BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pd e Idv sul nuovo ospedale “E’ ora di fare chiarezza” fotogallery

Il consigliere comunale democratico Claudio Crescini e il segretario regionale Idv Piffari, chiedono "trasparenza" sui ritardi e anche "attenzone alle risorse da dedicare in questa delicatissima fase agli Ospedali Riuniti".

Più informazioni su

Si viaggia di rinvio in rinvio sulla data d’apertura e la vicenda della trincea drenante per portare via l’acqua dalle torri del nuovo ospedale è poco chiara. Si riassume così, anche se con accenti diversi, il pensiero del consigliere comunale del Pd Claudio Crescini e del deputato, nonchè segretario regionale dell’Idv Sergio Piffari, in merito al nuovo ospedale di Bergamo.
“Purtroppo ci troviamo spiacevolmente di fronte al dilatarsi dei tempi di realizzazione, all’assenza di certezze sulla data di apertura del nuovo ospedale, in presenza di un impegno economico crescente e non quantificabile e siamo tutti turbati da notizie preoccupanti in merito ad ulteriori criticità a carico dell’opera – dice Claudio Crescini, medico e consigliere comunale del Pd a Bergamo -. Per questi motivi riteniamo indispensabile che tutta la popolazione bergamasca, che con fiducia e pazienza attende di vedere in funzione il nuovo ospedale, sia messa al corrente e costantemente aggiornata della reale situazione, dello stato dei lavori e anche dei problemi che ritardano e ostacolano l’inaugurazione, in un quadro di informazione e trasparenza che non può non giovare alla realizzazione di un’opera fondamentale per tutta la comunità”.
“Bisognerebbe capire chiaramente se l’azienda ospedaliera e Infrastrutture Lombarde – aggiunge Sergio Piffari, Idv – hanno contestato qualcosa ufficialmente ai costruttori e ai progettisti. Perchè ci sono due dati di fatto: i ritardi rispetto ai tempi annunciati e i costi che, da quel che mi risulta, sono aumentati. In più c’è la vicenda della trincea drenante per evitare le infiltrazioni d’acqua: una vicenda poco chiara, che andrebbe forse resa limpida e trasparente. E’ uno dei problemi e va risolto”. Oltre che sulle opere da fare e sul trasloco da portare a termine Piffari sottolinea un altro problema: “Non dimentichiamoci che sono ancora gli Ospedali Riuniti a prestare il servizio sanitario ai cittadini bergamaschi e non solo. In questa fase delicatissima di passaggio da un ospedale all’altro, con i tempi che si allungano e le risorse da reperire sempre più scarse, il rischio è che vengano a mancare risorse per l’ospedale che è sbagliato definire “vecchio”. Il problema di certi inghippi tecnici alla Trucca è proprio questo: rischiano di dilatare i tempi di una fase delicata”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bergamasc

    sarebbe il momento

  2. Scritto da lukino

    una bella conferenza stampa, di quelle che su altre cose si sprecano. dai

  3. Scritto da kappero

    Forse è ora che facciate qualcosa, tipo un po’ di ricerche e indagini anche voi dell’opposizione. Sull’ospedale nuovo e vecchio siete troppo silenti.

  4. Scritto da Giovane Italiana Bg

    Certi che la Lombardia supererà anche questa prova

  5. Scritto da roy

    io ho lavorato nel cantiere, acqua dappertutto, è stato costruito su una falda, il terreno è paludoso e una delle torri è allagata e tende a cedere, una vergogna!

  6. Scritto da Maurizio(falso)

    Ecco, cominciamo a fare chiarezza su chi ha voluto piazzare l’ospedale sopra una palude. E poi un pò di chiarezza sugli appalti e sui materiali impiegati. Siamo a Bergamo, non a Catanzaro. Non si pensi di finirla a palate di sabbia, tarallucci e vino. Vale anche per quelli della Lega.

  7. Scritto da Curiosità

    Qualcuno sa di chi erano quei terreni ?

  8. Scritto da Antonio

    x Maurizio:
    perche’ non parli di BG e tiri in ballo altre citta’?Hai bisogno di giustificare l’inefficienza di alcuni?

  9. Scritto da Arturas

    E bello sapere che c’è un architetto in ospedale che…