BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Concerto di Arsene Duevi & i SuperCori

Per la prima volta a Bergamo l'artista Arsene Duevi canter?? e si esibir?? accompagnato da Tet?? da Silveira e Roberto Zanisi.

Africall Onlus, con il patrocinio del Comune di Gorlago, presenta un concerto senza confini con due artisti del Togo ed un polistrumentista italiano che abbraccia strumenti provenienti da ogni parte del mondo, con tecniche assolutamente non tradizionali.
Domenica 24 luglio alle 21 al parco comunale, con ingresso libero, la voce del cantante Arsene Duevi si fonderà con le percussioni di Tetè Da Silveira, il grande pentolone di Trinidad di Tobago conosciuto come Steel Pan, il bouzuki greco e il cumbus turco, lo çifteli albanese e la guya cayon del Perù, il clarinetto turco e tutta la famiglia dei legni.
Un concerto di Arsene con i SuperCori è un’esperienza incredibile: i circa trenta cantori coinvolti, per la maggioranza italiani, cantano infatti nella lingua di Arsene: l’Ewè, una lingua di una parte della popolazione del Togo. I suoni sono insoliti, le canzoni parlano di pace, di tolleranza, di impegno per migliorare le cose: hanno la forza della vita, l’energia che vibra negli occhi degli ultimi del mondo, che sono capaci di non arrendersi e di lottare per una vita migliore; ci invitano ad ascoltare la voce degli anziani del villaggio e ad aprire la mente e il cuore a voci e tradizioni di altre culture che possono arricchire la vita di tutti i giorni, qui ed ora.
Non aspettatevi un concerto afro o una performance etnica: questo concerto è un “luogo altro”, è un incrocio pieno di contraddizioni. È Africa certo, ma è Lombardia, è un luogo abitato da suoni, colori e odori che si mischiano inevitabilmente e che rendono il nostro panorama uditivo e umano più affascinante, intenso e ricco.
Lo accompagnano i SuperCori e un affiatatissimo duo di solisti: Tetè Da Silveira, togolese come Arsene, ma incontrato in Italia, che fa vibrare djembè, tamburi ad acqua e talkin’ drum; Roberto Zanisi, uno dei più eccentrici musicisti italiani, unico solista di steel pan, performatore di strumenti etnici di tutto il mondo, suonati con tecniche eterodosse.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.