BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il fascino del Giappone al Museo di Casazza

L'arte del Giappone approda al Museo Val Cavallina di Casazza, dove è visitabile fino al 18 settembre la mostra «In the Garden of Genji» (Nel Giardino di Genji), del pittore giapponese Hiroaki Miyayama.

Tép. Trascorso e prossimo, unico. Con questa iniziativa il Museo offre i suoi spazi ad importanti artisti di varia provenienza chiedendo loro di trarne ispirazione per una lettura del tempo. Nel dialogo tra ambiti cronologicamente e culturalmente diversi, tra artisti e pubblico si crea uno spazio di incontro in cui il tempo non è più semplicemente rappresentato ma diventa tempo vissuto. 
L’arte del Giappone approda al Museo Val Cavallina di Casazza (via Nazionale 67), dove è visitabile fino al 18 settembre la mostra «In the Garden of Genji» (Nel Giardino di Genji), del pittore giapponese Hiroaki Miyayama. 
Iscritto all’ambito informale nel periodo della sua giovinezza, tornato poi alla tradizione figurativa, Hiroaki Miyayama, in questi ultimi anni si è concentrato sulla rappresentazione visiva della storia di Genji, uno dei più antichi poemi sacri giapponesi che narra delle peregrinazioni di un principe, realizzando 55 incisioni – che seguono i 55 capitoli dell’originale – sviluppando le tecniche Western graphic di incisione, acquatinta e mezzatinta. Quindi perfeziona l’immagine, affinando i colori e sovrapponendola a sfondi d’argento e oro. Così evoca i colori delle stagioni: il chiaro di luna dell’inverno, i colori accesi dei fiori estivi e gli ardenti rossi e gialli delle foglie autunnali.  Sabato 30 luglio alle 21 il maestro Miyayama darà una dimostrazione tecnico pratica dell’antico procedimento di stampa. Introdurrà il direttore della Laba di Firenze Mauro Manetti.  Seguirà rinfresco. Orari di apertura del museo dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.