BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stranieri irregolari, ok alle nozze Prevedini: “Sentenza ingiusta”

La Corte Costituzionale permette agli immigrati irregolari di unirsi in matrimonio con i cittadini italiani. Il sindaco leghista di Caravaggio: da noi serve ancora il permesso di soggiorno per il matrimonio.

La condizione di immigrato o immigrata irregolare non può essere di per sé un ostacolo alla celebrazione delle nozze con un cittadino o una cittadina italiana: lo ha stabilito la Corte Costituzionale che ha dichiarato la parziale illegittimità dell’articolo 116, primo comma, del codice civile, bocciando così una norma del pacchetto sicurezza che impone il possesso di un regolare permesso di soggiorno all’immigrato che vuole sposare un italiano. Con la sentenza 245/2011, redatta dal presidente Alfonso Quaranta, la Consulta ha dichiarato "l’illegittimità costituzionale dell’articolo 116, primo comma, del codice civile, come modificato dall’articolo 1, comma 15, della legge 15 luglio 2009, numero 94 (disposizioni in materia di sicurezza pubblica) – modifica volta a limitare i matrimoni di comodo – limitatamente alle parole “nonché un documento attestante la regolarità del soggiorno nel territorio italiano”.
Ecco il testo completo dell’articolo: "Lo straniero che vuole contrarre matrimonio nella Repubblica deve presentare all’ufficiale dello stato civile una dichiarazione dell’autorità competente del proprio paese, dalla quale risulti che giusta le leggi a cui è sottoposto nulla osta al matrimonio nonché un documento attestante la regolarità del soggiorno nel territorio italiano".
Per i giudici delle leggi "la limitazione al diritto dello straniero a contrarre matrimonio nel nostro Paese si traduce anche in una compressione del corrispondente diritto del cittadino o della cittadina italiana che tale diritto intende esercitare. Ciò comporta che il bilanciamento tra i vari interessi di rilievo costituzionale coinvolti deve necessariamente tenere anche conto della posizione giuridica di chi intende, del tutto legittimamente, contrarre matrimonio con lo straniero".
La Consulta ha anche richiamato una sentenza della Corte europea per i diritti dell’uomo di Strasburgo, secondo la quale "il margine di apprezzamento riservato agli stati non può estendersi fino al punto di introdurre una limitazione generale, automatica e indiscriminata, ad un diritto fondamentale" garantito dalla convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo.
Per Giuseppe Prevedini, sindaco di Caravaggio, che nel 2007 aveva emesso un provvedimento in base al quale lo straniero che vuole sposarsi deve presentare anche il permesso di soggiorno, questa "sentenza è sbagliata al 100%. Una scelta ingiusta che permette ai clandestini scorciatoie per avere la cittadinanza italiana. Siamo diventati troppo liberali e permissivi, abbiamo troppa cura degli immigrati e trascuriamo i nostri cittadini. Noi continueremo a chiedere l’esibizione del permesso di soggiorno al momento del matrimonio, anche solamente per rispetto nei confronti dei nostri cittadini”. Il primo cittadino di Caravaggio non si arrende e rilancia. "Fu proprio grazie alla nostra circolare che il Ministro Maroni dispose la Legge 94 nel luglio 2009 – ricorda Prevedini -. Andrò a leggere le motivazioni della sentenza della Corte Costituzionale, ma sono convinto che non abbiano compreso il vero problema. Rimango della mia opinione". 
Di tutt’altro parere Adriano Allieri, responsabile dell’Ufficio stranieri della Cisl di Bergamo: "Siamo molto soddisfatti di questa sentenza che sopprime un’odiosa discriminazione tra cittadini italiani e stranieri. In questi ultimi due anni abbiamo assistito a matrimoni di cittadini italiani celebrati nei consolati o nei paesi d’origine degli immigrati per superare questa discriminazione. La Corte Costituzionale – aggiunge Allieri – recepisce l’indicazione di una sentenza emessa dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, sollevata da un caso nel Regno Unito, insomma: l’Italia si allinea alla giurisprudenza europea".

Matrimoni misti, quando Bossi si scontrò col prefetto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ciro Treboni

    @30 Il matrimonio con la cittadinanza non c’entra, Credo sia giusto lei sappia che ci sono da sempre matrimoni fra cittadini italiani e stranieri indipendentemente dalla cittadinanza e dalla religione, la cosa non interessa solo gli immigrati poveri ma anche le fasce elevate tipo ad esempio la famiglia Agnelli. Ci mancherebbe che si selezioni per legge chi si può sposare e chi no. Penso che al mondo non ci siano leggi così neppure nei paesi musulmani più estremisti. Sono i soliti proclami.

  2. Scritto da Anarchia

    @33 io sinceramente non mi imbarazzo nel rispettare le regole del paese che mi ospita, anzi è la mia prima preoccupazione, come del resto è stata quella dei miei avi quando sono andati in Belgio o quella dei miei figli ai quali insegno che il rispetto delle regole è il senso stesso della democrazia e della libertà.

  3. Scritto da caki

    dobbiamo riflettere un po’: pensiamo alle molte ragazze straniere in età da marito, soprattutto musulmane che sono costrette a sposarsi per regolarizzare persone sul ns territorio che neanche conoscono! poi subiscono di tutto e di più perchè non possono essere tutelate! sono loro le vittime, ed è per loro che dobbiamo far qualcosa ! abbiamo casi di donne che si sposano anche 2 o 3 volte! aiutiamole, sicuramente non sostenedo questa sentenza.

  4. Scritto da sara

    E allora se davvero credi nella democrazia prendi esempio dai paesi stranieri. L’Italia è indietro anni luce dalle altre democrazie , che hanno regolamentazioni che facilitano i matrimoni e la cittadinanza agli immigrati regolari che lavorano e pagano le tasse.
    PS. Non fate gli ipocriti , perchè poi siamo noi i primi a sfruttare gli immigrati. Lavoro nero nei cantieri , matrimoni, conosco molti Bergamaschi DOC sposati con ukraine , russe , polacche …

  5. Scritto da Anarchia

    @37, forse non hai capito che io non ce l’ho con i regolari, ci mancherebbe altro, ce l’ho con chi infrange le regole, compreso i clandestini. Ripeto che trovo assurdo consentire lo svolgersi di un contratto pubblico (matrimonio) in assenza delle condizioni di base: la cittadinanza. E’ come riconsocere valido un contratto tra un maggiorenne ed un minorenne giustificandolo con il fatto che negarlo sarebbe comprimere il diritto del maggiorenne. ASSURDO! Prima allora si cambino le regole di base!

  6. Scritto da clandestinita' e' un reato

    x sara ,guarda che negli stati uniti l’immigrato clandestino viene messo in galera e se vuoi saperlo anche in asia,se uno e’ clandestino non e’ regolare come puo’ pretendere di sposarsi?un clandestino non dovrebbe neanche trovarsi sul territorio in quanto tale.
    In italia siamo fin troppo buoni,gira un po’ x il mondo e te ne accorgerai.
    Io lavoro all’estero credimi che non e’ come tu pensi.

  7. Scritto da sara

    @39 io vivo e lavoro a Londra da 7 anni e ti assicuro che qui funziona tutto circa 80 volte meglio.
    Se ci sono clandestini la colpa è dei governi che permettono la loro introduzione. In U.K i clandestini si contano sulle dita delle mani , e vengono rispediti subito a casa ma devi contare che siamo distanti da aree a rischio , come il mediterraneo.
    Se non si attuano le politiche adatte (come succede in italia) avremo sempre clandestini.Il governo è incapace e cè pure la Lega come mai
    aumentano??

  8. Scritto da sara

    @39La legalità per prima cosa.
    Trovo assurdo che i figli di immigrati regolari non siano cittadini italiani dato che sono nati qui ,lavorano e pagano le tasse regolarmente . Negli Stati Uniti tutti gli esseri umani senza distizioni di razza o religione che nascono sul loro suolo sono Americani.
    Non si può comunque impedire di unirsi in matrimonio , come succede nel resto del mondo, sia che sia irregolare o no.
    Come dici tu gli irregolari non dovrebbero essere qui… ma è colpa dello stato…

  9. Scritto da Cicce Fraina

    Se io ho una relazione con una signora filippina (o peruviana o ungherese) decido di sposarla, la porto in Italia e condivido con lei tutto quello che ho. Non è giusto che il sindaco di Caravaggio (La lega) decida che non posso farlo e che io possa sposare solo qualcuna di Boltiere o di Gorgonzola perché lo decidono loro. Si preoccupino di chi esporta capitali all’estero che così facendo danneggia sicuramente di più l’Italia o filtrino gli acquisti di aziende italiane da operatori stranieri

  10. Scritto da PIO

    @21 mio padre MURATORE mio fratello CARPENTIERE EDILE e io ero un buon PIASTRELLISTA e le ripeto non abbiamo mai avuto bisogno di clandestini anche perchè forse sono clandestini ma non sono stupidi anzi l’opposto si fidi
    @33,37,40,41 le posso anche dar ragione vada all’estero( io ho lavorato Una vita in Germania, svizzera, francia, inghilterra, belgio,ecc si lavorava con STRANIERI MA SIAMO TUTTI STAGIONALI CIOE’ 9 MESI E POI A CASA PROPIA.

  11. Scritto da Ciro Treboni

    @39 Guarda che ho girato tanto anch’io per il mondo , in Asia , in sudamerica , altrove e ho conosciuto un sacco di persone sposate di nazionalita (a volte anche religione ) diverse. Si entra col visto turistico, ci si innamora ci si sposa (dappertutto). Ci sono documenti da preparare? si preparano!!! ci sono regole da rispettare? si rispettano!!! Qui è solo una questione di esercizio di potere e ricerca di consensi facili. Se tu non hai mai incontrato coppie miste non hai girato poi così tanto.

  12. Scritto da PIO

    @41 perchè il mondo è MILIARDARIO e ci sono persone che muoiono di fame e sete?
    le nazioni povere buttano i soldi in guerre e armamenti ASSURDO
    aiutiamoli a casa loro investendo con parecchi soldi ma anche con politiche industriali alternative al luogo troppa speculazione troppi interessi e non conviene a nessuno
    cosi vediamo lo sfascio o schifo che abbiamo?
    ma se lei vive cosi bene in inghilterra?

  13. Scritto da sara

    Si si vive molto meglio qui. meno tasse più servizi , società meritocratica,
    e molto più avanti sull’integrazione multiculturale.
    Certo si mangia male.. il mare non c’e’ ma ti assicuro che dovremmo prendere esempio da loro.
    Non vi rendete conto della scarsa qualità dei governanti Italiani a partire dai Leghisti ( il Trota non sa nemmeno la grammatica di base)
    senza contare che è assurda soltanto l’esistenza di essa almeno qui si fanno un sacco di risate pensando alla Lega.. il che mi imbarazza

  14. Scritto da Cittadino Italiano

    Che novità, il matrimonio “di convenienza” è uno dei principali modi per gli extracomunitari irregolari di prendere velocemente la cittadinanza italiana!!!
    Ovviamente, presa la cittadinanza, vorrei vedere quanti matrimoni durano…

  15. Scritto da ex padano

    un’altra figura di palta della Lega, non se ne può più, vadano via!

  16. Scritto da Ponte S. P.

    Caro cittadino italiano, pensi che pur di prender voti la sinistra farebbe di tutto per agevolare i matrimoni di convenienza!

  17. Scritto da bergamo

    La Corte Costituzionale sancisce dal suo alto scranno, ma ecco, ecco arrivare su cavallo bianco (non arabo, of course) lo sceriffo Prevedini, il quale smaschera il complotto pro-islamico delle toghe (verdi, il colore del Profeta, o rosse, il colore preferito da B.?) e dice che no, lui no, non si piegherà alla soperchieria della maggiore autorità giudiziaria italiana, lui, il nostro eroe, grande, o grande Prevedini andrà per la sua strada, luminosa, verso il tramonto!

  18. Scritto da Federica

    Ci voleva la Corte Costituzionale per ricordarci che viviamo in uno Stato di diritto. Finalmente

  19. Scritto da vito

    ma i matrimoni di comodo fra un italiano (maturo e benestante) e un’ italiana (giovane,piacente e nullatenente) sono perseguibili per legge ?

  20. Scritto da savonarola

    invece i matriamoni tra italiani ( e bergamaschi ) durano molto vero?
    usciamo dal medio evo

  21. Scritto da piripippo

    Quante storie sti sinistri facciano un po’ come il grande Silvio invece di sposarsi le extracomunitarie le invitino nella loro villa , facciano il bunga-bunga e gli diano qualche centinaio di migliaia di euro così possono sposarsi con qualcun altro. Poi su quello la lega non ha niente da dire anzi lo appoggerebbe come ha sempre fatto su tutto. La lega dovrebbe stabilire per legge chi sposa chi ,padani con padane, terroni con terrone , extracomunitari fuori, solo il capo può sposare chi vuole.

  22. Scritto da Anarchia

    Clandestino: Che ha carattere di segretezza in quanto difforme dalla legge o dalle norme sociali e quindi perseguibile giudizialmente o condannabile moralmente. Ma dove sta lo stato di diritto della Corte Costituzionale…ma allora va proprio bene tutto in questo paese?

  23. Scritto da luciano015

    I diritti dell’uomo valgono anche per i nostri grandi sostenitori dei Crocefissi? O questi non capiscono nemmeno di che si parli?

  24. Scritto da maurizio ravanelli

    ci sono doveri solo per gli Italiani e diritti solo per gli stranieri.
    La Corte Costituzionale non dovrebbe nemmeno perdere tempo a valutare questi quesiti.
    Vadano un po’ a documentarsi negli altri stati come sono e si applicano le leggi. E’ ora di finirla con il perbenismo. M.

  25. Scritto da siamo tutti nipoti di Moubarak

    Non c’era bisogno della sentenza: agli stranieri bastava raccontare di essere nipoti di Moubarak. La Lega ci avrebbe creduto.

  26. Scritto da Ruby Rubacuori è mia cugina

    Prevedini chi? Quello della LEGA, che ha votato in favore della “nipote di Moubarak” ?

  27. Scritto da Hassan

    Scusate ma lo straniero in foto e’ clandestino ?

  28. Scritto da Il Naggio

    Grazie alla corte costituzionale i clandestini avranno un motivo in piu per scegliere l’itaGlia come destinazione. Il paese delle banane…

  29. Scritto da oscar

    sempre peggio

  30. Scritto da emilio minetti

    Forza ragazzi, non tutti gli stranieri sono uguali.
    Invito tutti gli stranieri a rivolgersi direttamente a silvio, lui ha un cuore grande che può aiutare tutti.
    Una volta la Gelmini da Vespa ha dichiarato: “Ho fatto viaggi in aereo con silvio e l’ho visto staccare assegni per chiunque avesse bisogno”. a silvio non interessa che tu sia regolare o no.
    Ruby la sera in questura non aveva il permesso di soggiorno, glielo hanno dato qualche giorno dopo,quindi il permesso di soggiorno è irrilevante

  31. Scritto da PIO

    nel pais di ciok va be pò i orb

    NAPOLITANO NAPOLETANO GUARDA QUESTI PROBLEMI NON IL TRASFERIMENTO DI ALCUNIUFFICI A MONZA SVEGLIA

  32. Scritto da gigi

    un sindaco che conta nulla deve solo adeguarsi e basta.

  33. Scritto da silvio minetti

    Molti imprenditori (edili e non) saranno contenti che i clandestini sceglieranno “l’itaGlia” come destinazione, perché sanno che nel “paese delle banane” possono lasciare a casa i padani ed assumere in nero i clandestini.
    Sig. Naggio non si è mai chiesto come mai i pulmini diretti a Milano sono pieni di “clandestini”?
    Mi dispiace per lei, ma ci sono molti padani che i “clandestini” li accolgono a braccia aperte, li mettono sui furgoni e fanno scendere i padri di famiglia padani.

  34. Scritto da PIO

    @20 minetti scrivere senza saper quello che si scrive è meglio andare al bar.
    1 le ricordo che sono clandestini non sono fessi

    2 io tutti questi clandestini sui pulmini che partono circa alle 5 del mattino non ne vedo anzi non ne vedevo nemmeno 30 anni fa (furbi?

    3 certo a sentir la sinistra sono tutti sfruttati e trattati malissimo poverini tutto falso è ovvio che se sei in cantiere a lavorare non sei a pregare.

    4 mi sembra che viva lei nel paese delle banane e sia anche contento

  35. Scritto da pm

    Perfetto: gli immigrati regolari resteranno vittime della burocrazia come gli italiani, gli spacciatori ben dotati di contanti e consulenti legali potranno acquisire la cittadinanza senza problemi sposandosi una cliente.

  36. Scritto da Meo Bikiko

    @18 Scusi signor Pio ma ha sbagliato stupidaggine degli inutili uffici ministeriali a Monza fatti dagli inutili magnaccioni leghisti contro il parere di quasi tutti si parla in un altro articolo. Qui si parla di un’altra stupidaggine cioè della pretesa di stabilire che chi si sposa deve avere l’imprimatur di qualcuno (come nei promessi sposi) ha ragione il @20 i clandestini sono qui per quello e ogni tanto qualcuno trova moglie senza aspettare che siano quelli delle lega a dirgli chi sposare.

  37. Scritto da al cuor non si comanda

    al cuor non si comanda. Ce l’ha insegnato il Vostro Premier

  38. Scritto da mariulì

    Sarebbe ora adeguarsi al resto del mondo , siamo arretrati , dovremmo adottare regolamentazioni come negli stati uniti e far nuovi italiani .
    La lega preferisce il medioevo e fomentare (investendo soldi) con la comunicazione della paura e dell’intontimento mediadico. Svegliatevi!

  39. Scritto da silvio minetti

    @21 PIO
    Forse lei non ha un parente che lavora nell’edilizia. Un mio parente è a casa perché l’impresa aveva “poco lavoro”, in realtà di lavoro ne aveva, ma ha “preferito” “assumere” personale in nero. Le consiglio di farsi un giro per i cantieri, poi mi dirà.
    Non illudetevi così facilmente, gli immigrati fanno comodo a molti padani e la vostra battaglia contro il clandestino è persa in partenza. Al padano che alla sera si ferma sulla statale non interessa che la ragazza sia clandestina o no.

  40. Scritto da Danilo Rota

    La Corte ha chiarito che la contrazione del matrimonio è un diritto fondamentale dell’essere umano; norme come quella introdotta 2 anni fa all’art. 116 c.c. introducono limiti generali e indiscriminati che negano tale libertà. La Lega Nord ha così violato 3 articoli della Costituzione (2, 29 e 117), 1 articolo della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo del 1948 (16) e 1 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (12). Complimenti !

  41. Scritto da il giudice

    Un obbrobrio e scempio della legge preposta. E nel contempo si tolgono le armi a chiunque è accusato anche ingiustamente di minacciare di morte il prossimo anche sconosciuto. Anzi, l’ingiuria anche lieve (594 cc) vale un sicuro processo, il furto grave (624 bis) di solito viene archiviato. Cosi viviamo, e non è sicuramente uno stato di diritto serio. Di questo passo l’anarchia regnerà sovrana, e i primi sintomi ci sono già in val di susa. Urge il ripristino in toto del saggio decalogo silliano.

  42. Scritto da Anarchia

    @27 l’amore è un diritto fodamentale dell’essere umano…il matrimonio comporta l’assunzione di doveri, anche verso la società, che non può originarsi dall’illegalità. Trovo la decisione imbarazzante e senza logica.

  43. Scritto da Anarchia

    @30 la cittadinanza è la condizione della persona fisica alla quale l’ordinamento giuridico di uno stato riconosce la pienezza dei diritti civili e politici…il clandestino non è in tale condizione. Lei firmerebbe un contratto con un minorenne?

  44. Scritto da Ciro Treboni

    @29 Anarchia Vorrei che mi spiegasse cosa ci può essere di illegale in due persone che si sposano volontariamente.

  45. Scritto da sara

    @Ananrchia
    Invece noi italiani all’estero ci imbarazziamo a sentire parole allucinanti e fuori logica come le tue. Benvenga la sentenza della corte spero si faccia di più per colmare il gap sociale e civico che vede l’Itaila molto indietro nello sviluppo sociale rispetto all’Europa ed agli Stati Uniti.

  46. Scritto da giuan de ghisa

    Prevedini che parla del rispetto dei propri cittadini? Allora cominci a rispettare i simboli dei suoi cittadini a comuinciare da quello che rappresenta per loro il Santuario di Caravaggio, significato di Cristianità .
    Quello che state combinando lì attorno è sotto gli occhi di tutti!
    Lei come del resto il suo partito predica bene ma alla fine razzola male!