BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La perizia: Carrera poteva vedere l’auto ferma

Nel processo il P.M. Di Marco presenter?? una perizia secondo cui l???autostrada era illuminata e Carrera poteva evitare lo scontro con la macchina delle due ragazze morte.

Più informazioni su

Emergono nuovi elementi sull’incidente dello scorso Capodanno sulla A4 che costò la vita due studentesse di 23 anni e in cui fu coinvolto anche Massimo Carrera. Nel processo preliminare che inizierà l’undici ottobre, il Pubblico Ministero Monia Di Marco presenterà una perizia in cui si proverebbe che quella notte l’autostrada era abbastanza illuminata perché Carrera potesse vedere la macchina delle ragazze ferma e quindi evitare lo schianto. L’ex giocatore dell’Atalanta proverà a difendersi, attraverso i suoi avvocati Roberto Bruni e Luigi Chiappero, con una perizia che stabilirebbe il contrario.  
LA RICOSTRUZIONE. Secondo quanto riferito dalla Polstrada quella notte la Ford KA con a bordo Chiara Varani, Patrizia Paninforni e l’amica Nadia (ferita) viaggiava sulla seconda corsia, preceduta da un’auto con la mamma di Chiara e il compagno, il fratellino Luca e la nonna Carmen. In fase di sorpasso la Fiat Punto, guidata da un 38enne vicentino, colpì la Ford KA sulla parte posteriore sinistra, ribaltandosi. La Ford KA rimase di traverso tra la seconda e la terza corsia, l’auto con i parenti di Chiara ferma più avanti sulla corsia d’emergenza con altre macchine che si fermarono. Dopo pochi minuti un altro impatto lieve tra una Mercedes ML e la Ford KA. La mamma di Chiara fece uscire dall’auto Nadia mentre la figlia rimase al posto di guida con un piede imprigionato. Anche Patrizia era viva, ma non riusciva a liberarsi. Una decina di minuti dopo il primo incidente la Mercedes R a 7 posti di Carrera piombò sulla Ford KA. L’ex juventino era in auto con la moglie Pinuccia, la secondogenita e tre amiche della figlia. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.