BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Istituzioni bergamasche e politica tra parenti e amici al comando

Dalla Giunta provinciale all'ospedale di Treviglio, e poi Atb, Uniacque e Giunta comunale. La "famiglia" Italia dei Valori. Parlare di parentopoli non sarebbe corretto, ma quanti intrecci.

Più informazioni su

Utilizzare la parola parentopoli, che richiama per tutti qualcosa di losco, che non rispetta le leggi, non sarebbe tanto corretto, ma quanti intrecci di parenti e colleghi anche nella politica bergamasca. Sono circostanze e nomine già note, per carità, ma messe tutte insieme non possono non far riflettere. A partire dall’ultima nomina.
Rispunta in politica, infatti, il nome dell’avvocato e grande professionista Gianni d’Aloia, già coordinatore cittadino di Forza Italia, mai grande amico di Marco Pagnoncelli e molto vicino, invece, all’attuale coordinatore del Pdl Carlo Saffioti. D’Aloia è stato eletto presidente di Uniacque. Ed è anche padre di Tommaso D’Aloia, il giovane avvocato e assessore all’Edilizia privata e alle Politiche della Casa della Giunta Tentorio. Un avvocato di esperienza e uno molto più giovane, colleghi nello studio di via San Francesco di Fabrizio Antonello, già assessore nella Giunta Veneziani. Un altro personaggio politico che non è rimasto a guardare: poco tempo fa, infatti, è stato nominato presidente dell’Atb.
Offre spunti anche la Giunta provinciale: con l’assessore alle Grandi Opere ed Expo Silvia Lanzani che, oltre ad occupare anche il posto di consigliere comunale, è anche nota compagna di vita del parlamentare e prossimo capogruppo della Lega Nord alla Camera Giacomo Stucchi. Posizione forte, quella di Silvia Lanzani, che si è conquistata poco tempo fa anche un passaggio de "Il Sole 24 Ore Lombardia", che ha messo in evidenza una serie di incarichi ricevuti come libero professionista per l’ospedale di Treviglio.
L’elenco della Giunta provinciale non finisce qui: il giovane assessore alla Protezione Civile Fausto Carrara è, come tutti sanno, destinato a diventare genero del presidente Ettore Pirovano, dato il fidanzamento con Daisy Pirovano. Quella Daisy Pirovano che nel 2009 è diventata sindaco di Misano Gera d’Adda, il paese del presidente Ettore, con una campagna elettorale per le comunali che fu preceduta da una serie di critiche di Ettore Pirovano nei confronti del Piano regolatore approvato dalla Giunta precedente. Con una sottolineatura d’obbligo: Ettore Pirovano è stato eletto presidente e la figlia è stata eletta sindaco. Se ci si trova ai posti di comando in famiglia, in questo caso, lo si deve al voto e non a nomine successive.
Eletti, naturalmente, anche i parlamentari dell’Italia dei Valori, che nel 2008 riuscì a mettere in cascina ben cinque parlamentari bergamaschi e non ci lascia certo all’asciutto di parentele. Antonio Di Pietro, lo consideriamo bergamasco in quanto residente a Curno, Silvana Mura (già assessore a Bologna nella Giunta Cofferati), residente anche lei in Bergamasca, Sergio Piffari, Gabriele Cimadoro, e Ivan Rota. La grande famiglia dell’Italia dei Valori, con il rapporto di parentela tra Di Pietro e Cimadoro, e tra Cimadoro e Ivan Rota.
Piccola nota per il Pd, con il responsabile provinciale dei Giovani Democratici Davide Casati che è assessore a Scanzorosciate, nonchè nipote di Alberico Casati, noto politico della zona, ex popolare: è uno dei consiglieri di Uniacque, l’unico in continuità tra il vecchio e il nuovissimo consiglio d’amministrazione.

Questi i casi lampanti accertati finora. Ai lettori: avete suggerimenti?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pietro

    c”e’ gente che crede ancora alla sinistra ..prutroppo….

  2. Scritto da giacomo previtali

    il problema e’ chi e’ stato letto enn…si acccettano scommesse…..siete tutti dei pitla……INTANTO NOI PAGHIAMO….:-))))))))e zitti…ma il problema e’ chi e’ stato eletto e chi no….che pirla che siete

  3. Scritto da amm.re PDL deluso

    per 35. Purtroppo il Congresso PDL non farà giustizia… Sono due anni che agli amministartori PDL (lo sono di un piccolo paese) viene detto: chi si iscrive o rinnova la tessera avrà diritto di voto al congresso provinciale, già ma si terrà? Forse qualcuno non lo sa ma al congresso provinciale hanno diritto di voto solo gli amministratori e non tutti gli iscritti.

  4. Scritto da Ponteranichese

    @25
    A Ponteranica l’Assessore Aldegani ed il Sindaco Aldegani NON sono parenti…informarsi prima di scrivere baggianate?

  5. Scritto da lettore

    Concordo con la prima parte con madali’.

  6. Scritto da Vic

    Perchè non fare un’analoga inchiesta in Emilia Romagna, Toscana, Liguria, Umbria, ecc.

  7. Scritto da Lettore trevigliese

    Beh,che dire…si scopre l’acqua calda!Purtroppo è un malcostume tutto italiano,indipendentemente dal colore politico…Mi piacerebbe però che si andasse a scavare un po’ più a fondo,verificando anche se i concorsi possono essere manovrati da “forze occulte”.Penso alle assunzioni nella pubblica amministrazione e nelle società partecipate dei comuni…parenti,amici,fidanzate/i di figli/e ecc.è giunta l’ora per una rivoluzione meritocratica!

  8. Scritto da !

    Bell’articolo,anche se con qualche lacuna che i lettori giustamente han segnalato. Bravi BG NEWS!

  9. Scritto da ?

    E il nuovo Ministro della Giustizia cognato del’avvocato di silvio b?

  10. Scritto da madalì

    per “una donna”: la differenza è nel fatto che la televisione possiamo anche non guardarla, mentre politici e amministratori ci condizionano la vita ….Per il resto, guardate che anche nei paesini delle valli governati dalla Lega le cose vanno così: nel mio è la moglie del sindaco che comanda in Comune, mentre parenti ed amici si dividono tutte le cariche possibili. Ma cosa si può fare, concretamente, per mandarli fuori dai piedi?

  11. Scritto da I giofani

    Oriani e’ consigliere provinciale perché ha regalato a cl un assessore in citta infatti dimettendosi Callioni ha lasciato il posto …

  12. Scritto da Camillo

    Concordo con il n. 36: l’assessore D’Aloia non è mai stato eletto in circoscrizione, quindi è sbagliato parlare di gavetta e, secondo errore, non è ancora avvocato: eravamo insieme all’esame scritto e avremo l’orale dopo ottobre. Solo se lo supereremo saremo avvocati!

  13. Scritto da lettore sbalordito

    Ma chi lo ha scritto sto articolo? D’Aloia stesso? Non di da altro che incensare le doti professionali (ma quando mai) dello stimato (tze) avvocato! Suvvia bgnews non perdete la credibilità che avete faticosamente guadagnato finora.

  14. Scritto da vergogna

    Saffioti peggio di pagnoncelli.

  15. Scritto da Lucus

    Sono nomine che ci stanno quelle di Saffioti. Cose che fan riflettere ma come dice l’articolo: nessuno scandalo

  16. Scritto da vigilia

    mi pare evidente che siamo alla vigilia di una rivoluzione morale che si scatenerà contro le segreterie

  17. Scritto da boss

    Bell’articolo…chissà scavando cos’altro salta fuori.
    Grazie Bergamonews

  18. Scritto da Gian

    Sono deluso da Saffioti. Queste cose feriscono il nostro partito e provocano una perdita di consensi.

  19. Scritto da enrico pdl

    una vera vergogna. il peggio della prima repubblica. manuale cencelli per la spartizione. cancellate le sentenze amnu. addirittura aumentati i compensi. ma questi signori dove vivono ? che vergogna. basta pdl e lega

  20. Scritto da Aldo

    Dal pdl meridionalizzato lo sapevamo tutti ma gli intrecci della mi lasciano perplesso.

  21. Scritto da roberta

    indagate un pò sulle nomine e sugli incarichi affidati dalla provincia in materia di expo.

  22. Scritto da Contro la casta

    Perchè non parlare ad esempio dei consiglieri provinciali PDL: Alessandro Sorte vicecapogruppo è stato candidato in collegio blindatissimo perchè assistente di Gregorio Fontana, Nora Prevedoni è stata candidata in collegio blindatissimo perchè assistente di Pietro Macconi, Matteo Oriani è stato candidato in collegio (meno blindato ma non totalmente fallimentare) perchè assistente di Saffioti. Giuliano Capetti ha tentanto ma non è riuscito a mettere suo fratello al parco del Serio

  23. Scritto da cetsec spa

    la redazione s’è dimenticata che la figlia di pirovano lavora o lavorava al Cestec spa, società al 100% partecipata dalla regione lombardia

  24. Scritto da jak

    Vhe orrore, non voterò più il pdl in vit mia! altro che partito del merito!

  25. Scritto da L'uomoqualunque

    Più leggo questo articolo e più capisco che il successivo è forse un’utopia. Ce la faranno questi giovani a tirarsi fuori dagli intrallazzi dei “grandi” ? Quando noi saremo vecchi, saranno loro ad avere in mano il timone del paese. Se non ce la fanno loro, se non avranno dei buoni maestri, a rimetterci saremo noi. Puntiamo sui giovani che sono il nostro futuro

  26. Scritto da Silvio

    Certo che due avvocati dello stesso studio sono una bella coincidenza.

  27. Scritto da che scoperte

    speriamo che non abbia altri parenti.

  28. Scritto da che scoperte

    ma pensa quelli di bergamonews si accorgono solo ora che ci sono daloia d’appertutto?

  29. Scritto da @ Contro la Casta

    Pensi che Alessandro Sorte non avrebbe vinto lo stesso? Sai perchè è in piedi la festa di Ghisalba? Sai quanta gente si rifà a un giovane onesto e che ha voglia di cambiare le cose? Altro che collegio blindato perchè è assistente di Fontana. Sorte si è fatto la sua gavetta.

  30. Scritto da La Redazione

    No, gentile commentatore 13. Ci eravamo sicuramente accorti che Tommaso D’Aloia era nella Giunta Tentorio. Mentre la nomina del padre in nuova posizione “pubblica” è avvenuta ieri sera. Cordialmente.

  31. Scritto da tom ponzi

    In casa lega nord poi vi è il caso del consigliere regionale Frosio con relativa figlia ed ex moglie… , ma perchè non fate una più dettagliata e completa ricerca sulla parentopoli leghista ? o vi manca il coraggio di farla ?

  32. Scritto da i segreti di via frizzoni

    Voi sapete il pdl ha piazzato i suoi con manovre di perfetto bricolage? Adesso recupero tutti i nomi poi ve li scrivo qui……

  33. Scritto da rocky

    Romano di L.dia;
    assessore servizi sociali è la moglie dell’ex candidato sindaco PDL Suardi
    presidente del cons.comunale è la moglie del consigliere provinciale della Lega Natali
    La moglie dell’assessore Zanardini è nel CDA di una fondazione, scelta dal comune.
    Il figlio del vice-sindaco della Lega, è anche lui nel CDA di un’altra fondazione, anche questa scelta dal comune.
    E via dicendo….

  34. Scritto da matthew

    Scusate ma essere assistente è un po’ diverso da essere parente,coniuge, amante ecc.

  35. Scritto da Stefano

    Qualcuno dice che moglie, amante ecc.. è diverso da “assistente”. E’ vero, sono posizioni diverse, ma la domanda è: siamo sicuri che un assistente – e peggio ancora se continua ad esserlo – assuma posizioni autonome e di coscienza nel valutare i problemi, quando sa di essere stato “messo lì” per il fatto di essere “assistente”? A me sembra un po’ come dire: “non ci vado io (perchè magari la legge me lo vieta per incompatibilità..) quindi ci metto te, tanto è come se fosse la stessa cosa…”

  36. Scritto da Potranga

    Esempio di parentopoli in salsa verde padano è la giunta comunale di Ponteranica: Sindaco Aldegani e Vicesindaco Minetti sono cugini, imparentati con altro assessore Aldegani Roberto.

  37. Scritto da Mah

    @20 perchè non si è presentato al suo paese ?

  38. Scritto da Contro la Casta

    Suggerisco alla redazione di indagare sul complesso mondo delle RSA comunali, ne vedreste delle belle, soprattutto tra le file leghiste. Cmq non c’è un politico che si salvi, sono tutti marci!

  39. Scritto da UN VALDIMAGNINO

    PER TOM PONZI
    INNANZITUTTO EX MOGLIE DI FROSIO è STATA VOTATA PER BEN 2 VOLTE DAI SUOI CITTADINI ,NON E’ STATA NOMINATA DA NESSUNO ,FA PARTE DI UNA LISTA CIVICA…..
    LA FIGLIA E’ CONSIGLIERE DI MINORANZA A S.OMOBONO TERME ..
    TI CONSIGLIO DI CANDIDARTI IN QUALCHE COMUNE PICCOLO E VEDRAI QUANTI VANTAGGI SI HANNO..!!!!!

  40. Scritto da natali romualdo

    ops, scusate, ripescaggi

  41. Scritto da natali romualdo

    n. 22 Rocky
    Solo per precisare che il sottoscritto è stato democraticamente eletto in Consiglio provinciale, senza necessità di ripescamenti, mentre mia moglie è risultata la seconda, come preferenze, nella lista Lega Nord; mia moglie, tra l’altro, a giudizio di molti, si sta meritando il posto che occupa.
    Grazie

  42. Scritto da lettore

    Che dire,andiamo proprio bene e meno male che ora si comincia a tirar fuori un po’ di nomi cosi’ la gente comune(come me)che finora non ha mai messo il naso tra le cose politiche,incomincia ad aprire gli occhi…aime’..c’e’ da piangere!!
    Mi pento di avere insegnato a mio figlio che l’onesta’ paga sempre!

  43. Scritto da Non facciamo di tutta un era un fascio

    dobbiamo distinguere fra chi è stato eletto e chi è stato nominato.

  44. Scritto da Marco pdl

    Questa e’ troppo grave : nomina del padre , già protagonista delle vicende amnu , di un assessore certo non protagonista di successi in città , sindaci di tutta la provincia in rivolta. Alla prima seduta del consiglio di amministrazione si triplicano lo stipendio. Saffioti deve dimetter si o sarà il congresso pdl a fare giustizia. Siamo delusi e stanchi di votare e sostenere il pdl.

  45. Scritto da Giovanni

    @32 Già , il Trota è stato eletto ……….

  46. Scritto da una donna

    PENSO SI STIA FACENDO UN PO’ DI CONFUSIONE FRA CHI è STATO ELETTO E NOMINATO CHE SONO DUE COSE DIVERSE ….
    POI COME MAI NESSUNO SI SCANDALIZZA SE I FIGLI O PARENTI DI CANTANTI , ATTORI , CALCIATORI FAMOSI FANNO TRASMISSIONI TELEVISIVE

  47. Scritto da fabio

    vogliamo parlare degli appalti affidati a società intestate ad amici e/o parenti di eletti? Vogliamo parlare di progettisti? di consulenze? di acquisto di materiali presso ditte che ricaricano del 100% il prezzo standard?
    Bergamonews, fallo e acquisterai ancora più rispetto all’interno del mondo del giornalismo

  48. Scritto da Errore

    Avete scritto che D’Aloia jr è stato in circoscriZione. Non è così!

  49. Scritto da PDL iscritto

    Concordo che ci sia la necessità di distinguere tra eletti e nominati. Ritengo che il problema reale sia se le scelte fatte dai partiti siano state basate sulla meritocrazia o meno. Ad esempio nel Pdl Sorte e Oriani, seppur assistenti di Fontana e Saffioti, sono due giovani validi con anni di militanza alle spalle e che stanno svolgendo bene il loro ruolo in provincia. Bisogna valutare merito, competenze e capacità.

  50. Scritto da sempre e comunque solo parole

    X 34 una donna. Condivido in toto.
    Complimenti. Anche in questo caso, devo constare che la sinistra è geneticamente immune, o quasi (vedi indagini Sesto San Giovanni), da ogni intrallazzo.