BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pdl, un segnale ad Alfano da Bergamo Gli ex An guardano a Formigoni leader

Indiscrezioni insistenti: Corsaro, Tremaglia junior, Gallone e Gandolfi, pronti a stringere la mano a Marcello Raimondi e agli uomini di Cl per la corsa alla segreteria. E la Gelmini organizza l'area laica a cena, in Citt?? Alta.

Più informazioni su

Guardando i giochi di partito a livello nazionale qualcosa non torna, nel Popolo della Libertà di Bergamo. Ed è proprio a Bergamo che, stando alle indiscrezioni, si intravede un segnale interessante per i quadri nazionali, per il segretario Angelino Alfano prima di tutto.
Un gossip politico insistente parla infatti di un nuovo asse all’interno del Pdl orobico: un patto tra Marcello Raimondi, quindi l’ala ciellina e formigoniana doc del partito, e l’ex coordinatore regionale di An, nonchè ex assessore di Formigoni, Massimo Corsaro, di casa in Città Alta. Un asse dal quale potrebbe nascere un ticket inedito per la corsa alla segreteria provinciale: candidato segretario il sindaco ciellino di Ponte Nossa Angelo Capelli, e candidato vice Andrea Tremaglia, il giovane studente figlio di Marzio, già in corsa alle regionali del 2010. In ultima analisi Massimo Corsaro, principale sponsor di Andrea Tremaglia, strizzerebbe l’occhio a Raimondi e quindi a Formigoni, il presidente che cela con sempre più difficoltà le sue ambizioni di leader nazionale. Spalle girate ad Angelino Alfano e all’area "laica" del Pdl, l’area dall’anima liberale.
Le carte si mescolano, e non poco. L’asse Corsaro-Raimondi sarebbe comunque malvisto da Pietro Macconi, l’ex segretario provinciale di An. Ma allo stesso tempo Corsaro avrebbe ottenuto il gradimento di esponenti di rilievo dell’ex An bergamasca, dalla senatrice Alessandra Gallone all’assessore al Bilancio della Provincia, Mario Gandolfi. E nella compagine pronta a lanciare il ticket Capelli-Tremaglia non mancherebbe anche l’ultimo coordinatore provinciale di Forza Italia Marco Pagnoncelli.
C’è, naturalmente, un’altra metà del partito. Definiamola area laica, per semplificare molto. Un’altra metà di partito che per ora resta alla finestra di fronte ai movimenti di Marcello Raimondi, Massimo Corsaro e Marco Pagnoncelli (quest’ultimo non ha mai fatto segreto di essere dall’altra parte della barricata rispetto all’attuale coordinatore Carlo Saffioti). E’ un’area schierata con Angelino Alfano e con il ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini. Proprio lei, il ministro, si è riunita con esponenti di spicco del Pdl bergamasco nella serata di domenica 2 ottobre, al ristorante Gourmet di Città Alta. C’erano Carlo Saffioti, Enrico Piccinelli, Giorgio Jannone, Gregorio Fontana, Gianni D’Aloia, Giancarlo Borra. Uno schieramento ampio, per il quale Piccinelli ha fatto gli onori di casa: potrebbe essere lui il candidato alla segreteria provinciale, è ancora un’indiscrezione ma non più un segreto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da julius

    si.
    la politica è una cosa seria.
    i politici lo sono molto meno…
    personalmente spero in capelli, esperienza della base molto forte, sindaco capace. ci ha messo la faccia tra la gente
    piccinelli sta dimostrando, in qualità di assessore provinciale all’agricoltura e all’urbanistica (come si fa a incrociare due materie così insolubili??), di non essere all’altezza.

  2. Scritto da uno che spera

    Vorrei poter leggere di proposte concrete per uscire da questa situazione. Di gente che sta lavorando per creare posti di lavoro, infrastrutture, servizi alla persona all’altezza non di persone e di aspettative personali. Aspetto qualcuno che faccia proposte concrete prima delle persone ….. poi….. lo voto!!!!!!

  3. Scritto da emmeERRE

    …C’erano Carlo Saffioti, Enrico Piccinelli, Giorgio Jannone, Gregorio Fontana, Gianni D’Aloia, Giancarlo Borra…

    IL NUOVO CHE AVANZA !!!

  4. Scritto da ?

    Franco Tentorio da che parte sta?

  5. Scritto da ureidacan

    Ma i Tremaglia non stavano con Fini? Ma forse è meglio, uno di qua ed uno di là! La vera corsa è un posto in cima alla lista per essere eletti.

  6. Scritto da libero

    Il pdl bergamasco grazie alle sue divisioni e lacerazioni interne riesce a lasciare spazio ai leader di importazione, non bastavano Fontana e Corsaro ( questo in verità acquisito per fatti personali ) ma ci voleva giusto la Gelmini che a Brescia non se la fila nessuno. Bergamaschi un pò di orgoglio per favore proviamo a mandare a Roma qualcuno a cui Bergamo interessa davvero ? Almeno Arnoldi Bergamo la rappresentava…..

  7. Scritto da cittadino

    Tentorio è un vero Finiano e quindi non si mischia a questa gente. la tristezza vera è vedere gli ex di AN allearsi con i ciellini!! che tristezza!

  8. Scritto da Che pipòcc...

    Pare di capire che con tutta questa gente che muove i fili da dietro…possono scegliere Capelli, possono scegliere Tremaglia, o possono scegliere “Ol giupì” di turno, ma poco cambia… Tanto dovranno solo recitare la parte che CL gli impone, senza uscire dalla…traccia.

  9. Scritto da Andrea

    ahh come al solito sono andati a mangiare a sbafo a nostre spese per non concludere nulla…. va bhe… comunque sia nemmeno loro san cosa fare eppure dicono che il partito è unito….

  10. Scritto da Baciok

    Ancora una volta i seguaci di corsaro dopo essere stati sollecitati al tesseramento (sabato scorso) senza sapere per chi apprendono da bergamonews e dall eco l’accordo :: capelli – Tremaglia poi li riuniranno chiedendogli se va bene .. Scena già vista alle regionali .. E che i votioltre che non si sommano non centrano nulla con i tesserati da portare al congresso e se si arriverà fino alla fine con la conta al congresso non basteranno le cene..

  11. Scritto da Giorgio

    @6
    E il nuovo dove lo trovi? Da Raimondi a Pagnoncelli? Ma non farmi ridere

  12. Scritto da Go Home

    Scenario penoso , spero che l’elettorato li mandi tutti a casa come esponenti del partito di governo che ha rovinato l’italia.

  13. Scritto da luigi

    con questa scelta corsaro e c hanno condannato la stabilita’ in provincia.
    infatti il gruppo di consiglieri provinciali pdl sono tutti schierati con alfano/gelmini/piccinelli peccato che i tre assessori dico tre (gandolfi,zucchi,romano) siano tutti dell’altra sponda.ergo sono troppi e tirino a “sorte” fra loro per decidere chi deve lasciare la poltrona da subito senza congresso!!!

  14. Scritto da L.P.N.E.

    Ma a chi siamo in mano? Qui crolla tutto e questi ancora con la preoccupazione della poltroncina. Dalla parte della Lega problemi e beghe a non finire a tutti i livelli.Sindaci che protestano zittiti dal Rais.Ministri che straparlano. E questa sarebbe la “destra” salvifica per le sorti dell’Italia ?? A I U T O O O O !!!!!!!! La Padania Non Esiste

  15. Scritto da A Cà

    @17 – E chi se ne frega . Senza offesa, la Provincia non deve neanche esistere e tu ti preoccuppi dei problemi correntizi e cadreghisti del Pdl in Provincia ? Sono inutili, non stanno facendo un tubo , giusto spazzare via tutto , altro che correnti e assessorati.
    Basta !!!!!

  16. Scritto da guido

    se candidano tremaglia vice io esco dal pdl anche se sono un sostenitore dell’asse raimondi-pagnoncelli

  17. Scritto da emmeERRE

    @16
    scusami ho sperato che si capisse…era una battuta.
    certo che non è il nuovo che avanza

  18. Scritto da TEO

    DI MALE IN PEGGIO

  19. Scritto da sasha

    fantapolitica da ballatoio. come lettore mi piacerebbe leggere fatti concreti o che comunque si avvicinino alla verità. i pettegolezzi lasciamoli ai giornali femminili. la politica, fino a prova del contrario, è una cosa seria.

  20. Scritto da kappero

    per sasha. la politica una cosa seria? dai….

  21. Scritto da marilena

    asse è stato usato correttamente al maschile perciò non vuole l’apostrofo. Buona serata

  22. Scritto da ex elettrice del pdl

    Che tristezza…