BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un’altra giornata nera in Piazza Affari

Male l'Europa e male le grandi banche: tra queste Ubi perde il 6%, il Banco Popolare pure il 6%.

Più informazioni su

Ancora una chiusura in rosso per Piazza Affari. Come accade da settimane, l’andamento altalenante della borsa di Milano ha portato mercoledì all’ennesima chiusura nera con il FTSE MIB a -2,77%. Giornata da dimenticare anche per le grandi banche, per le piazze europee, così come per Wall street. Tutto preannunciato già in mattinata, con un’apertuna che in poco più di un’ora brucia la manciata di miliardi guadagnati martedì. La Borsa milanese parte male e continua peggio, con l’indice Ftse Mib che alle 10.30 lascia sul terreno il 2,62%, toccando un minimo di 18.531 punti.
Mercoledì nero anche per le cinque più grandi bache italiane, quelle stesse promosse a pieni voti dagli stress test di dieci giorni fa. Unicredit ha ceduto il 5,5%, Intesa Sanpaolo il 4,5%, Banca Mps il 5%, Ubi Banca il 6%, Banco Popolare il 6%. Di qui, l’allerta sullo spread Btp-Bund, che balza nuovamente al di sopra dei 300 punti base (assestandosi a 314), con un rendimento del decennale italiano che continua inesorabilmente ad avvicinarsi al 6%.
L’Italia vince la maglia nera di questo mercoledì di fine luglio, ma non è l’unica piazza europea ad aver chiuso al ribasso. Parigi chiude con -1,7%, Francoforte -1,4%, Londra -1,2%. Male anche Wall Street: il Dow Jones cede lo 0,6%, l’S&P 500 lo 0,77% e il Nasdaq l’1%.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.