Quantcast
La Notte Nera fa il pienone a Bondo di Colzate - BergamoNews
L'iniziativa

La Notte Nera fa il pienone a Bondo di Colzate fotogallery

Le vie del piccolo borgo si sono accese: dalle esibizioni dei giocolieri al laboratorio caseario, dalle bancarelle di prodotti tipici all???artigiano che trasforma il legno in gnomi della foresta.

Brividi e sorrisi. La prima edizione della Notte Nera va in archivio con un successo inatteso, perché sono stati in centinaia a sfidare le condizioni meteo non proprio ottimali per trascorrere una serata diversa a Bondo di Colzate. Le vie del piccolo borgo si sono accese: dalle esibizioni dei giocolieri al laboratorio caseario, dalle bancarelle di prodotti tipici all’artigiano che trasforma il legno in gnomi della foresta, dalla mostra di foto e quadri all’intreccio paziente di cesti artigianali, dall’osteria stile "c’era una volta" in cui si è giocato alla morra e cantato al percorso della paura che ha incantato (e spaventato) bimbi e adulti.
La pioggia ha purtroppo disturbato il programma musicale e limitato le esibizioni dei pony, ma numerose sono state le presenze anche alle visite guidate alla Parrocchiale dedicata a San Bernardino.
L’Aperaduno ha premiato Mattia Gatto, primo sia nella categoria estetica (2° Matteo Lubinu, 3° Omar Ruggeri), che per stereo (2° Devis Ghilardelli, 3° Marco Moroni) e interni (2° Simone Aristolao, 3° Michael Cugini). Ed è già ora di pensare alla prossima edizione. La Notte Nera a Bondo di Colzate non finisce mai.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it