in un crescendo di sottile follia. Tra litigi interrotti da anni, discorsi intorno a una figlia che non si vede mai, ma che è al centro di tutto, si intrecciano tensioni, speranze e qualche sorpresa: perché il passato non è sempre come te lo ricordi e il futuro non è mai come te lo immagini. 
Sabato 7 Gennaio 2012, ore 20.45 sul palco del Teatro San Filippo Neri, Fabio Banfo, Linda Gennari, Silvia Giulia Mendola, Laura Pozone,  Alberto Torquati e Greta Zamparini in “4 Donne e 1 Matrimonio” – Occhio non vede, cuore non duole? di Alessandra Scotti, regia di Fabio Banfo.
Che cosa potremmo scoprire se fossimo nascosti nella mansarda o nella sacrestia della chiesa, nei giorni del matrimonio di una “normale” famiglia? Quali sono le paure e i segreti che si celano dietro le tradizioni famigliari che siamo abituati a vedere e rispettare? Probabilmente ognuno ha dei pensieri, dei timori, delle convinzioni e dei silenzi diversi da quelli di chiunque altro, ma forse qualcosa di universale lo proviamo tutti. E lo provano anche loro. Una famiglia, che ha fatto delle tradizioni la caratteristica principale, si mette inconsapevolmente a nudo e lascia scoperti i lati più incredibili…: intrecci, segreti, rivelazioni e conferme nei tre giorni che ruotano intorno all’importante matrimonio di due componenti della famiglia: i gemelli Roberto e Raffaella.
Sabato 21 Gennaio 2012, ore 20.45 torna Paolo Hendel in “Moliere, a Sua Insaputa” di Leo Muscato con Paolo Hendel, Maria Pilar Pèrez Aspa, Laura Pozone, Mauro Parrinello, regia di Leo Muscato, da Molière. 
E se, dopo tutti i pretestuosi processi affrontati in vita, al signor Jean-Baptiste Poquelin, detto Molière, toccasse in sorte di doverne subire uno ancora più surreale in televisione? Un insolito Paolo Hendel, nei panni di un improbabile Molière, accetta l’invito della trasmissione televisiva Malgré lui. Convinto di partecipare a una serata celebrativa e promozionale della sua opera, questo buffo Molière non sa ancora che in quel programma, una specie di Serata d’Onore surreale che ospita illustri personaggi del passato e del futuro, accadranno eventi singolari al limite del paradossale. In un turbinio comico di equivoci e fraintendimenti, la serata ben presto assume i connotati dell’Inquisizione… 
Venerdì 3 Febbraio 2012, ore 20.45 presenta Antonio Albanese in “Personaggi” di Michele Serra e Antonio Albanese, regia di Giampiero Solari 
Che cosa hanno in comune i mille volti con i quali Antonio Albanese racconta il presente?
L’umanità. La realtà diventa teatro attraverso Epifanio, L’Ottimista, il Sommelier, Cetto La Qualunque, Alex Drastico e Perego, maschere e insieme prototipi della nostra società, visi conosciuti che si ritrovano nel vicino di casa, nell’amico del cuore, in noi stessi. Personaggi" appunto che in questi anni abbiamo imparato a conoscere e ad amare, dove la nevrosi, l’alienazione, il soliloquio nei rapporti umani e lo scardinamento affettivo della famiglia, l’ottimismo insensato e il vuoto ideologico contribuiscono a tessere la trama scritta da Michele Serra e Antonio Albanese. Una galleria di anti-eroi che svelano un mondo fatto di ossessioni, paure, deliri di onnipotenza e scorciatoie, ma dove alla fine anche la poesia trova posto.  
Sabato 18 Febbraio 2012, ore 20.45 Laura Curino in “Mala Polvere” – Veleni E Antidoti Per L’Invisibile – con Laura Curino liberamente tratto da Mala polvere di Silvana Mossano
L’avvelenamento da amianto: una tragedia fattasi simbolo di uno dei tanti mali a cui ci si espone senza saperlo. Casale Monferrato è la città simbolo di una strage silenziosa, ma è anche una sentinella che può mettere all’erta tutti noi. Lo spettacolo è un canto per quegli uomini e quelle donne che si sono immolati sull’altare di una tragedia del lavoro in nome del benessere delle proprie famiglie, del riscatto sociale dalla povertà, della forza necessaria per uscire dall’indigenza.
Domenica 11 Marzo 2012, ore 20.45 tocca a Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta in “Niente Progetti Per Il Futuro” di Francesco Brandi, per la regia di Francesco Brandi.  
“Niente progetti per il futuro” è un gioco teatrale surreale, una parabola contemporanea, che cerca di raccontare con i toni della leggerezza e del paradosso una società in crisi, dove i valori dell’Uomo appaiono lisi e sfilacciati sullo sfondo di un progressivo impoverimento spirituale. Due uomini si incontrano di notte su un ponte della periferia di una grande città. Li accomuna la singolare circostanza che nello stesso momento hanno pensato di compiere il medesimo gesto: suicidarsi gettandosi dal ponte…
Sabato 24 Marzo 2012, ore 20.45 si presenta Antonella Questa in “Stasera Ovulo” di Carlotta Clerici regia di Virginia Martini.  Ci ha detto Carlotta Clerici “Anna è una donna moderna, libera, indipendente. A trentacinque anni è innamorata dell’uomo con cui vive, e insieme decidono di avere un bambino. Non ci riescono. Anna ci trascina nel suo percorso di aspirante madre. Dai primi tentativi ai primi fallimenti, dagli esami medici di base ai trattamenti pesanti, dai consigli delle persone intorno a lei alle stigmatizzazioni, dalla delusione alla speranza, alla presa di coscienza…. “Stasera ovulo” è nato dalla mia esperienza di donna sterile. Con la distanza necessaria a farne un testo teatrale, e attraverso un personaggio di pura fantasia, il monologo ne ripercorre le tappe… 
La biglietteria e’ aperta tutti i giorno di spettacolo dalle 18. E’aperta anche nei giorni di sabato 15 ottobre, dalle 15.30 alle 18.30 e sabato 22 ottobre sempre dalle 15,30 alle 18,30 relativamente alla sottoscrizione degli abbonamenti. Domenica 23 ottobre e sabato 29 ottobre dalle 16 alle 18,30 relativamente alle prenotazioni dei primi 4 spettacoli. 
E’ possibile sempre prenotare inviando una email a info@teatrosanfilipponeri.it, indicando il proprio cognome e nome, numero telefonico, il titolo e la data dello spettacolo e numero dei posti che si vogliono prenotare. Info alla Biblioteca di Nembro tel. 035.471.370 e info@teatrosanfilipponeri.it.  
Indirizzo Internet: www.teatrosanfilipponeri.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da E Marco Travaglio?

    E Marco Travaglio?