BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tra Sel e Rifondazione progetti politici diversi”

Gino Gelmi, coordinatore di Sel risponde a Marco Sironi di Rifondazione che aveva tirato le orecchie alla festa di Albino perch?? non ?? invitata la Federazione della sinistra.

Più informazioni su

Gino Gelmi, coordinatore di Sinistra e Libertà risponde a Marco Sironi di Rifondazione comunista che aveva tirato le orecchie agli organizzatori della festa di Sel perché non è stato invitato alcun esponente della Federazione della sinistra (leggi). 

Caro Marco,
ogni festa politica si propone degli obiettivi. Noi ne abbiamo scelti due.
Il primo è di proporre, per la prima volta in una festa, il progetto politico di SEL, attraverso l’intervento del suo coordinatore nazionale (Fava).
Tu sai che noi, nel nostro lavoro politico, siamo sempre molto attenti, a differenza della Federazione della Sinistra, a proporci con la nostra identità, anche perché abbiamo un diverso modo di intendere il rapporto tra il partito e le forme con cui i cittadini partecipano alla Politica, di cui spesso i partiti sono interpreti parziali e a volte manipolativi.
Il secondo è di mettere al centro del confronto tra le forze politiche i contenuti, oltre a quello relativo agli sviluppi degli esiti referendari sull’acqua che abbiamo deciso di affidare a chi ha coordinato la campagna referendaria (Loretta Lai), abbiamo chiamato 3 consiglieri regionali per capire su alcuni temi, a partire dal welfare, cosa sta succedendo in Regione Lombardia.
L’assenza della Federazione non è discriminazione politica ma solo non presenza nell’Istituzione.
Un’ultima considerazione sugli aspetti più politici della lettera.
In essa traspare come obiettivo politico quello di costruire un polo della Sinistra d’alternativa aggregando SEL a un progetto di Unità della sinistra come oggetto autosufficiente che trae la propria forza con i movimenti (magari per arrivare al 10-12%).
Non è il nostro progetto politico
.
Noi crediamo che solo un Cantiere dell’alternativa al centro destra che raccolga non solo la voglia nuova di protagonismo dei cittadini ma che tenga aperta, anche senza alcuna subalternità, una proposta capace di incidere nell’elettorato del PD e dell’IDV spesso disorientato da non scelte o da scelte sbagliate su molti contenuti.
Solo in questo modo crediamo di poter contribuire a delineare, utilizzando a tutti i livelli le primarie che non sono scontri di leadership, ma, come si è visto a Milano, Napoli, Cagliari, ecc, confronti di stili e di contenuti che spesso sono premiati dall’elettorato nella convinzione di costruire risposte diverse ai propri problemi.
Su questo piano credo che il rapporto con la Federazione della Sinistra possa essere recuperato, visto che su molti contenuti siamo in sintonia.
Ricambio con la stessa tua volontà di cambiare “lo stato di cose presenti” il tuo saluto.
Gino Gelmi

LETTERA APERTA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da voto SEL ma dissento

    Ho votato, alle ultime elezioni, SEL perchè Vendola mi sembrava un partito si sinitra attento ai movimenti. Non sono d’accordo con GELMI. Voglio una Sinistra unita e plurale. Non voglio essere inglobato nel PD (partito liberale e moderato) oppure nellIDV (che sono un partito populista di destra). Io credevo che SEL volesse dialogare con la sinistra (Rifondazione, ecc…) e non con partiti di centro. Attenzione che non vi voto più….

  2. Scritto da Marco

    Secondo me ci sono molte persone che invece di leggere fanno finta…
    la rottura fra Sel e Rifondazione è stata chiara sin dal congresso: Sel che è disposta a scendere a mediazione e si propone quindi come alleato all’interno di una coalizione di governo, Rifondazione invece che da tempo insiste nella linea solitaria e orgogliosa di forza d’opposizione a tutti i costi. La differenza sta qui, mi pare evidente e Gelmi lo dice chiaro e tondo nella sua lettera.

  3. Scritto da Giovanni

    @bgdoc il riassunto è quasi corretto.
    Sel infatti è forza di sinistra che vuole governare “a prescindere” e non fare l’opposizione.
    Credo che invece il PRC voglia governare “se ci sono le condizioni” e non fare l’opposizione “a prescindere”.
    C’è in effetti una bella differenza.

  4. Scritto da neftali89

    le poltrone piacciono troppo…
    continuate con lo schiavismo di questo sistema…
    Sel un gruppo di politici con voglia di sfruttare i cittadini…

  5. Scritto da mamma

    @2 PR:una mezza giornata poi arrivo,sto cercando di tradurre la lettera di risposta ai Compagni di RF da parte di GG,ci vorra del tempo porta pazienza.

  6. Scritto da Scocciato

    Beasta organizzare dei dibattiti dove uno non c’entra e si ha una buona scusa per non invitarlo. Il peggio della politica degli anni ’70 e vorrebbero essere i rinnovatori della sinistra, tra Vendola che va a sparare a Milano e questi epigoni bergamaschi siamo messi proprio bene…. e dire che ci speravo!

  7. Scritto da bb

    Qualche anno fa qualcuno sintetizzo’ così: classe politica ” professionale” cerca popolo da rappresentare. Aveva colto nel segno, stesse botteghe, stesse persone, da padre in figli, tramandano questa funzione biblica, poi si dice che siamo laici agnostici….

  8. Scritto da bgdoc

    Riassunto in poche parole: siamo una forza di sinistra che vuole governare e non fare l’opposizione “a prescindere”. Condivisibile

  9. Scritto da Sel confusa

    La lettera di Rifondazione Comunista era stata chiara e precisa
    La risposta di Sel sembra confusa, scritta in un ”politichese” non del tutto comprensibile
    Da quel poco che si capisce, ”Sel preferirebbe in qualche modo farsi inglobare dal PD.. l’importante sono le primarie..”
    Mah!
    Una Sinistra autonoma al 10% potrebbe dire la sua (e pesare) sia in un’eventuale alleanza col PD che all’opposizione
    Dire che la risposta di Sel lascia perplessi, è dire poco
    Sembra un appiattimento sulla linea PD