BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Campionati di enduro, Giorgio Fornoni: “Uno scempio, rispettiamo la natura”

E??? un appello accorato quello lanciato da Giorgio Fornoni, ex sindaco di Ardesio, contrario ai campionati europei di Enduro a Casazza.

E’ un appello accorato quello lanciato da Giorgio Fornoni, ex sindaco di Ardesio, contrario ai campionati europei di Enduro a Casazza. Il giornalista di Report, celebre per le sue interviste nei quattro angoli del mondo, critica duramente la decisioni di concedere campi e boschi di Valcavallina e Valseriana per disputare una gara di moto. “Per quattro soldi distruggiamo quello che la natura impiega anni a costruire – spiega -. Dobbiamo chiederci: che cosa vuole l’uomo? Il commercio? Il turismo? Oppure un futuro migliore per la montagna? E’ inutile creare parchi, salvaguardare il territorio e l’ambiente, portare tutela e innovazione. Questi atleti entrano in motocross in mezzo alla natura e sono attenti esclusivamente alle insidie del tracciato, non osservano quello che sta loro intorno”. Secondo Fornoni bisognerebbe creare circuiti ad hoc per questo tipo di gare. “E’ prioritario disputare queste competizioni nei circuiti, non sui sentieri. La natura è tale e va rispettata. Ad Ardesio io avevo tentato di regolamentare due cave, ma alla fine non ce l’ho fatta. Per iniziative di pochi si distrugge quello che è di tutti”. Fornoni infine cita una frase pronunciata da Capriolo zoppo, un indiano d’America, nel 1851: “Continuate a contaminare il vostro letto e una notte soffocherete nei vostri stessi rifiuti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da madalì

    Si vede che di mucche e di pascolo proprio non sapete nulla: le nostre vacche col loro pascolo hanno mantenuto per secoli la cotica erbosa delle nostre montagne in modo ecologico e naturale, è dove il pascolo non si fa più che la montagna va in rovina! Informatevi prima di raccontare stupidaggini, per favore! E Giorgio Fornoni ha ragione da vendere!

  2. Scritto da Andate in Trentino a vedere

    per @ 20. Il turismo in Trentino vive e prospera pechè i Trentini si sono dati una regola ben precisa: “il rispetto tolale e assoluto del territorio. Da parte di tutti ! Per primi gli abitanti, perchè il territorio è la loro miniera d’oro”…” Non per le “frignacce” che ci raccontiamo tra noi.

  3. Scritto da Gaetano Bresci

    non condivido tanto livore nei confronti di chi pratica motociclismo sportivo (condito con molta ignoranza in materia)…sempicemente questa manifestazione NON S’HA DA FARE perchè il nostro territorio non può contenerla..gli spazi sono quelli che sono e aggiungere danno ai numerosi danni già causati da un uso spropositato dell’ambiente è DEMENZIALE…..i problemi andrebbero tolti, non aumentati!!

  4. Scritto da Bérgamí

    @20 Robert:una Moto da fuoristrada Enduro,Cross o Quad,rovina in un ora(Trial escluso per quella ci vuole piu tempo…)quanto una mandria di Mucche al pascolo in una settimana!

  5. Scritto da la Poderosa

    @ 8 “Lisa” magari la Moto ritornasse ad essere il principale mezzo di trasporto come 50 anni fa; purtroppo qualcuno ha pensato di utilizzarla anche per altro… il Motor Party di Clusone era in un sito ben delimitato e non su Sentieri Montani etc. Cosi dovrebbero viaggiare tutte le Moto da Fuoristrada su Circuiti adatti allo scopo.

  6. Scritto da Arturo

    *16.gli interessi monetari son quelli che fanno vivere anche lei,o vive di aria.Senza un’economia turistica di attrazione per le nostre valli ci sarà poca speranza.Forse è meglio che la montagna rimanga intatta con nessuno che la abita,dato che tutti senza soldi da guadagnare scappano via.

  7. Scritto da Negro

    Comunque vada qui in Prov di Bg si sa sempre in questi casi “chi la vincera” sempre quelli. Gli interessi monetari prevalgono e vengono prima di tutto purtroppo,e noi assistiamo ogni giorno di piu che passa allo sfacelo del nostro territorio,ben vengano persone come il Fornoni che hanno il coraggio di mettersi contro poteri fortissimi e qui da noi praticamente invincibili purtroppo.

  8. Scritto da Roberto

    In Trentino il turismo vive grazie alla provincia a statuto speciale e ai nostri soldi.Qui invece dobbiamo guadagnarceli.Il sig. Fornoni dice che la natura è di tutti,appunto non sua o degli ecologisti integralisti.Anche gli altri cittadini hanno diritti e rispettando le regole possono praticare lo sport che gli piace.Il motociclismo è nel CONI come gli altri sport.Le moto rovinano quanto una mandria di vacche dopo una settimana al pascolo e in v.Seriana non ci sono solo le cascate.

  9. Scritto da davide d.

    Condivido al 200% quello che dice l’ex sindaco di Ardesio

  10. Scritto da edinson

    Tutto per 4 tamarri che giocano a fare i duri con le motorette….

  11. Scritto da Tom

    Grazie Giorgio Fornoni,grazie per la tua presa di posizione nel caso delle Moto,ed anche per avere tentato di fare qualcosa per le due indecenti Cave in quel di Ardesio(quando eri Sindaco)non farti inpantanare dalla politica e dai politicanti,tu sei diverso e puoi fare tanto per l’Ambiente nella nostra Provincia. Ne abbiamo estremo bisogno!

  12. Scritto da lisa

    PER PODEROSA
    e allora dategli i circuiti adatti allo scopo sono trent’anni che li chiedono un sentiero a loro da usare e custodire e 300 agli altri

  13. Scritto da !

    @ 17 Arturo,vada in Trentino la il Turismo vive e vive bene anche senza Motociclismo furistradistico;anche grazie alla non presenza di individui che colle Moto vanno non si dovrebbe. Questo è un fatto!

  14. Scritto da antonio

    Bravo finalmente c’è uno che dice le cose come stanno. Danni ingenti per il sollazzo di pochi che poi ricadono sulle amministrazioni locali. Basta gtrare un po la val Cavallina e l’alto Sebino.
    Se gli piace questo sport accettino delle regole compatibili col territorio, si facciano dei circuiti e se li mantengano.

  15. Scritto da Gaetano Bresci

    Concordo pienamente con Fornoni. Amo la moto e la natura, ma la prima non può travalicare la seconda, soprattutto in un territorio altamente antropizzato come il nostro.

  16. Scritto da ex elettore

    Tornato da poco dall’Alpe di Siusi, posso solo dire che le Valli Bergamasche sono indietro tre guerre….., la non si vedono quad, suv trial e via dicendo eppure i turisti non si lamentano……

  17. Scritto da ettore

    perche’ non va a vedere cosa succede alla pineta a foppolo x costruire un pista da sci……quello non è un scempio,vero????

  18. Scritto da Tom

    Bravo Giorgio,finalmente qualcuno che scrive e parla chiaro senza tanti giri parole e senza sottostare alle varie e potenti lobby presenti in Prov di BG. GRAZIE!

  19. Scritto da El Merendeiro

    Pur rispettando e stimando Fornoni mi vien da dire: “guardi a casa sua”.

  20. Scritto da El Merendeiro

    P.s.: comunque non sono campionati europei…sono la 5^ e 6^ prova dei nazionali

  21. Scritto da lisa

    ha mai pensato il sig Fornoni quanta gente come me
    ci vive on le moto?Regolamentare e’ giusto ma vietare
    sempre e’ sbagliato:
    certo lui il cartellino non l’ha mi timbrato e qundo fa i filmati
    dall’elicottero o dagli aerei con cosa vanno con la camomilla?
    Lui che ha voluto che i giovani ad ardesio per rivalutare il paese
    domani fanno un raduno di moto .un po di coerenza

  22. Scritto da Paolo

    Bravo Giorgio!

    Il divertimento di pochi che distrugge ciò che è di tutti, e guai a parlarne.

  23. Scritto da Motociclista solo su Strada.

    @ 4 Lisa/o:il Raduno Motociclistico ad Ardesio è stradale,non di Enduro,Cros o Trial. La Moto dovrebbe essere uno dei mezzi di trasporto piu Ecologici dopo ovviamente Bici ed Elettrici,voi fuoristradisti rovinate l’aspetto piu bello del Motociclismo con il vostro esasperato utilizzo di mezzi a motore dove non dovrebbero esserci. Lasciate a casa l’agonismo viaggiate in moto fin dove è giusto e poi un po a piedi…!

  24. Scritto da A.Z. Bg

    Certo al mondo c’è solo lui con dei diritti.Chi ha passione per questo sport che si pratica in tutto il mondo e che a §Bergamo ha innumerevoli campioni europei e mondiali,ha il diritto di praticarlo così come fanno i ciclisti ed i calciatori.A me danno fastidio le orde di biciclette che invadono le strade e provocano incidenti per la loro totale mancanza di buon senso,ma nessuno vieta il ciclismo.

  25. Scritto da lisa

    per motociclista solo da strada allora da oggi in barca solo a vela in aereo solo su alianti ecc ecc ma che discorsi sono la moto solo un mezzo di trasporo forse lo era trent’anni fa .l’agonismo quando e’ sano fa crescere continuate a fare i mondiali di scacchi per voi tre ma hai visto al motor party ?c’erano migliaia di persone

  26. Scritto da Massimo Sironi

    Ex sindaco e giornalista , vuol dire potere politico decisionale e mediatico con la carta stampata ma non mi ricordo di sue prese di posizione per gli scempi avallati dal Cai per le piste da sci di Foppolo, non mi ricordo di suoi articoli contro i sentieri trasformati in strade per le auto dei rifugisti, La invito a visitare con noi questi rifugi e poi la sfido a predere posizioni cosi decise come sta facendo ora con i motociclisti contro questi falsi amanti la natura

  27. Scritto da marilena

    condivido pienamente giorgio. La frase che egli cita è simile a quanto scritto da alex zanotelli in un suo libro sull’africa: voi occidentali morirete soffocati nella m… dei vostri rifiuti che oggi mandate nei paesi più poveri del mondo obbligandoli a soccombere. Chi vivrà vedrà purtroppo.