BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Regione: s?? al crocifisso in tutti gli stabili Il Pd: dubbi sulla costituzionalit??

La VII commissione Cultura del consiglio regionale ha approvato il disegno di legge che prevede l???esposizione del crocifisso in tutti gli stabili di Regione Lombardia.

La VII commissione Cultura del consiglio regionale ha approvato giovedì il disegno di legge che prevede l’esposizione del crocifisso in tutti gli stabili di Regione Lombardia. 
Critici il Partito Democratico e il servizio assistenza legislativa e legale del Consiglio, che hanno sottolineano i possibili problemi di costituzionalità e la non competenza legislativa della regione in questa materia (riservata dall’art. 117 della Costituzione allo Stato). Lega e Pdl hanno detto sì alla legge che prevede che la Regione stanzi 2500 euro per l’acquisto di crocifissi da esporre in tutti gli stabili di proprietà della regione. L’obiettivo, si legge nel testo, è di “riconoscere i valori storico-culturali e sociali e le radici giudaico-cristiane” di Regione Lombardia.
"Sottolineando che la Regione ha il diritto di esporre ciò che vuole nei suoi locali, come avviene per la Rosa Camuna o altri simboli civili, la Lega ha inteso promuovere la presenza del crocifisso come simbolo laico di fratellanza e tolleranza, spogliandolo di gran parte del suo significato religioso e identificandolo come simbolo identitario e tradizionale", spiega Mario Barboni, consigliere regionale del PD che assieme ai colleghi di partito ha votato contro il provvedimento.
"La sensazione è che ci sia stata una pervicace volontà di approvare una legge non necessaria, e forse anche al di fuori delle competenze della Regione – continua – unicamente per marcare una primogenitura nella difesa di valori che andrebbero vissuti più che solamente proclamati e che non possono certo essere promossi con la semplice esposizione di quello che la legge rischia di trasformare in un semplice elemento di arredo. Va anche sottolineato come non sia necessaria una legge regionale per prevedere l’esposizione del crocifisso nei locali della Regione, sarebbe bastata una circolare della Giunta o della Presidenza del Consiglio ma che evidentemente non avrebbe però avuto lo stesso valore mediatico".
Al di là del fatto che l’esposizione del crocifisso non faccia del male a nessuno, prosegue Barboni, "rimangono tutti i dubbi relativamente allo strumento e alla modalità scelte per portare a casa questo risultato: fin qui lo Stato ha sempre agito con disposizioni regolamentari e il fatto che in Lombardia si sia scelto la legge crea più di un dubbio riguardo alla cultura istituzionale, al rispetto delle competenze, al riconoscimento della laicità dello Stato e alla effettiva volontà di rispettare il crocifisso più che di condurre una battaglia ideologico politica. Lo stesso inserimento della frase “radici giudaico-cristiane” (della Lombardia!) nell’articolo 1 della legge è una spia di queste possibili derive".
Il Pd ha votato contro, precisa il consigliere, "per sottolineare il disagio rispetto alla scarsa attenzione ai possibili problemi costituzionali e istituzionali e per evidenziare come una generica definizione del crocifisso come simbolo storico-culturale rischi di depotenziarne il significato e di trasformarlo in una sorta di suppellettile legata a una tradizione che non si è in grado o non si vuole rendere attuale con l’unica cosa che davvero conta, ovvero la testimonianza concreta dei valori che il crocifisso porta con sé e che non sempre sembra siano stati presenti nella storia della Lega".
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Monsieur De La Palice

    Mi fermo qui, non voglio confermare quello che dice Murphy

  2. Scritto da walter semperboni

    Caro monsieur,mi porti le foto,il viaggio lo faccio volentieri in buona compagnia,senza nulla togliere a Lei,visto che non la conosco;certo che difendo Berlusconi,perché chi ne sparla per l’Italia nulla ha fatto,vedasi de benedetti!!!Io non ho bisogno di vedere il Crocefisso per sentirmi Cristiano Cattolico,anche perché pur essendo credente non rispetto tutti i precetti,non son bigotto,però il vedere il Crocefisso,mi da un senso di pace e di appartenenza ai nostri Valori!!!

  3. Scritto da Monsieur De La Palice

    Caro Semperboni se per ricordarsi di essere cristiano lei ha bisogno di vedere il crocefisso nella sala d’attesa dell’inps o della stazione mi permetta di dubitare della sua capacità di essere cristiano. Per il resto lei si sente sicuro che qui religiosamente siamo più liberi che altrove, allora facciamo così, lei paga il viaggio , il vitto e l’alloggio e io la porto in Iran a svegliarsi al suono delle campane (di una chiesa cristiana) e a pranzo in un ristorante sotto un quadro dell’ultima cena

  4. Scritto da Monsieur De La Palice

    Comunque sig.Semperboni io non avevo fatto nomi, vuol dire che lo difende con amore ….. ma lo conosce bene anche lei…….

  5. Scritto da crocefisso si, crocefisso no

    Bravo @16 Valter Semperboni, hai perfettamente ragione. L’italia deve essere Cristiana e non Cattolica. Sono due cose diverse. Infatti i protestanti e i valdesi ( che sono Cristiani) non espongono il Crocefisso. Per rispetto di tutti i cittadini

  6. Scritto da .

    10 anni fa moriva INDRO MONTANELLI:lui non credeva in Dio.

  7. Scritto da Rizzetta

    I cittadini sono al collasso e questi parlano di Crocefisso…ma non avete proprio altro a cui pensare?

  8. Scritto da l76

    @16@19 ..insomma io devo vedermi imposto il cristianesimo? Bravi, davvero persone liberali.. La fede, come i suoi simboli sono personali..non vanno imposti..gli uffici pubblici non devono averne nessuno, certo che se ragionate come hai tempi della S.Inquisizione continuerete a diminuire di numero e allontanare la gente dalle chiese.. Poi m iraccomando continuate con divorzi, tradimenti, ri-matrimoni, sesso a pagamento, rubare (con le mani nelletasche), mentire ecc.. ec…

  9. Scritto da angelo

    @17
    Perchè continui a vivere nella paura? Stai sereno, e non pensare che altri abbiano colpe che sono solo tue.

  10. Scritto da Monsieur De La Palice

    xSemperboni è abbastanza “lapalissiano” che è meglio avere a che fare con un musulmano onesto, sincero,che ti rispetta e non dice bugie, non fa il bunga-bunga, che non corrompe, che non imbroglia i suoi elettori eleggendosi paladino della cristianità per poi comportarsi in modo eccessivamente libertino (anche da ciula perché si fa beccare) piuttosto che per un cattolico dichiarato che fa tutte queste cose e dichiara di essere perseguitato e si fa coprire dai suoi complici Il crocifisso non basta

  11. Scritto da luciano015

    Dovrebbero mettere dei crocifissi in versione 1:1, così li possono cristianamente (o cattolicamente) sbattere sulle teste di quelli che non fanno la comunione e non vanno a messa alla domenica.
    Questi cattolici del bunga bunga non hanno il senso del ridicolo.

  12. Scritto da piero

    don Walter n. 16 , che stai addi’ ? Italia deve essere cristiana ? per la redazione, per cortesia, le opinioni sono opinioni, ma questi out-out si possono tranquillamente censurare, abbassano il livello dei commenti

  13. Scritto da Amò ?

    @17 – Ti ricordo che dopo quasi 10 anni di governo Lega-Pdl abbiamo triplicato gli immigrati (in provincia di Bg quadruplicato) .

  14. Scritto da F. Rampinelli

    Per 20 (Rizzetta) et al.: sì, proprio adesso che “i cittadini sono al collasso” c’è bisogno del Crocifisso. Innanzittutto perché ci doni il senso della misura (si parla sempre per iperbole). E’ un monito ad elevare lo sguardo e ad occuparci di più delle cose importanti, oltre a quelle necessarie. Io negli uffici pubblici ed anche per strada aggiungerei anche (e lo dico senza alcun sarcasmo) la scritta: “Ricordati che devi morire”. Solo parole, senza scheletri, per non turbare i frivoli ostinati.

  15. Scritto da El Zoro

    Dalla Regione Lombardia il film: mamma siamo tornati al medioevo

  16. Scritto da marilena

    per 27 rampinelli. senta per favore, io penso sempre che devo morire e non credo in nessun dio! Lei mi pare un fondamentalista perchè vuole imporre le sue idee a tutti.

  17. Scritto da ugo

    Don Rampinelli, ma in che secolo vive, lo stato pontificio non c’e’ piu’ da un pezzo

  18. Scritto da walter semperboni

    Come al solito monsieur l’hai fatta fuori dal vaso;qui non centra Berlusconi o qualsiasi altro politico,il Crocefisso significa ricordare e continuare le Nostre Tradizioni Cristiane!!!

  19. Scritto da walter semperboni

    Che dire,in Italia c’è la libertà di professare qualsiasi fede,cosa che in altre Nazioni non esiste;e che dovremmo fare d’altro togliere il crocefisso??Ma smettetela di raccontare cavolate,e poi come sentite un dolorino attaccarvi al Padre Eterno!!!

  20. Scritto da crociate si, crociate no

    Pe r@ 27 Rampinelli. Oltre alla scritta “ricordati che devi morire” io aggiungerei anche: “ricordati che sei polvere e polvere ritornerai”. Con intervalllato “tanto va la gatta la lardo che ci lascia lo zampino”, ed anche “campa cavallo che l’erba cresce”.

  21. Scritto da sergio

    leggo che un sacerdote è d’accordo con L’IMPOSIZIONE del crocefisso: roba da incubo, da uomo senza dignità, senza speranza, senza fede, senza Dio, poiché quando un uomo invoca la violenza di una legge per imporre il suo modo di pensare, siamo alla fine, non solo della laica democrazia liberale, ma anche del cristianesimo, che è conversione con amore, con libertà e raziocinio, convincimento, riconoscimento dell’intelligenza umana, quale dono di Dio e del suo libero arbitrio. è la fine della Chiesa

  22. Scritto da sascha

    Povero Cristo, cosa ha fatto di male per essere appeso negli uffici pubblici, tra i quali le banche! Lì è il posto giusto, perchè si trova in mezzo ai ladroni! Perchè mettere Gesù da morto? I morti non parlano. Invece, da vivo, ne ha dette di cose scomode per i benpensanti. Una volta si è anche incazzato e,si è messo a menare i mercanti. Ora speculano sopra le “radici” cristiane. Tecnicamente, Gesù è risorto: che significa tenerlo inchiodato?.La Parrocchia di Loreto ha solo la croce , vuota

  23. Scritto da sergio

    quella del Pirellone non è altro che una cultura becera, medievale, illiberale, bigotta e anche controproducente per il cristianesimo, poiché le questioni religiose imposte con la violenza di una legge clerico-fascista si ritorce contro la religione stessa e, in questo caso, facendo odiare anche il crocefisso…..insomma, nel terzo millennio d.C. abbiamo ancora ayatollah e fanatismo in lombardia…e ve lo dice uno che in casa propria, e di propria volontà, ha appeso 4 crocefissi e due madonne

  24. Scritto da walter semperboni

    Perchè dobbiam per caso togliere il Crocefisso e mettere maometto…L’Italia è nata e deve essere Cristiana!!!

  25. Scritto da colocolo

    Amici sinistri, quando avrete i minareti al posto dei campanili sarete contenti…

  26. Scritto da il tiramolla sulla Religione

    povera Religione, usata dalla poltica. Fortuna nostra che l’Onnipotente ha cose più importanti a cui pensare. Altrimenti ci avrebbe già preso a calci nel sedere

  27. Scritto da sepp

    dovrebbero chiamarla:
    commissione Sotto-cultura per la diffusione del Bigottismo.

  28. Scritto da L'è adess che 'n và

    Dev’essere una grossa idea visti i 12.000 euro al mese che prendono i votanti. Un’altra idea potrebbe essere quella di mettere un cupolone con la statua di qualche arcangelo sopra il grattacielo della regione . Non è originale ?

  29. Scritto da ROSSODENTRO

    Lo Stato è di tutti: cattolici, ebrei,. musulmani, atei, ecc. Quindi non ci deve essere nessun simbolo religioso negli uffici pubblici, come avviene nella vicina Francia. Invece chi governa la regione vuole imporre la sua morale, sostituire allo stato laico lo stato etico. Certi “iberali” dovrebbero ristudiarsi il liberale Cavour che diceva “Libera chiesa in libero stato”.

  30. Scritto da marco

    Per come vanno le cose nel mondo non sembra proprio che si stia occupando di queste “cose così importanti”. A meno che non sia concentrato sul San Raffaele

  31. Scritto da piero

    il ciellino Formigoni e i suoi seguaci proprio non capiscono, il crocifisso lo si porta al collo per chi crede, non va imposto, lo Stato è laico, cioè sganciato da qualsiasi confessione religiosa, se metto il crocifisso allora devo mettere anche il simbolo dei musulmani, protestanti e pure degli atei ma le pareti delle scuole son troppo piccole, nelle scuole europee non c’e’ alcun crocifisso, il cattolicesimo non è la migliore religione come affermano, è solo una delle tante, siamo nel 2011

  32. Scritto da ateo (ma con grande rispetto x Gesù)

    che tristezza questi farisei! Ma la Lombardia è nella moderna Europa post rivoluzione francese oppure sta ripiombando nel basso medioevo. Bah.
    p.s.: a quando anche il sole delle alpi (simbolo della Banania) accanto al Crocifisso?!?

  33. Scritto da nebbia in val padana

    dubbi del Pd sulla costituzionalità, certezze sulla nullità del Pd, un manipolo di persone unite dalla nebbia persistente che gli offusca la vista

  34. Scritto da Gaetano Bresci

    armi di distrazione di massa!

  35. Scritto da ex padano

    E a quando la falce e l martello? Così per par condicio….

  36. Scritto da Paolo

    il:” date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio” l’avevo inteso come: lo stato fa lo stato e la religione fa la religione. Probabilmente mi sbagliavo. In regione non hanno niente di meglio da fare?

  37. Scritto da marilena

    mercanti del tempio

  38. Scritto da gabriele

    grazie Mario Barboni, parole …”sante”

  39. Scritto da giusto cosi

    non sono cattolico praticante ma non mi da alcun fastidio la croce, anzi, sono cmq favorevole e non m’interessano i discorsi del “tutte le religioni sono uguali” qui io voglio la croce, mussulmani e company si adeguino e non rompano