BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Uniacque: D’Aloia presidente? S??, no, forse

L'intesa politica sul nuovo presidente sembra sia stata trovata sul nome di Gianni D'Aloia del Pdl, ma negli ultimi giorni cominciano a serpeggiare i primi dubbi.

Mercoledì 27 luglio Uniacque riunisce l’assemblea degli azionisti, vale a dire tutti i sindaci della Bergamasca e il presidente della Provincia di Bergamo per eleggere il presidente e il Consiglio di amministrazione della società che gestisce il servizio idrico integrato sull’intero territorio orobico.
L’intesa politica sul nuovo presidente sembra sia stata trovata sul nome di Gianni D’Aloia del Popolo della libertà, ma negli ultimi giorni cominciano a serpeggiare i primi dubbi. Infatti, raccontano i bene informati, non è detto che i sindaci vicini al Pdl siano tutti intenzionati a votare per D’Aloia e a obbedire al segretario Carlo Saffioti. Come al solito lo scontro è tutto dentro le correnti del partito del premier Berlusconi che da un po’ di tempo si danno battaglia e non si fanno mancare scherzetti a volte indigesti.
Così intese trasversali, magari anche con il Partito democratico, potrebbero far saltare il piatto e portare alla guida di Uniacque un altro presidente, c’è chi vorrebbe l’uscente Alessandro Longaretti, più tecnico che politico. Peraltro malumori emergono anche in casa leghista dove l’accordo sull’avvocato D’Aloia sarebbe legato a un direttore generale con deleghe scelto dal Carroccio.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da fede consiglere pdl

    scusi sig saffioti e sig tentorio, ma il figlio è assessore all’edilizia, il posto più delicato di bergamo, è giusto che il padre diventi presidente del secondo posto più delicato di bergamo ? davvero mi pare incredibile, sopratutto dopo le sentenze amnu. con tuuto il dovuto rispetto , questo nepotismo fa male al pdl.

  2. Scritto da def

    per ABC:
    quando D’Aloia era presidente alla vecchia AMNU è stato l’unico o comunque tra i pochi a non essere stato messo in mezzo ai casini derivanti da mani pulite…. se non è un merito l’onestà, soprattutto oggi!!!!!

  3. Scritto da avat

    ma nessuno parla degli eccellenti servizi che Uniacque stà fornendo a noi cittadini ? Non ci ricordiamo che l’aumento delle tariffe dal 2007 serviva per gli investimenti ? Dove sono ?
    Ma la LEGA dove è ? Il PD dove è …e gli altri dove sono ( UDC , IDV ) ma volete pensare ai cittadini visto che il l’acqua è un bene di tutti…

  4. Scritto da Luca

    Interessante mettere a gestire uniacque uno che ha votato la vendita della stessa ad a2a. Per di più rappresenta il comun di bergamo che nulla a da che vedere con uniacque. Bravi! Mi sembra che il pdl stia piazzando i suoi uomini visto che oramai c’è un fuggi fuggi. Ma alfano non diceva largo ai giovani e chi merita?

  5. Scritto da Gianlume

    D’ALOIA PRESIDENTE!

  6. Scritto da claudio

    Forse era meglio affidare Uniacque ai privati che lasciarla in mano a politici incompetenti .
    servizio pubblico non dovrebbe voler dire servizio a favore della casta.

  7. Scritto da ;) le competenze daloiane

    D’Aloia ha le competenze giuste per Uniacque, ha un sacco di tessere PDL ;)

  8. Scritto da Marco pdl

    Il peggio del peggio della prima repubblica. I sindaci, che dovranno votare, sono in rivolta . La vicenda giudiziaria amnu Non ha insegnato nulla ? Poi si lamentano se il pdl perde voti! Noi militanti chiediamo a tentorio e saffioti piu’ rispetto .

  9. Scritto da ex padano

    ,a non è un avvocato?

  10. Scritto da Artemio

    E’ ora che, non solo a livello centrale, ma anche al nostro livello provinciale se non comunale, si cominci a dare un buon esempio di giusta e corretta amministrazione. Perchè si deve mettere un politico alla guida di una società pubblica per un servizio indispensabile????
    Non so chi sia Longaretti, però se è un tecnico capace ben venga, al di la di ogni appetito politico.
    Poi ci si lamenta perchè “il pubblico” produce voragini di perdite.

  11. Scritto da ex pdl

    sì , è un avvocato del pdl

  12. Scritto da cittadino incavolato

    Grazie ad UniAcque che dice ” l’obiettivo di una società pubblica non è “più vende più guadagna” ma ” razionalizzare l’uso del bene acqua”
    Risultati avuti :
    Bolletta consumo acqua anno 2010 : mc. 12 .Totale bolletta UNIACQUE £ 68,10.
    Bolletta consumo acqua anno 2009 : mc. 12 .Totale bolletta COMUNE (quindi non privatizzata) £ 11,87.
    EVVIVA L’AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE ACQUA AD UNA SOCIETA’ INTERAMENTE PUBBLICA CONTROLLATA DAGLI STESSI COMUNI

  13. Scritto da abc

    dovrebbere essere già stato anche a “dirigere” la vecchia azienda di raccolta rifiuti di Bergamo, l’AMNU, dove non risulta abbia avuto meriti o raggiunto obiettivi importanti…

  14. Scritto da silvia

    Cavolo, peggio del manuale cencelli della DC, e questi ci strapazzano le anime tutti i giorni sul merito? Inizino loro..
    E poi il PD che candiderebbe Longaretti, una vera alternativa!

  15. Scritto da la belota

    La lega utilizza il manuale Cencelli come nell’odiata Roma ladrona…….

  16. Scritto da cittadino

    Meglio sicuramente un tecnico che un politico….BASTA CON QUESTE NOMINE “POLITICHE”. Ne abbiamo le tasche pieneeeeeeeeeeee!!!