BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Orio, 226 voli in un giorno Un record dannoso???

Balotta annuncia: domenica 31 luglio toccati i 226 movimenti, tra arrivi e partenze di passeggeri diretti o di ritorno dalle vacanze e non solo.

Record per l’aeroporto “Caravaggio” di Orio al Serio. Domenica 31 luglio sono stati infatti toccati i 226 movimenti, tra arrivi e partenze di passeggeri diretti o di ritorno dalle vacanze e non solo. Numeri importanti per uno scalo che sembra non voler smettere di crescere. Se da una parte lo sviluppo porta nuove risorse e posti di lavoro, dall’altra è sempre altissimo il livello di guardia mantenuto dai cittadini dei Comuni dell’hinterland. Legambiente si fa portatrice delle istanze degli abitanti e non può certo esultare per il record raggiunto. “Di questo passo si andrà cosi ben oltre i 190 movimenti giornalieri medi autorizzati dal vecchio, superato e inosservato piano di sviluppo del 2003 – spiega Dario Balotta, trasporti Legambiente della Lombardia -. Orio oramai ha appaiato Linate dove, sempre domenica 31 luglio sono previsti 239 movimenti ma al Forlanini transiteranno circa 31 mila passeggeri. Va ricordato che è solo grazie ad un escamotage che si può effettuare questo enorme numero di voli. Infatti nel Piano di Sviluppo dell’Aeroporto e nella VIA del 2003 venivano previsti 68 mila movimenti l’anno alla condizione però di utilizzare prevalentemente piccoli aerei meno rumorosi, con meno emissioni inquinanti nell’aria e quindi adeguati ad un aeroporto sempre più stretto dalle abitazioni. Sono stati autorizzati 68 mila perché si era previsto di ospitare aerei piccoli (30-90 posti) e conseguentemente, erano previsti meno passeggeri trasportati. Invece la tipologia standars degli aerei utilizzati ad Orio è da 190 posti (più potenti) e quindi molto più inquinanti di quanto previsto e di quanto autorizzato dalle autorità competenti. Lo sviluppo incontrollato ha fatto venire tutti i nodi al pettine. Le popolazioni di Colognola, Stezzano, Grassobio, Levate, Seriate e Orio al Serio protestano per i gravi danni alla salute che subiscono e per la perdita di valore delle loro abitazioni. Lo sviluppo di Orio va reso sostenibile con una nuova valutazione di impatto ambientale e decisi interventi di mitigazione del rumore. Gli amministratori della Sacbo, nonostante il successo commerciale, però sanno benissimo che questo modello di sviluppo tumultuoso e caotico, se non governato nel rispetto delle normative vigenti, rischia di creare più danni che vantaggi per l’area bergamasca. I cittadini e Legambiente chiedono un confronto, con Sacbo, gli enti locali, la Regione, ENAC e Enav sui temi della tutela della salute e degli interventi da adottare per rendere lo sviluppo dello scalo sostenibile e, quindi, meno inquinante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Taormina

    @32 bravo iudex!
    oltre tutto dove sta scritto che il VIA sancisce limiti? Fa solo previsioni!

  2. Scritto da ale

    @ 39
    come volevasi dimostrare oggi è uscito un altro altro articolo con i numeri ufficiali dell’aeroporto, addirittura maggiori di quelli di Balotta!!
    che dire… facevo bene a non fidarmi!! quando uno non cita la fonte la tentazione di pensare che stia letteralmente “dando i numeri” ci sta tutta… oggi ha sottostimato, magari le altre volte è stato “largo”!! Balotta, cita le fonti

  3. Scritto da Sergio Primo Del Bello

    Occorre tenere in considerazione anche il rapporto costi/benefici per quanto riguarda il turismo. Quanti dei passaggieri che arrivano o passano da qui visitano città alta? E quanti sono quelli che visitano la Carrara, le nostre mura venete o fanno il giro turistico della città?
    Serrgio P. Del Bello

  4. Scritto da Corrado

    L’aereoporto c’è e da enormi benifici all’economia bergamasca, ben comprendendo i disagi, non è possibile porre un limite sia al traffico, sia alla tipologia dei vettori, sarebbe la sua fine.
    Lega ambiente ha ragione dal suo punto di vista, ma deve considerare il problema nel suo insieme ed in modo realistico, altrimenti si fa solo teoria…….

  5. Scritto da senza parole

    cosa dire….è una situazione ormai che non ha più speranza…o si decidono a far partire sti cavolo di aerei dall altro lato o altrimenti non so quale altra soluzione si può prendere..il danno che stanno provocando è immenso..anche quelli che pensano che gli aerei danneggino solo quelli vicini si sbagliano perchè purtroppo l’inquinamento si disperde per km e km….e chissà fino a quanto aumenteranno..aiuto….

  6. Scritto da lilli

    @2 franco: purtroppo quando ci sono problemi che intaccano altri interessi tutti svaniscono nel nulla.

    @3 Mito Aliseo: hai detto ” sono le 22.30 e non è finita” hai proprio ragione…..io sono di Stezzano e sicuramente condividiamo i rumori anche dopo la mezzanotte!!!!! e alle 06.00? si riparte fino a notte inoltrata!

  7. Scritto da perché

    venerdi sabato domenica
    un tranquillo week end di paura.

    a che pro?
    perché mi chiedo massaccrare cosi i quartieri sud

  8. Scritto da El Merendeiro

    N°5: i benefici che l’aeroporto porta a Bergamo sono in netto vantaggio rispetto agli svantaggi:
    – circa 3000 dipendenti nell’area aeroportuale + 21.000 dell’indotto (ma si stima siano molti di più);
    – possibilità di viaggiare low cost;
    – benefici sul settore commerciale (su tutti l’Oriocenter, ma anche i negozi in centro e in Città Alta);
    – grandi possibilità di scambio culturale: aumento oggettivo degli erasmus sia in entrata che in uscita;
    Questi sono i primi che mi sono venuti in mente…

  9. Scritto da Enrico

    Siamo quasi una discarica. Come in Campania c’erano (e forse ci sono ancora) le discariche abusive per i rifiuti tossici, così Bergamo è ormai diventata il ricettacolo di qualunque volo, a qualunque ora, purchè porti soldi ai soliti noti. Tanto a Bergamo passa tutto.

  10. Scritto da Laura

    @ El Merendeiro
    Forse non sai che molti dipendenti dell’aeroporto hanno: contratti a tempo determinato, scarsa contribuzione, lavorare anche quando la famiglia è a casa di domenica. Oppure, peggio ancora, sono dipendenti (ufficialmente li chiamano soci…) di cooperative che li sottopagano.
    Che i benefici economici vadano al centro commerciale di Orio, beh, sappi che quei soldi a Bergamo pesano zero.

  11. Scritto da El Merendeiro

    @ 12. E’ pura demagogia. Al giorno d’oggi quanta gente lavora la domenica e sta zitta? Anzi, cerca apposta il lavoro nel week end perché si guadagna di più. L’Orio Center pesa zero? E i dipendenti (quasi tutti a tempo indeterminato) da dove vengono? La Cambogia?
    Poi…Sacbo ha solo un tot di dipendenti, gli altri sono di DHL, delle Coop di handling, dei singoli esercizi commerciali. E ancora..cosa vuol dire scarsa retribuzione? Ci sono tante variabili…

  12. Scritto da puntualizzazione

    Sottolineo che nel titolo della notizia relativa all’aeroporto si parla di 226 voli anziche’ movimenti (somma di decolli e atterraggi). Cio’ rischia di generare confusione tra lettori e media in generale che attingono alle fonti di informazione web e il replicarsi di un dato non corretto. A 226 movimenti corrispondono infatti 113 voli.

  13. Scritto da porque?

    puntualizzo al sig 13 che 113 voli in decollo dalle 6,30 alle 24 sulla testa sono un disastro ambientale

  14. Scritto da bucci fr

    E tu sindaco Tentorio dove sei?
    Dove?

  15. Scritto da w colognola

    grazie sindaco grazie presidente della provincia grazie a tutti ,io abito a colognola e a nessuno interessa la nostra quiete avanti cosi’ rumore ed inquinamento finche’ non cadra’ un’aereo e poi ?

  16. Scritto da salvetti

    A Puntualizzazione: si contano i “movimenti” perchè gli aerei passano pur sempre sulla testa dei cittadini anche in atterraggio ..o sbaglio? La Valutazione di Impatto Ambientale fissa per Orio il limite a 68.000 MOVIMENTI. Signor Sindaco di Bergamo in campagna elettorale Lei si è impegnato, durante un incontro con i cittadini, al rispetto del numero di movimenti del VIA ed ora come pensa di intervenire? Gli altri Sindaci coinvolti hanno già preso ufficialmente posizione in tal senso e Lei ?

  17. Scritto da ale

    2 domande x il sig. Balotta (o per chi sa la risposta):
    1) può citare la fonte dei dati, cortesemente?
    2) può diffondere analoghe informazioni sul numero di veicoli transitati sull’A4 all’altezza di BG-Colognola nella stessa giornata?
    non sto contestando nulla, è solo x completezza dell’informazione
    grazie

  18. Scritto da mario

    oltre il danno la beffa.non solo si superano i 68.000 movimenti, non solo le rotte sono state variate penalizzando colognola,azzano,stezzano,levate…. per beneficiare altri quartieri, ma addirittura ricompaiono gli aerei fracassoni ed inquinanti MD80.
    bravo Tentorio e bravo Pirovano.Forse non lo sapete ma la fascia tricolore a tracolla significa al servizio dei cittadini. siete dei pubblici ufficiali!con responsabilità sociali!

  19. Scritto da angelo

    Aeroporto: guadagni per pochi, problemi per tanti.

  20. Scritto da Laura

    @ 14 “Al giorno d’oggi quanta gente lavora la domenica e sta zitta”. Mai sentito parlare di “o mangi sta minestra o salti dalla finestra”? Carissimo, è ovvio che per non affogare si beve, ma forse non è proprio il miglior modo di campare. I guadagni del centro commerciale (di chi sono? dove pagano le tasse?) sono poi ampiamente annullati dalle chiusure delle moltissime piccole attività causati da questo. Ed è falso che lavorando di domenica si guadagna di più: questa è demagogia.

  21. Scritto da giuan de ghisa

    Xale@19
    Tu devi essere uno di quelli che dice : siccome c’è già degrado per il transito sulla A4 allora triplichiamolo con il traffico aereo.
    Il casino che fanno in continuazione questi aerei lo si sente anche a treviglio, caravaggio e casirate.Qui siamo a 24 chilometri di distanza.
    E per quanto riguarda Legambiente stai tranquillo che le notizie sono vere e ben verificate.

  22. Scritto da il giudice

    Inutile dilungarsi oltre perché l’aeroporto di Bergamo è destinato a crescere ancora e i disagi aumenteranno con il tempo. O si trova un altro sito dove costruire uno scalo ex novo, oppure bisognerà rassegnarsi ai frastuoni. Le polemiche non portano mai da nessuna parte.

  23. Scritto da aris

    Merendeiro, il nome è un programma. Quali benefici per Bergamo e prov? I profitti li fa solo la SACBO. Se vuoi viaggi low cost parti da Malpensa. Non vedo molti + turisti di prima a BG (e cmque ci guadagnano quei 4 i negozi). X l’ Erasmus non c’ entra proprio l’ aeroporto., semmai collaborazioni Universitarie. Il turismo a BG può dare molto di + , indipendentemente da Orio. Io così come tutta Colognola non ci guadagno niente dall’ Aeroporto. Anzi ci perdiamo (valore casa)

  24. Scritto da NUOVI E VECCHI CONTRATTI

    @14 nei contratti nazionali commerciali la domenica è considerata un giorno come gli altri, le coperative nelle nuove assunzioni adottano lo stesso criterio, in discussione sono solo i vecchi contratti nelle coperative che vogliono modificarli anche per loro, di recente hanno fatto uno sciopero di sabato proprio x questo,tutto è basato sulle aperture festive che vengono considerate come gg feriale, si viene pagati come un gg feriale, informati bene.

  25. Scritto da Bruno

    io lavoro in un albergo a Stezzano.
    Ovviamente lavoro anche di domenica e di notte e non sto certo a lamentarmene.
    Ho visto le prenotazioni quadruplicarsi negli ultimi anni e posso solo dire: GRAZIE AEROPORTO DI ORIO!
    ps: state contando anche me e i miei colleghi come lavoratori dell’indotto?

  26. Scritto da Enrico

    @ 27 Bruno
    Sicuramente rientri nei pochi che hanno un beneficio dall’aeroporto ed avrai un contratto che ti permette di guadagnare di più se lavori nei festivi e di notte (diversamente dai lavoratori dei centri commerciali).
    Ma hai calcolato anche i tuoi colleghi che non hanno lavoro in località vicino ad aeroporti sottutilizzati a causa del super-lavoro di Orio? O quelli non sono colleghi?

  27. Scritto da ale

    @26
    “stai tranquillo che le notizie sono vere e ben verificate” NON è una risposta.
    resto in attesa…

  28. Scritto da elena

    @22: la soluzione è già stata trovata da legambiente e comitati: dividere il numero di aerei tra orio e montichiari, aeroporto in provincia di BS a norma (perchè ex aeroporto militare vero e proprio e quindi lontano dalla città) e sottoutilizzato rispetto alle sue potenzialità. questo diminuirebbe i problemi allucinanti di rumore e inquinamento a bergamo. questa soluzione è stata più volte proposta nelle riunioni ufficiali, ma per ora fanno solo finta di non sentire..

  29. Scritto da @ 29

    che strano! sicuramente se vai dal tuo capo e chiedi di spostare il 50% del vostro commercio da un tuo concorrente farebbe davvero festa e magari ti darebbe anche la promozione!!! perchè non ci provi già domani?
    poi facci sapere!!

  30. Scritto da il giudice

    @29
    Sono alquanto perplesso nel dirottare ad altri del nostro, e legambiente e seguaci può solo giustamente proporre, ma di decidere ritengo siano le istituzioni preposte che avranno l’unica e sola parola in capitolo. Il problema va risolto da noi, altrimenti saremmo come Napoli per i rifiuti, che aspettano che altri sistemino le cose per conto loro. Abito anch’io nei pressi dell’aerovia e i rumori mi danno molto fastidio, ma non posso farci niente e non lacrimo in continuazione.

  31. Scritto da gigi

    basta andare su ASSAEROPORTI che è il sito ufficiale delle compagnie aeroportuali per verificare il numero di movimenti e leggersi il VIA dell’aeroporto di Orio al Serio per capire quante e quali siano le violazioni di legge compiute da un aeroporto che è di proprietà di amministrazioni pubbliche (Comune. Provincia ecc.)
    Sui famosi “benefici” smettiamola di prenderci in giro. Come si fa a credere che 17 mila vgiaggiatori low cost diano da mangiare a 18 mila persone (l’indotto).

  32. Scritto da gigi

    L’economia e il turismo bresciani vivfono e prosperano molto meglio di quelli bergamaschi anche senza aeroporto.
    Ai bergamaschi che “piantano il chiodo con la testa” lasciano la “monnezza” dell’aeroporto e dei suoi disagi mentre loro si fanno la metropolitana, la BREBEMI e l’alta velocità ferroviaria

  33. Scritto da avanti per vie legali

    Enac, ministero dei Trasporti e Sea – la società che gestisce Linate e Malpensa – sono stati condannati a risarcire con 750mila euro le notti insonni, le crisi d’ansia, lo stress, le spese per sistemi antirumore a 27 cittadini di Redecesio, il quartiere di Segrate su cui vola il 90 per cento degli aerei di Linate.

  34. Scritto da In ginocchio sui ceci

    Possibile che a Bergamo riescano a farci passare un grosso problema come quello provocato dall’aeroporto come beneficio per la collettività? Possibile che nel 2011 siamo ancora quelli che si levano il cappello davanti al sciùr preost?

  35. Scritto da senza parole

    gigi parole sante…….come si fa a non capire che a lungo andare sarà solo che nocivo l’aeroporto…l’aria la respiriamo tutti…ma vi rendete cosa stanno scaricando sulle nostre teste??!!!!basta con sta storia dei turisti,gli stranieri che arrivano vanno a visitare firenze,roma,verona,milano e altri posti…bergamo non viene mai menzionat…basta con ste cavolate del turismo….

  36. Scritto da Elvi

    All’inizio dell’800, alcuni industriali tessili svizzeri vennero a portare i loro impianti nella bergamasca perchè, da noi, potevano far lavovare e sottopagare anche i bambini.
    A distanza di tempo, pare che siamo ancora quelli che piegano la testa come i somari.

  37. Scritto da giuan de ghisa

    Xale @28
    Senti ale anzichè aspettare una risposta alza il tuo bel sederino, vai all’uffico informazione dell’aereoporto, parla con un funzionario e chiedi che movimento c’è stato domenica 31 luglio.
    Per il traffico sulla A4 vicino a Colognola se sali sul primo cavalcavia puoi contare gli automezzzi che transitano.

  38. Scritto da amareggiato

    la salute è un bene inalienabile di conseguenza è inutile avere “posti di lavoro” ed essere secondi in italia per patologie tumorali, dati ormai ufficiali ASL , per i posti di lavoro non si parla di licenziare ma di delocalizzare in parte a MONTICHIARI (BS) a pochi chilometri da qua. le tantissime persone che abitano vicino alle zone ineresate non meritano sputi in faccia ma rispetto della propia vita!

  39. Scritto da gigi

    benissimo avanti cosi

  40. Scritto da franco

    Ne ho piene le scatole ci abito sotto la linea di atterraggio e di decollo dovrei avere per legge la mitigazione ma nessuno si vede nemmeno il grande sindaco di seriate e le sue bandiere gialle.

  41. Scritto da Mito Aliseo

    Giornata devastante per un abitante di Colognola il 31/7: sembrava che ogni aereo in partenza ne avesse un altro che , col muso, gli annusava…la coda sulla pista di partenza. Sono le 22:30 e non è finita: ho preso le gocce di Xanax per oggi e per non farmi svegliare, sia pur con cotone e tappi nelle orecchie, domattina.
    Solo una cosa: chi ha un male anche serio, chi deve fare un’ operazione rischiosa, chi ha un figlio con problemi può coltivare una speranza. Chi abita a Colognola, NO

  42. Scritto da molotov

    quanti tumori ancora dovranno sostenere le popolazioni dei paesi interessati prima che la politica si decida ad intervenire?
    a Roma, a Milano in regione abbiamo parlamentari scelti dai partiti enopn dagli elettori: ecco il male di tutti i mali
    POLITICI speculate sulla ns salute!
    noi l’aereo lo prendiamo forse 1/2 volte all’anno e possiamo pure andare fino a malpensa o linate ma VOI volete la comodità x andare a Roma da un aereoporto vicino casa!!!!