BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dentista da almeno due anni con laurea falsa comprata in Calabria

I carabinieri di Vibo Valentia continuano le indagini sulle "lauree facili". Chiuso il cerchio anche su un odontotecnico residente ad Arcene, 49 anni, che si spacciava per dentista.

Più informazioni su

Si spacciava per dentista da almeno due anni, esibendo tanto di laurea. Peccato che secondo i carabinieri quella laurea non c’è mai stata e anzi, il sedicente dentista non si è mai nemmeno iscritto all’ateneo dove dice di essersi laureato. Accade tra Arcene, Messina e la provincia di Vibo Valentia, epicentro delle indagini, dove i carabinieri sono impegnati da due anni a rintracciare e individuare lauree facili, dove la scoperta nel 2009 di uno stampificio anomalo dal quale usciva ogni tipo di certificato.
Negli ultimi giorni i militari di Vibo Valentia hanno chiuso le indagini su 14 soggetti con studi professionali in tutta Italia, tra dentisti, medici, assicuratori e anche funzionari pubblici. Dovranno rispondere a vario titolo di falso materiale e falso ideologico, ma anche di esercizio abusivo della professione. E’ il caso di M. Z. 49 anni, con residenza ad Arcene e uno studio probabilmente a Pontirolo Nuovo. Semplicemente un odontotecnico, uno che dovrebbe occuparsi di dentiere e apparecchi, in assistenza al dentista. Ma per i clienti bergamaschi M. Z., almeno negli ultimi due anni (secondo i carabinieri) è un dentista in piena regola laureato all’Università di Messina. "Università dove, da quanto ci risulta, non è mai nemmeno andato ad iscriversi" dicono dal comando militare di Vibo Valentia. Presto sarà interrogato.
Da tempo M. Z. se ne stava tranquillo, i carabinieri stanno cercando di capire da quanto. Di sicuro non dal 2009, quando l’ordine degli odontoiatri di Vibo Valentia segnalò alla procura della Repubblica una serie di movimenti strani: ad esempio tre nuovi odontoiatri che si erano appena iscritti all’ordine e indicavano tutti, come residenza, lo stesso numero civico a San Costantino Calabro (Vibo). Un piccolo Comune dove nel giro di pochi giorni i carabinieri trovarono una vera e propria stamperia: laureificio, diplomificio e certificatificio abusivo. Per tutti e di tutti i gusti. Laurea a San Costantino, non a Messina.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.