BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Chiude la comunit?? per minori “Il Decollo”

I tagli al sociale hanno costretto la struttura a chiudere i battenti. Costituita nel 1991 su iniziativa dell'associazione "Centro aiuto alla vita".

Più informazioni su

Chiuderà dal primo agosto la comunità alloggio per minori «Il Decollo» a Romano. La struttura ospita attualmente quattro ragazzi che terminano proprio in questi ultimi giorni di luglio i loro progetti. L’allarme era già stato lanciato da Bergamonews che aveva raccolto l’esperienza e le voci della Cooperativa Sirio di Treviglio. La causa di questa chiusura è da ricercare nei tagli al sociale prese dalle amministrazioni comunali alla ricerca di far quadrare i conti e rispettare il patto di stabilità.
Silvio Marchetti, responsabile del «Decollo» e presidente del Coordinamento delle comunità alloggio e delle reti familiari della provincia osserva che "a farne le spese di queste politiche economiche rischiano di essere i ragazzi, i protagonisti di più deboli della nostra società".
La comunità alloggio era nata nel 1991 a Romano, su iniziativa dell’associazione «Centro aiuto alla famiglia», legata alla parrocchia di San Pietro ed aveva trovato la sede nell’ex Istituto Mottini. Parallelamente era stata costituita anche la cooperativa «Cooperazione Famiglia» per la gestione di altre attività: il servizio extrascuola e lo spazio gioco.
Oltre a penalizzare i minori in difficoltà si rischia di buttare al vento anche un’esperienza ventennale che ha coinvolto molti volontari e collaboratori professionali. Per questo motivo ora i volontari vogliono tenere in funzione un centro diurno partecipando alla gara di appalto bandita da «Solidalia», l’azienda speciale consortile che ha come soci i 17 Comuni della Bassa orientale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Franco

    Dopo la casa dell’accoglienza della Fondazione Portaluppi di Treviglio ora anche la comunità per minori il Decollo di Romano chiude. Questo è l’effetto dei tagli lineari del nostro governo. Una vergogna, una cosa da terzo mondo!. Questo governo deve andare a casa “subito” per non fare altri danni.

  2. Scritto da alfio

    Non ci posso credere, ma è la conferma di chi paga la crisi che Berlusconi e Bossi dicevano che non s’era!
    Cosa aspettiamo a mandarli a casa?

  3. Scritto da Giulietta Fumagalli

    Non è giusto tagliare i servizi sociali e tutte le attività di supporto ai soggetti più deboli,vanno tagliati gli sprechi.Un esempio lo ha dato Napolitano con il taglio ai suoi incentivi mi chiedo,perchè invece di tagliare i servizi alla persona non tagliano parte degli emonumenti percepiti degli assessori ,sindaci seguendo l’esempio di Napolitano.

  4. Scritto da julius

    questa è proprio una bruttissima notizia…
    i tagli sul sociale sono una cosa indegna di un paese civile, dal Comune allo Stato, questa è una sconfitta.

  5. Scritto da marilena

    mi dispiace per i ragazzi però i tagli al sociale chi li sta facendo? Chi ha votato quelli che ci stanno governando? Il centro aiuto alla vita dovrebbe forse riflettere…