BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vilipendio al capo dello Stato: indagato Belpietro

Il motivo è una vignetta dal titolo "Assedio ai papponi di Stato" raffigurante Napolitano, Fini, il bergamasco Calderoli e Bersani che mangiano una pizza Italia.

Più informazioni su

La Procura di Milano ha iscritto nel registro degli indagati il direttore di "Libero" Maurizio Belpietro per vilipendio nei confronti del Capo della Stato in relazione alla vignetta e al titolo ‘Assedio ai papponi di stato’, apparsi martedìsul quotidiano, dove è raffigurato il volto di Giorgio Napolitano. Insieme a lui, nel disegno, il presidente della Camera Gianfranco Fini, il leader del Pd Pierluigi Bersani e il ministro bergamasco Roberto Calderoli, tutti attorno a una tavola con delle posate in mano in procinto di mangiare lo Stivale.
L’inchiesta è stata aperta questa mattina ”autonomamente” dopo la lettura dei quotidiani da parte del procuratore della Repubblica Edmondo Bruti Liberati. L’indagine è stata affidata al pm Maurizio Romanelli che ha preparato il capo di imputazione e ha provveduto a far notificare al direttore di ‘Libero’ l’avviso di garanzia, nel quale risulta indagato per il reato di ”offesa all’onore e al prestigio del Capo dello Stato” (art.278 cp) per la pubblicazione della vignetta che assieme al titoloIl reato, secondo il codice, prevede una pena che va da uno a cinque anni di reclusione.
Come ha spiegato Bruti e’ ”l’insieme di vignetta e titolo” ad essere offensivi e non l’articolo a firma dello stesso Belpietro sulle spese eccessive del Quirinale. In questo caso l’articolo ”rientra nel diritto di critica”. Per procedere nell’inchiesta ed eventualmente interrogare Belpietro o svolgere altri atti è necessario avere l’autorizzazione del ministero della Giustizia, autorizzazione che è stata richiesta in via Arenula contestualmente alla notifica dell’informazione di garanzia al direttore di ‘Libero’.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pex74

    Sperando di non venire censurato ritagliando il mio commento come sovente è di uso comune fare tra i giornalisti della “democratica” Italia
    … Commenterei dicendo che solo a senso unico vi è la possibilità di usare impunemente termini volgari e offensivi da parte di certi personaggi che di comico hanno ben poco mentre una vignetta che racconta in maniera non offensiva una vera verità sotto gli occhi di tutti viene censurata e condannata dalla sacra inquisizione della magistratura politicizzata

  2. Scritto da Gian

    Per il signor “due”…. Non si tratta di due pesi e due misure… In Italia esiste il reato di vilipendio al presidente della repubblica, ma non esiste il vilipendio al presidente del consiglio. Pertanto le vignette nei confronti di B. non sono riconduvibili al reato che si attribuisce al Sig. Belpietro….

  3. Scritto da Smemorato

    1- Strano , di solito stanno tra chi comanda, cioè nella maggioranza , e lì ce n’è uno solo.
    2- Non mi ricordo più , Libero ed Il Giornale quanto prendono di finanziamenti pubblici ?
    3- Non mi ricordo bene, come andavano le attività di B. quando è sceso in politica ?
    4- Chi fa le leggi ? .

  4. Scritto da guardarsi allo specchio

    IL SIG. BELPIETRO .. forse si è dimenticato di fare una vignetta con anche i suoi colleghi e forse anche LUI ..con questo titolo……..giornalisti in molti casi zerbini e servi al servizio di come tira il vento e la convenienza……..cioè da che pulpito di onestà intellettuale la predica!!!!??

  5. Scritto da andrea

    le combina tutte…… x non dimenticare il finto agguato con sparatoria

  6. Scritto da baubau

    che personaggi alla guida di riviste di silvio,

  7. Scritto da due

    due pesi e due misure..fintanto che han preso in giro Berlusconi e affini, tutto bene. Andiamo a Vedere Vauro & compgni cosa han fatto e scritto e pubblicato?

  8. Scritto da fda

    perchè non ha messo anke il suo datore di lavoro nella foto!! con il piatto più grande però…..