BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’ultimo atalantino prima di Cigarini fu Doni per i Mondiali in Corea del 2002

La chiamata del Ciga da parte di Prandelli rompe un digiuno lunghissimo: era da nove anni che un giocatore dell???Atalanta non veniva convocato. L???ultimo, neanche a dirlo, fu Doni in quell'Italia sfortunata.

Più informazioni su

La chiamata di Luca Cigarini da parte di Cesare Prandelli rompe un digiuno lunghissimo per quanto riguarda i giocatori atalantini e la maglia dell’Italia. Era infatti da nove anni che un bergamasco non veniva convocato nella Nazionale maggiore.
L’ultimo nerazzurro a vestire la casacca più ambita dai giocatori italiani fu, neanche a dirlo, Cristiano Doni nel 2002. La chiamata del numero 27 atalantino arrivò durante una delle sue stagioni migliori in assoluto, chiusa poi con 16 reti in 30 presenze. A convocarlo fu quel Giovanni Trapattoni che ne fece un punto fermo della sua Nazionale, fino agli sfortunati Mondiali di Corea e Giappone del 2002, con l’Italia eliminata già nel girone di qualificazione. L’esordio ddi Doni con l’Italia avvenne proprio in un’amichevole contro la formazione nipponica, il 7 novembre 2001, organizzata per presentare la manifestazione iridata dell’anno successivo. E Doni pur subentrando solo nel secondo tempo al posto di Totti, riuscì a lasciare subito il marchio bergamasco sulla maglia azzurra siglando con una precisa conclusione sotto gli incroci il gol dell’uno a uno finale. Cristiano rimase nel giro azzurro fino all’estate del 2002, quando riuscì nonostante tutto a disputare un discreto mondiale a livello personale. Da ricordare, tra l’altro, l’assist per la rete di Vieri nella sconfitta per 2-1 contro la Croazia. Altri tempi, lontanissimi, e protagonisti nel frattempo completamente cambiati. Ora toccherà al “Ciga” tenere alto il nome di Bergamo anche in Nazionale. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da LF

    Per fortuna nostra

  2. Scritto da marco

    Ricordiamo che subito dopo i mondiali Doni sarebbe dovuto passare alla Juve. Ma le sue anonime prestazioni nelle prime partite (tanto che perse la maglia da titolare) fece cambiare idea ai bianconeri, che lo lasciarono a Bergamo