BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Sagra del Pollo raccoglie fondi per l’Africa

Dal 15 al 17 luglio sessanta volontari dell'associazione Africall Onlus proporanno una festa per finanziare un alloggio per gli insegnanti in Malawi.

Più informazioni su

Tre giorni di festa, per mangiare bene, divertirsi e raccogliere fondi da destinare interamente al finanziamento dei progetti 2011 in Malawi. Con questi propositi i volontari e gli attivisti di Africall Onlus – l’associazione di Gorlago che affianca l’opera dei missionari bergamaschi in Malawi nel promuovere e realizzare interventi di sviluppo in campo educativo, sanitario e sociale – presentano la «Sagra del pollo», una kermesse gastronomica dove a farla da padrone sarà, manco a dirlo, il re dell’aia.
Da venerdì 15 a domenica 17 luglio, nell’area feste di Montello, in via dell’Assunzione 4, sarà possibile degustare specialità di carne di pollo, cucinate alla griglia. Ogni sera poi, dopo cena, gli amanti della tombola potranno sperare di vincere i ricchi premi in palio, mentre i più scatenati sono attesi in pista: ogni sera un ritmo diverso. Si inizia venerdì 15 luglio con il ballo liscio, sulle note della musica e della voce di Claudio & Lisa. Sabato 16 luglio tutti in soffitta alla ricerca dei vecchi vestiti da indossare per il grande «Vintage Party», con la migliore musica anni 60/70/80. In apertura di serata andranno in scena anche spettacoli acrobatici e di giocoleria che terranno tutti con il fiato sospeso. Domenica 17 luglio, infine, gran finale: tutto aperto già per il pranzo di mezzogiorno, senza obbligo di prenotazione; alla sera, dopo cena, ritmi dal sapore esotico con i balli latinoamericani proposti dall’OtraVez Dance School. Uno spazio bimbi protetto terrà occupati i più piccoli, fra disegni, colori e palloncini, con l’animazione del simpaticissimo Richetto il Galletto, la mascotte della festa.
 Verrà allestito anche uno stand con oggetti di artigianato africano e gadget di Africall Onlus, dove sarà anche possibile raccogliere informazioni sull’associazione e sui progetti in corso.
I proventi della sagra daranno una spinta al finanziamento dei progetti che Africall Onlus ha lanciato quest’anno: il progetto «Caro maestro», finalizzato alla realizzazione di due abitazioni per gli insegnanti in servizio alla nuova scuola di Mikoke, e il progetto «Saranno Dottori», che punta invece a costituire un fondo di aiuto per i ragazzi dei villaggi che hanno la voglia e le capacità di intraprendere gli studi per diventare medici o infermieri.
"La scuola di Mikoke, che Africall ha realizzato nel 2009, attrae bambini e ragazzi da un’ampia fascia di villaggi attorno a Mikoke – spiega Denis Celotti, vicepresidente dell’associazione –. Sono oltre 1.300 gli alunni che la frequentano, distribuiti in otto classi, quanti sono gli anni di frequenza obbligatoria. Per poter trattenere i docenti in servizio – che arrivano anche da molto lontano – e garantire quindi il normale svolgimento delle lezioni, è necessario dare loro degli appartamenti confortevoli nelle vicinanze del posto di lavoro, capaci di ospitare anche le loro famiglie. Completata quest’opera, il progetto entrerà in una seconda fase, che prevede la formazione di nuovi insegnanti, oggi troppo pochi rispetto alle necessità del Paese".
"Il progetto "Saranno Dottor"» – afferma Corinne Celotti, attivista di Africall – viaggia a gonfie vele. Ai due ragazzi con cui l’anno scorso è stato avviato il programma, e che stanno proseguendo con ottimi risultati, se ne aggiungeranno altri. Fra qualche anno avremo infermieri e assistenti medici che opereranno negli ospedali gestiti dalle suore Poverelle, che ogni giorno danno assistenza e cure a centinaia di pazienti provenienti dalle zone più povere del Paese".
Info: www.africall.it; per prenotazioni: 331 5839970.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.