BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calderoli e Bossi risfoderano il dito medio

Il cantante al quale Umberto Bossi e Roberto Calderoli hanno risposto col dito medio mentre invocava "l'Italia e il tricolore" annuncia che querelera' il ministro delle Riforme.

Più informazioni su

Alessandro Pelagalli, il cantante al quale Umberto Bossi e Roberto Calderoli hanno risposto col dito medio mentre invocava "l’Italia e il tricolore", domenica sera a Besozzo, nel Varesotto, annuncia che querelera’ il ministro delle Riforme. Nel pomeriggio Pelagalli presentera’ una denuncia contro Bossi, Calderoli, il senatore Fabio Rizzi, e il consigliere regionale, Giangiacomo Longoni, ai carabinieri Bareggio, nel Milanese.
"Mi sono sentito oltraggiato – ha spiegato al telefono con l’Agi – lo considero un gesto fatto nei miei confronti: ho fatto una figuraccia, ero li’ per lavorare e non meritavo quel ringraziamento". Domenica sera, il leader del Carroccio era appena arrivato sul palco della Festa della Lega Nord, accompagnato da Calderoli, Rizzi e Longoni, quando Pelagalli, che stava concludendo il suo pezzo, ‘Bianco, rosso e verde’ (2009), canzone melodica dedicata al Bel Paese, ha invocato "l’Italia, il tricolore". Subito sono partiti i ‘buh’ dei leghisti (con Bossi in testa, che si e’ portato la mano alla bocca per esprimere piu’ forte il suo dissenso). Ma e’ stato quando il cantante ha citato "la bandiera" italiana che i ‘lumbard’ non si sono piu’ tenuti. Ed e’ partito il gestaccio (il dito medio): prima Bossi, poi tutti gli altri a seguire.
Pelagalli, 27 anni, originario di Gagliano del capo, in provincia di Lecce, ma residente nel Milanese da due anni e mezzo, ha tentato di ricucire in chiusura. "Lo faccio io il finale, lo faccio il miracolo", ha annunciato. Ed e’ partito con l’acuto "Padania", tra applausi apparentemente riconciliatori. Ma la riconciliazione non c’e’ stata.
"Ho deciso di presentare querela, lo faccio da cittadino offeso, al di la’ di qualsia idea politica", spiega. "Mi sarebbero bastate anche delle scuse, le avrei accettate. Ma visto che non sono arrivate, posso solo immaginare che i leghisti fossero convinti del loro gesto". Il cantante nega che, dietro alla scelta della canzone, vi sia una provocazione da parte sua. "Ho sostituito un’amica che non poteva cantare, sapevo di questo impegno da piu’ di un mese, anche se non sapevo si trattasse di una Festa della Lega Nord", racconta. "Quando sono arrivato là, ho capito che ci sarebbe stato un comizio", continua, "ma non era ben chiaro a che ora fosse, cosi’ ho deciso, insieme all’organizzatore, di cominciare a cantare, in attesa dell’arrivo dei politici". "Mi sono limitato a eseguire il mio repertorio, nel quale c’e’ anche ‘Bianco, rosso e verde’".
"Non e’ stata una provocazione", insiste, "se avessi voluto provocare, avrei cantato in dialetto pugliese. Nella scaletta ho mantenuto quella canzone, che eseguo sempre in omaggio alla ricorrenza dei 150 anni dell’Unita’ d’Italia: pensavo che facesse piacere a un ministro della Repubblica italiana".
"Ripeto: non ho alcun pregiudizio nei confronti della Lega, col mestiere che faccio, non posso permettermi il lusso di avere pregiudizi, mi devo adattare". Certo, sara’ difficile, con tutto quello che e’ successo domenica sera a Besozzo, che a Pelagalli sia confermata la data che aveva in programma in agosto alla Festa della Lega Nord di Azzate, sempre in provincia di Varese.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da CIP...E...CIOP..Cartoni Animati

    Comportamento becero assurdo e di basso profilo istituzionale da parte di rappresentanti dello Stato Italiano che ricoprono cariche importanti

  2. Scritto da chiedetevelo

    Chiedetevi come mai tutte le …. della lega assumono un’importanza spropositata per i media…chiedetevi perchè la lega ha contro tutte le tv,i giornali,la confindustria,i sindacati…chiedetevelo e poi andate a votare pdl-udc-pd

  3. Scritto da Rizzetta

    Fanno pena. Peccato che chi li ha votati e chi continuerà a farlo non riesca a capire il danno che provoca, sia d’immagine che economico. Ma poi dico, se fanno il dito al tricolore, perchè stra-mangiano sul popolo italiano?

  4. Scritto da pedro_77

    x chiedetevelo : Forse perche’ solo la peggiore espressione politica vista in Italia dal tempo del fascismo ? Preclusione, ignoranza, maleducazione sono i cardini di questo partito e di chi li vota.

  5. Scritto da Luca

    Pur condividendo i principi della Lega , se non darò più il voto al partito verde è proprio per qs tipo di esponenti che ha, maleducati e arroganti. A partire dai leader.

  6. Scritto da Leo

    Che bassezza vergognosa!

  7. Scritto da color verde "acerbo"

    MA MI CHIEDO SE I LEADER FANNO COSI’, IL RESTO DEL piccolo popolo leghista, com’e’?

  8. Scritto da Cicce Fraina

    Da questa gente cosa vi aspettate di più?
    Il problema sono quelli che ancora li votano, capisco i primi anni il voto di protesta contro la classe politica ed un po’ di campanilismo che bene o male contagia un po’ tutti in certi periodi della vita , ma adesso dopo tutti gli anni che sono al governo visto che questo è il massimo che sanno fare come si fa a votare ancora per loro?

  9. Scritto da V

    Condivido al 100% cicce fraina e aggiungo che hanno fatto bene nel mio paese a Lallio ad abbattere il cartello becero con la scritta BERGHEM..

  10. Scritto da padano ma....

    eh gia l’italietta tutta legata a sqaudra di calcio nazionale e canzonette…come e peggio del ventennio fascista…detto cio’ un gesto cosi innocuo per chiunque fatto da dei ministri li declassifica a serie D

  11. Scritto da anna

    Se il cantante era lì per lavorare è perchè gli stessi organizzatori leghisti lo hanno chiamato o sbaglio???

  12. Scritto da AridateceFanfani

    la storia insegna che nei periodi bui emerge la feccia ……

  13. Scritto da fda

    vedrete quando vi faranno il dito, i vostri elettori!!

  14. Scritto da poveri noi

    questa sarebbe la “qualità” dei ministri che devono salvarci dalla crisi?… io scappo !!

  15. Scritto da verita'

    La Lega ha stufato con questi siparietti.