BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Barreto ad un passo dall’entrare nella storia dell’Atalanta

Il paraguayano ?? impegnato nella finale di domenica sera contro l'Uruguay. Prima di lui solamente Caniggia e Rodriguez sono riusciti a vincere un'importante manifestazione internazionale mentre vestivano la maglia dei nerazzurri.

Più informazioni su

Vamos Barreto. Il paraguayano domenica sera sarà uno dei protagonisti della finale di Copa America 2011 contro l’Uruguay. L’Atalantino è uno degli “italiani” superstiti della manifestazione (con Cavani, Gargano e Alvaro Gonzalez, tutti militanti nella Celeste) che ha visto la caduta delle star argentine e brasiliane ai quarti di finale (i verdeoro per mano della Nazionale del mediano).
Un bel risultato per il nerazzurro che è ad un passo dall’entrare anche nella storia dell’Atalanta. Infatti, prima di lui, solamente altri due giocatori sono stati in grado di vincere un’importante competizione internazionale mentre giocavano con la Dea.
Il primo è un certo Claudio Paul Caniggia: nel 1991 il folletto atalantino conquistò la Copa America con la maglia dell’Argentina segnando due reti (al Venezuela e, guarda caso, al Paraguay) nel girone preliminare.
Il secondo è un altro argentino, Leo Rodriguez che vinse il trofeo continentale durante la prima parentesi con i nerazzurri nel 1993.
Da menzionare anche il centrocampista Ousmane Dabo, che recentemente ha appeso le scarpe al chiodo, vincitore della Confederations Cup del 2003 con la casacca della Francia.
Per quanto riguarda la più importante manifestazione calcistica planetaria, la Coppa del Mondo, solo in due riuscirono a sfruttare l’impresa: il solito Caniggia ad Italia ’90 (battuto nella finalissima dalla Germania) e Bengt Gustavsson, argento con la Svezia sconfitto in casa nel 1958 dal Brasile di Pelè.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.