BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’allarme: “La Forestale ?? a piedi”

La Fns Cisl di Bergamo denuncia i tagli operati dal Governo a discapito del Corpo Forestale, che ora si ritrova sia in Bergamasca che in Lombardia in crisi, senza fondi per mezzi, operatori e campagne.

Più informazioni su

La Federazione Nazionale della Sicurezza (FNS) CISL di Bergamo denuncia – attraverso le parole del suo segretario per il gruppo Forestale Valentino Grumelli – una mancanza critica di stanziamenti economici a favore degli uffici del Corpo Forestale dello Stato per la regione Lombardia, in particolare per quanto riguarda Bergamo. Tutte le sezioni del Corpo Forestale – dal Comando Provinciale ai Comandi Stazione, dal Centro Operativo Antincendi Boschivo alle unità cinofile – sono, ironicamente, al verde: i fondi sono insufficienti sia per predisporre turni di servizio, sia per l’acquisto del carburante per gli automezzi, con conseguenti e gravi effetti sullo svolgimento dei compiti. La causa di questa situazione è individuata nei continui tagli orizzontali operati dal Governo per cercare di contrastare la crisi economica. Una realtà che colpisce non solo la Lombardia, ma tutte le sezioni italiane, a cui ognuna cerca di far fronte al meglio delle sue (sfortunatamente menomate) capacità: l’efficacia dell’operatività nel territorio bergamasco è stata mantenuta solo grazie al senso di abnegazione e di sacrificio degli operatori della Forestale. Ma cosa riserva il futuro? Ci sono limiti ed esigenze che non possono essere compensati dalla forza di volontà, per quanto incrollabile: nei prossimi mesi, il Corpo Forestale dovrà sostenere la campagna anti-incendio boschivo, ma i modi per sostenere tale adempimento sono ancora sconosciuti. La FNS CISL di Bergamo evidenzia come la situazione generata dai tagli del Governo va contro quegli stessi interessi considerati fondamentali e inviolabili per un ordinamento statale, come la sicurezza ed il soccorso pubblico. “E’ un’amara constatazione” commenta Valentino Grumelli “rilevare come la recente manovra finanziaria si ponga in un senso diametralmente opposto rispetto alle promesse fatte dai notevoli esponenti politici in fase di campagna elettorale, nel 2008, poiché non solo non incrementa, ma taglia le risorse economiche destinate agli operatori del comparto sicurezza. Ciò tradotto in termini pratici comporta che gli uffici della Forestale della Lombardia e del resto d’Italia si sono visti tagliare i fondi previsti per pagare le missioni del personale, ciò rendendo più gravoso, quando non impossibile, agli operatori di potersi muovere sul territorio, per il compimento della loro attività operativa”. La FNS CISL di Bergamo avanza così seri interrogativi sull’adempimento dei compiti del Corpo Forestale per mancanza di fondi, chiedendo così una presa di coscienza ad ogni livello sulla situazione ed auspicando un cambiamento positivo.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da W gli Alpini...

    @ 6 ha colto nel bersaglio,gruppi “volontari” antiincendio(protezione civile)in ogni paese e ripeto in ogni paese,super attrezzati di mezzi ecc e i Forestali,Carabinieri ecc non hanno la benzina per uscire dalle Caserme… qualcuno prima o poi in questa faccenda ci dovra mettere il naso seriamente! W gli Alpini…

  2. Scritto da Mondo perfetto

    @ 7:quello che hai scritto è la veritá. Il C.F.S. qui da noi deve intervenire solo per i Fiori e per Funghi,tutto il resto va bene cosi.

  3. Scritto da Stefano

    Gentile redazione,
    sull’argomento sono emersi diversi spunti di riflessione, anche con un po’ di confusione e forse posizioni superficiali.

    Dato che è un argomento molto serio per il nostro territorio,
    con evidenti sfumature riguardo anche situazioni in altre regioni,
    sarebbe interessante un un approfondimento con: bilancio corrente, risorse, sedi, attività…

    Grazie per l’attenzione

  4. Scritto da Maurizio

    Ha più guardie forestali la sola Calabria che tutto il Canada !

  5. Scritto da tempi duri

    A Clusone la stazione del Corpo Forestale dello Stato,verra trasferita di preciso ancora dove non si sa(pare a Castione d. P.)per il fatto che l’amministrazione non ha piu soldi per pagare affitto del attuale caserma.

  6. Scritto da cives

    è la dimostrazione che siamo governati da incompetenti. basterebbe vedere cosa incide sull’economia nazionale l’importazione di legname per capire il ruolo strategico che potrebbe avere una accorta (necessaria) politica forestale.

  7. Scritto da Tom

    @6,i volontari fanno bonifica. L’incendio se serio,nella maggior parte dei casi viene spento dagli Elicotteri o Canadair. @12,in Calabria gli agenti della Forestale fanno servizio con giubbotto antiproiettile e M12,li è meglio siano piu numerosi…

  8. Scritto da Verita'_de_che?

    @12 e @1 si e’ vero sono di piu’ ed e colpa dei sindacati secondo mr. “La verita’ fa male” che in ogni articolo parla di sindacati colpevoli di ogni male nazionale, sembra il berluska con i PM !
    Ma sei stato picchiato da un sindacalista da piccolo ?

  9. Scritto da akaeda

    @ 8 la tutela del territorio non lo fa certo chi gira a fare turismo in geap sulle orobie

    La tua invidia verso la croce blu ti acceca..e non hai capito che era solo un esempio

    La comunita montana come AIB come le province come i forestali vanno aboliti perche sperperano denaro publico!

  10. Scritto da .

    @ 17:altro bersaglio colpito,la rivalitá fra le squadre di “volontari” per l’antiincedio boschivo. E i Forestali,ne sanno parecchio di questo probblema… l’amico “volontario” di prima ti aveva scambiato per uno di loro.

  11. Scritto da Pino

    AKAEDA azzerare tutto non si puo e penso che tu lo capisca;ma sono daccordo con té,che una scelta fra Provincia e Comunitá Montane(io abolirei le C.M. enti creati solo per sistemare amici politici ecc) vada fatta e presto. Per quanto riguarda la Forestale,anche li bisognerebbe lavorare per la loro autonomia ed efficenza.

  12. Scritto da akaeda

    La forestale svolge un servizio di assunzioni ai soliti noti….x il resto servono solo a spendere risorse importanti che andrebbero usate in corpi più indispensabili

  13. Scritto da volontario AIB

    per akaeda: perchè, la tutela del territorio non è indispensabile? oppure la vogliamo far fare alla croce blu di gromo, visto che fa già l’antincendio boschivo? (come se fosse l’unica!!!!) scendete dal trono!
    per tua conoscenza, l’AIB è gestito dalla comunità montana che coordina le varie associazioni di volontariato. Date i fondi alla forestale, non alle guardie padane, quelle si sono da abolire!

  14. Scritto da La verità fa male

    In certe regioni non padane la Guardia Forestale pare che possa contare su clamorosi esuberi di personale. In una Nazione seria si incentivano trasferimenti dalle regioni dove c’è abbondanza di personale alle regioni dove c’è penuria di personale. Nella sventurata Italietta, se qualche malcapitato ministro si azzardasse anche solo a proporre questa ovvia considerazione, sarebbe messo in croce dagli scioperi proclamati dai sindacalisti che ora gridano alla mancanza di personale

  15. Scritto da akaeda

    Corpo da abolire..serve a nulla se non a creare posti inutili agli amici dei soliti noti!

  16. Scritto da Toni Corberi

    @1 Che si sia in una sventurata italietta siamo d’accordo sul perché invece personalmente ho un angolo visuale completamente diverso dal suo. Io manderei a casa a pedate nel popò chi voleva (e magari ce l’ha fatta ad averlo) l’elicottero per i vigli della zona di Scanzo,Manderei a casa a calci nel popò anche chi manda polizia e vigili in via XX settembre con auto di grossa cilindrata a fare la ruota parcheggiati fra i pedoni.In una zona pedonale una bicicletta è già tanto, meglio gli schettini.

  17. Scritto da akaeda

    ..e l’antincendio boschivo lo fanno i volontari…vedi croce blu gromo

  18. Scritto da Industrialetto furbo

    cosa ce ne facciamo qui da noi della guardia forestale noi abbiamo bisogno businness, palazzi, centri commerciali, un bell’incendio e via, un prato da scavare e fare box interrati e via. Se controllano boschi, prati, incendi come facciamo? Io eliminerei anche gli altri controlli, antichità? chi se ne frega.Finanza e carabinieri che controllano la qualità dei materiali e se c’è chi lavora in nero? solo disturbi.Uno fa quello che vuole e finito tutto porta il progetto in comune e il sindaco firma.

  19. Scritto da Fumagalli Giulietta

    La forestale svolge un servizio importante di tutela del patrimonio naturalistico nazionale,salvaguarda flora e fauna e cerca di fermare incendi boschivi.Come si può tagliare un simile servizio utile a tutta la collettività?