BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuovo ospedale, parlano i Riuniti: “Ci sono responsabilit?? da definire”

In una nota l'azienda ospedaliera specifica che gli 85 milioni di euro non rappresentano uno "sforamento sui preventivi di spesa" ma allo stesso tempo "serviranno per opere tecniche di completamento e per la trincea drenante, in attesa di definire le responsabilit?? della situazione".

Più informazioni su

Gli Ospedali Riuniti di Bergamo rompono il silenzio dopo l’inchiesta di Bergamonews che sottolineava l’esistenza di altre problematiche per il nuovo ospedale non riguardanti solo la nuova trincea drenante e dopo la reazione dei consiglieri regionali che hanno evidenziato, per il nuovo ospedale, la necessità di spendere altri soldi (85 milioni di euro per stessa ammissione del direttore generale della Sanità lombarda Carlo Lucchina).

Scrive l’azienda ospedaliera:

"Come già specificato dal Direttore generale della Sanità Carlo Lucchina, gli 85 milioni di euro inseriti nel Fondo di rotazione per l’edilizia sanitaria e destinati al nuovo ospedale di Bergamo, non costituiscono uno sforamento sui preventivi di spesa, ma la copertura dei costi delle necessarie e previste opere di completamento.
I 407 milioni di euro già stanziati si riferiscono infatti alle opere edili previste dai 2 appalti e dalla Concessione e a una parte di finiture e arredamenti.
Gli 85 milioni in corso di delibera rappresentano dunque i finanziamenti necessari per le opere tecniche di completamento, gli arredi e le tecnologie biomediche e informatiche necessari all’avvio del nuovo ospedale di Bergamo.
Questi fondi permetteranno anche la rapida realizzazione della trincea drenante, opera indispensabile all’avvio del nuovo ospedale, in attesa di definire le responsabilità della situazione venutasi a creare e i conseguenti addebiti".

Insomma 85 milioni di euro che non rappresentano, secondo i Riuniti, una lievitazione dei costi, ma allo stesso tempo serviranno per coprire "opere tecniche di completamento" non meglio specificate e soprattutto per realizzare la trincea drenante, il canale antiacqua, per il quale le responsabilità non sono ancora state definite. Vale a dire che se non venissero riconosciute responsabilità a carico dei progettisti e dei costruttori anche la trincea drenante sarebbe a carico dell’azienda ospedaliera e quindi, ci permettiamo di sottolineare, rappresenterebbe anch’essa un extracosto.

(Nella giornata di ieri, martedì 19 luglio, abbiamo commesso un errore, evidenziando che il prezzo preventivato del nuovo ospedale era di 350 milioni ai quali sommare gli 85 milioni di cui ha parlato il dirigente regionale Carlo Lucchina. In realtà non abbiamo messo in evidenza un precedente aggiornamento sui costi preventivati, che aveva portato la spesa, già quasi del tutto esaurita, a 407 milioni).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.