BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incendio a Tiburtina, capitale nel caos

Stazione inagibile, metro sconvolta dalla chiusura della fermata metropolitana. I residenti invitati a chiudere le finestre. Pesante ripercussione sulla viabilità ferroviaria: in Centrale a Milano anche 300 minuti di ritardo

Più informazioni su

Non e’ esclusa la pista del dolo tra le cause dell’incendio che alle 4 di questa mattina, 24 luglio 2011, si e’ sviluppato nella sala apparati della stazione di Roma Tiburtina, la stazione della capitale destinata a diventare il principale scalo romano e snodo dell’alta velocita’

La stazione Tiburtina è stata colpita soprattutto nel cantiere della nuova stazione, che è avvolto dalle fiamme e contiene soprattutto materiali laterizi: per questo c’è il rischio del collasso, secondo quanto si e’ appreso dai vigili del fuoco che sono sul posto al lavoro per spegnere l’incendio con sette squadre.
Il traffico automobilistico romano e ferroviario sulle principali direttive italiane è nel caos. Dal punto di vista viabilistico, la polizia municipale della capitale ha bloccato i varchi di accesso delle auto alla stazione. La metro B romana è stata chiusa alla stazione Tiburtina – invasa dai fumi dell’incendio – e sono stati approntati  autobus sostitutivi. La stazione è inagibile, e il sindaco Alemanno ha raccomandato a chi abita nei pressi di tenere chiuse le finestre finchè non si sarà diradato il fumo.

L’incendio e’ tanto grave da aver di fatto quasi paralizzato la circolazione dei treni nel nodo della capitale, con ripercussioni in tutta Italia. Alla stazione Centrale di Milano i treni verso sud partono con ritardi anche di 300 minuti. Si prevede che si avranno riflessi sul traffico ferroviario per piu’ giorni, sia per i treni pendolari, sia per alcuni a lunga percorrenza. Inoltre, la stazione Tiburtina diventera’ per qualche giorno solo scalo di transito e non di arrivo e partenza di convogli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.