BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Spagnolo: “Nessun favoritismo per gli ultr?? dell’Atalanta” fotogallery

Il dg prende le difese della societ?? dopo la scoperta di presunte liste preferenziali per l'acquisto dei biglietti. "Tutto secondo le normative". E fa notare che nell'ultima stagione non ci sono stati incidenti.

Più informazioni su

“Noi abbiamo fatto tutto attenendoci alle normative, siamo sereni e tranquilli perché non abbiamo mai infranto le regole”. Ci pensa Roberto Spagnolo a prendere le difese dell’Atalanta perla nuova bufera sui biglietti che ha coinvolto la squadra nerazzurra. Il direttore generale nerazzurro nega qualsiasi favoritismo nei confronti degli ultrà: “Abbiamo incaricato Lottomatica, che è distributore ufficiale dei biglietti, di organizzare questa cosa – le parole di Sapgnolo -. Abbiamo venduto i biglietti tramite i canali ufficiali, abbiamo venduto i biglietti a chi aveva titolo per acquistarli e l’abbiamo fatto a prezzi non favorevoli. Questo è quello che ha fatto l’Atalanta, comunque noi abbiamo presentato "memoria" tramite il nostro avvocato Bruni, credo che andremo a breve davanti al Prefetto”. Poi il dirigente atalantino ricorda alcuni dati importanti sulla tifoseria atalantina riferiti alla stagione scorsa: “Ci terrei a sottolineare alcune cose, ad esempio le oltre 17mila tessere del tifoso sottoscritte a Bergamo e il fatto che non sia successo nessun incidente in questa stagione. E ci terrei a sottolineare come il presidente Percassi  dopo decenni di fratture nella tifoseria bergamasca sia riuscito a riunire tutti sotto il Club Amici dell’Atalanta e i ragazzi della Curva Nord. Questo è quello credo che sia un segnale di quello che sta facendo il presidente Percassi,  nel pieno rispetto delle regole e soprattutto con i fatti e non solo con le parole”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea

    ecco ora si spiega del perchè sono spariti kaos e brigate,ora si spiega perchè bisognava fischiare applaudire o cantare solo e quando lo dicevano le persone in balconata,ed ora mi sorge un dubbio:e il pullman per le trasferte dei supporters?
    e io povero abbonato ci mettevo i soldi in anticipo…….

  2. Scritto da andrea

    mi viene un altro dubbio,”nell ultima stagione non ci sono stati incidenti “significa che i biglietti regalati hanno fatto cambiare la mentalità dell “vivere ultrà”?

  3. Scritto da MM

    ecco bravo andrea bevitela tutta sta storia che i mass media tirano fuori il giorno della presentazione della campagna abbonamenti… non vi è ancora chiaro dopo i deferiementi fatti in base al nulla che l’Atalanta ed il suo potentissimo presidente danno fastidio e fanno paura al resto dell’itaGlia calcistica?

  4. Scritto da tia

    ecco andrea è qui l’errore: regalati cosa?????
    pagati 10 euro a partita..
    magari a differenza tua che con 50 euro ti sei fatto l’abbonamento.. fai bene i calcoli prima di parlare..e informati!

  5. Scritto da Marino Foletta

    @2 biglietti regalati? forse è lei che dovrebbe cambiare mentalità e leggere le notizie prima di commentarle

  6. Scritto da Guido

    Caro dg, lo sanno tutti che i 300 biglietti per quei tifosi sono rimasti riservati per tutta la stagione. Basta chiedere in curva.

  7. Scritto da questo calcio ci fa skyfo

    una curva ridicola. Molto meglio lo spicchio della sud con tanto di “fò de cò” e coreografie…

  8. Scritto da stai zitto...

    stai zitto…andrea

    la curva ama la Dea e solo questo conta!

  9. Scritto da @3

    La teoria del complotto funziona sempre. Anche hitler diceva che gli ebrei complottavano contro la Germania…
    Alà, fiaba.

  10. Scritto da @8

    La verità ti fa male, lo so.

  11. Scritto da enrico

    Signor Spagnolo, le fratture nella tifoseria atalantina, come le chiama lei, possono benissimo essere chiamate divergenze, che possono riflettere semplicemente diversi punti di vista (d’altra parte siamo in 20.000, e non vedo perchè la dovremmo pensare tutti uguale).
    Sinceramente, dopo il tombino col milan e le auto incendiate ad Alzano (per fare solo due esempi), anche se non corriamo tutti dietro al bocia e soci non penso sia un peccato grave. Non tutti amano belare in coro.

  12. Scritto da Gianluca - Sorisole

    Bravo Enrico. Se uno va sul palco della festa della Dea accanto al Bocia potrà mai rifiutargli un aiutino nell’avere il biglietto garantito?

  13. Scritto da roby

    Quanto imbarazzo da parte mia vedere sul palco della Festa della Dea il Presidente Percassi accanto al Bocia.
    Presidente: prima di una grande squadra, costruisca una grande Società, togliendosi di torno tutto il sottobosco che gira intorno alla squadra.

  14. Scritto da Fo' de Co'

    io non ero in nessuna lista ma i biglietti sono sempre riuscito a prenderli…

  15. Scritto da Fo' de Co'

    chissa’ come mai nessun giornale va ad informarsi su tutti i soldi che si prendono dalle societa’ a inizio anno squadre come Roma,Milan,Lazio,Inter…
    altro che 300 fotocopie di carte d’identita’ in una ricevitoria… decine di migliaia di euro + biglietti,abbonamenti e trasferte europee gratis!!