BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Il Veneto non applicherà i ticket sanitari”

In Veneto non scatterà, per ora, il ticket sanitario previsto dalla manovra economica. Lo ha annunciato questa mattina, il presidente della regione Luca Zaia.

Più informazioni su

In Veneto non scatterà, per ora, il ticket sanitario previsto dalla manovra economica. Lo ha annunciato questa mattina, il presidente della regione Luca Zaia. Interpellato dall’ANSA il presidente ha spiegato di aver assunto la decisione «riservandomi ogni valutazione». «Siamo tra le poche Regioni forse l’unica – ha spiegato Zaia – che ha deciso di affrontare questo nuovo salasso pur non avendo ‘superticket’ e addizionale Irpef». È una decisione che il governatore ha preso dopo essersi consultato con l’assessore alla Sanità Luca Coletto: «lo abbiamo voluto fare – ha proseguito Zaia – nonostante minori entrate rispetto ad altre Regioni, si pensi alla Lombardia o all’Emilia Romagna. Anche senza i ticket garantiremo gli alti standar qualitative delle nostre cure come sempre».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da morte in faccia

    da mesi mi sento vicino di più al VENETO che non alla LOMBARDIA
    i LOMBARDIVENETI non esistono più, eppure siamo la stessa storia
    sarebbe ora di dire un bel NO a manovre che fanno male solo al NORD. il SUD si salva sempre, tanto non ha mai pagato un cavolo
    anzi, ha preteso che pagassimo noi fessi di sempre

  2. Scritto da gio

    il veneto leghista che dice no alle tasse leghiste approvate a roma ladrona… non c’è più religione, poiché i tassinari e accisari leghisti passano per eroi, dopo aver ammazzato l’eroe..