BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Altalena a Piazza Affari. UBI in ripresa.

Il debito pubblico e la minor crescita del Pil statunitense, le elezioni anticipate in Spagna spingono al ribasso tutte le borse europee.

Più informazioni su

E’ l’incertezza ha tenere banco sui mercati finanziari mondiali e la settimana che si chiude, con venerdì 29 luglio, non registra certo segnali positivi.
A tenere immersi nell’incertezza gli investitori sono più elementi, a partire dall’innalzamento del debito pubblico statunitense, legato anche a una minor crescita del Pil a stelle e strisce. Infatti, nel secondo trimestre del 2011 il Pil annualizzato degli Stati Uniti ha registrato un aumento dell’1,3%, al di sotto del consenso (+1,7%) e il Pil del primo trimestre è stato nettamente rivisto al ribasso, passando dal +1,9% al +0,4%. Nel pomeriggio il presidente Usa Barak Obama ha annunciato che "Sul debito c’è un accordo di massima" e così il vento della fiducia è tornato a soffiare sulle borse. Da questa parte dell’Atlantico, a spingere al ribasso le piazze finanziarie, c’è l’annuncio delle elezioni anticipate in Spagna con il ritiro dalla competizione politica di Zapatero.
Con questo quadro Piazza Affari chiude con un passivo dello 0,67 per cento. Parigi ha chiuso con un ribasso dello 0,9%, Francoforte ha ridotto il passivo allo 0,17%, Londra ha perso lo 0,85%, Madrid lo 0,19 per cento. Nuove tensioni sui titoli di stato italiani. Lo spread tra il bund tedesco e i BTp decennali è salito a 334, il 4,7% in più rispetto all’apertura. Il livello più alto del differenziale di rendimento toccato oggi è stato di 338
Tra i titoli bancari soffrono, ma UBI banca regge l’urto e chiude in positivo (+1,02%) a 3,356 euro.   

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da claudio

    Come fate a dare le notizie!
    Da vario tempo Ubi perde il 10% e voi zitti, ha una quotzione inferiore al prezzo di collocamento di quasi il 20% e voi cosa solltolineate?. che nell’ultima riunione di borsa ha recuperato ben l’1%
    Un giornalista corretto dovrebbe sottolineare che prima hanno deliberato un aumento di capitale, e dopo tre mesi il piano industriale che avrebbe dovuto giustificare l’aumento di capitale, che il giudizio sul Cda è sempre più negativo.
    Sembrate a libro paga di Zanetti

  2. Scritto da venezuelano

    A dispetto di chi vuole impadronirsi del cda.