BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Campionati allievi, un argento e due bronzi per l’Atletica Bergamo

Questo il bottino della società bergamasca: secondo posto per la 4X400 femminile, terzo per la maggioni e De Marchi.

Più informazioni su

SECONDA GIORNATA, UN ARGENTO E DUE BRONZI
Una medaglia d’argento e due di bronzo: è il bottino dell’Atletica Bergamo ’59- Creberg ai Campionati Italiani Allievi che si sono conclusi oggi a Rieti. Un risultato in linea con le aspettative della vigilia, anche se c’era la concreta speranza di portare a casa una maglia tricolore. SABRINA MAGGIONI, campionessa tricolore indoor, lasciava aperto più di un piccolo spiraglio per la finale dei 400, ma alla resa dei conti ha dovuto inchinarsi alla vicentina Francesca Scapin e alla barese Lucia Pasquale, che hanno relegato l’atleta di Saro Naso sul terzo gradino del podio. Per la portacolori giallorossa, che non ha ancora compiuto 16 anni e sarà nella categoria anche nella prossima stagione, un tempo finale di 58"02, lontano dal personale di 56"61 che le sarebbe valso il successo, visto che la Scapin si è imposta in 56"97 (57"33, invece, per la Pasquale). Ma l’essere partita in sesta corsia l’ha un po’ penalizzata e condizionata nella distribuzione dello sforzo. Pazienza, c’è tutto il tempo per rifarsi, e anche con gli interessi. Archiviata la gara individuale, Sabrina si è ampiamente riscattata trascinando alla medaglia d’argento nella 4×400 le compagne GIULIA PASQUALINI, ANASTASIA VIGANO’e BEATRICE CISANA, alle spalle dell’imbattibile Atletica Vicentina guidata dalla stessa Scapin: 4’06"46 il tempo delle nostre ragazze, che hanno tenuto a bada l’Osa Saronno (4’07"75) e hanno così portato a casa una medaglia importante, a conferma della validità della scuola di quattrocentisti che l’Atletica Bergamo ’59 può sfoggiare da diversi anni. La terza e ultima medaglia è stata quella più inattesa e l’ha ottenuta, sempre di bronzo, DAVIDE DE MARCHI, grande protagonista nei 110 ostacoli. Il diciassettenne allievo di Alberto Barbera ha infatti offerto il meglio di sè proprio nell’occasione più importante della stagione, scendendo in un colpo solo di oltre mezzo secondo. In finale l’atleta cresciuto nel Gs Marinelli Comenduno ha fermato il cronometro a 14"37, dopo che già in batteria aveva dato una robusta limata al personale, finendo alle spalle del grande favorito della vigilia, il saronnese figlio d’arte Lorenzo Perini (oro in 13"
71), e del riccionese Faragana (14"12). Per De Marchi è il miglior risultato della ancor giovanissima carriera. Peccato invece per MICHELE MARAVAVIGLIA, che nel salto in alto ha mancato il bronzo per un errore di troppo, chiudendo 4° sulla misura di 2 metri netti. Dopo aver superato al secondo tentativo la misura d’ingresso a 1.80, Michele ha passato senza errori 1.85, 1.89, 1.92 e 1.95. Fatale il primo salto sbagliato a 1.98, che ha dato il via libera al marchigiano Manuel Nemo. Peccato per il secondo tentativo a 2.02: l’asticella è caduta quando ormai sembrava cosa fatta. Per il resto, buone le prestazioni di ARIANNA NAVA nel martello (ottava con 40.13), della marciatrice PAOLA MANENTI (ottava sui 5 km in 26’39"54), di ANASTASIA VIGANO’ negli 800 (decima in 2’22"
16) e dell’astista MARCO VECCHI (13° con 3.90, primato personale). Senza infamia e senza lode invece i ragazzi della 4×400 LUCA OTTOLINI, DANIELE CORTESI, ANDREA ROSSI E AXEL VIRGILI (13° posto con 3’32"74), l’altro astista PATRIK GONTARSKI (14° con 3.75), l’altra martellista FEDERICA GALLI (14esima con 33.56) il discobolo CHARLES FYNN (18° con 19.19), l’altro altista Alessandro Villa (18° con 1.85), la lunghista CHIARA BELLINI (23esima con 4.26) e la terza nostra martellista GIULIA FEDERICI (28esima) con 27.95). Purtroppo squalificata nella marcia ANNA LUISA KUMPF mentre NABIL ROSSI è caduto rovinosamente nelle siepi ed è stato costretto al ritiro.

PRIMA GIORNATA, NESSUNA MEDAGLIA PER L’ATLETICA BERGAMO
Nessuna medaglia per l’Atletica Bergamo ’59-Creberg nella prima giornata dei Campionati Italiani Individuali Allievi a Rieti. Il miglior risultato è arrivato da CHIARA CRIPPA, che nel salto in alto ha chiuso al sesto posto, superando l’asticella posta a 1.64: per sperare di salire sul terzo gradino del podio, avrebbe dovuto arrivare sino a 1.70, cioè migliorare il personale di 1 centimetro: impresa possibile, ma comunque difficile. Il settimo posto è invece andato a SILVIA CANCNELLI, che ha scagliato il disco a 33.37, un paio di metri sotto il proprio record. La giornata ha poi sorriso anche a SABRINA MAGGIONI e a DAVIDE DE MARCHI, che hanno staccato il biglietto per la finale di domani grazie a due ottime prestazioni. La quattrocentista giallorossa ha fatto segnare il miglior tempo nelle batterie sul giro senza dannarsi più di tanto l’anima (58"02) e il titolo tricolore è decisamente alla sua portata: dovrà guardarsi in particolare dalla vicentina Scapin e dalla barese Pasquale, che non ha caso le sono arrivate a pochi centesimi di secondi.
Nei 110 ostacoli, invece, De Marchi si è migliorato di quasi mezzo secondo, scendendo da 14"93 a 14"59, quarto tempo assoluto che lascia aperto anche uno spiraglio per il podio: il varesino Perini resta il grande favorito, ma il romagnolo Faragona e il brianzolo De Maestri non sembrano essere poi tanto distanti. Per il resto la prima giornata tricolore ha visto ANDREA ROSSI chiudere 13° la gara del triplo con 13.74, la giavellottista ROBERTA ALGERI 13esima con 33.02, GIULIO BIROLINI 14° nei 400 hs (57"29), MARCO SOLDARINI 21° nei 100 (11"45) e THOMAS RISTALLO 21° nel peso (13.55), sfortunata la seconda nostra altista FEDERICA PANZA che ha commesso tre errori alla misura di ingresso (1.50). Disco rosso infine per i quartetti delle staffette veloci.
Quella maschile (ROSIELLO-DE MARCHI-BIROLINI-SOLDARINI), che comunque non sarebbe riuscita ad acciuffare il podio, è stata squalificata per cambio fuori settore. Quella femminile (PILEGGI-CISANA-CAPELLETTI-BELLINI) ha fatto segnare il 15° tempo con 51"75.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.