BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atletica Bergamo, i maschi alla finale serie A oro

A Cinisello Balsamo la seconda fase dei societari assoluti. La squadra femminile conquista il diritto di partecipare alla serie A d'argento.

Più informazioni su

La classifica ufficiosa della Fidal assegna 22051 punti anche se in effetti sono un po’ di più (22104) ma sempre sufficienti a superare i 22000 punti richiesti per la conferma del diritto a partecipare alla finale della serie “A” ORO che a fine settembre assegnerà a Sulmona gli scudetti tricolori assoluti.
Per l’Atletica Bergamo 59 si tratta della quarta finale consecutiva nella massima serie centrata con la squadra maschile.
Nei due giorni di Saronno, anche se con alcune defezioni importanti, tanti sono stati i protagonisti del nuovo successo della nostra società che ha conquistato quattro primi posti, altrettanti secondi e due terzi.
Nella prima giornata il primo successo è arrivata per merito del nostro militare dell’Aeronautica DANIELE PARIS che si è aggiudicato la prova sui 10 km di marcia con il tempo di 46’05”64. Da rilevare la grande prova di carattere data da Daniele nel corso della sua gara, dopo i primi 3 km percorsi ad una media di 4’20 a km ha accusato un fortissimo dolore lombare che né ha condizionato sensibilmente la prestazione cronometrica, ma Daniele stringendo i denti ha voluto concludere la gara, percorrendo i rimanenti 7 km in condizioni fisiche non proprio ottimali, spinto dallo spirito di appartenenza alla società di origine che lo ha sempre contraddistinto. Il secondo successo è arrivato per merito di un fantastico MAMADOU GUEYE che si è aggiudicato gli 800 metri correndo nell’ottimo tempo di 1’48”46. “MAMA” ha sfruttato il lavoro svolto dal poliziotto Dario Ceccarelli che ha lanciato la gara per i primi 550 metri per permettere al giovane junior Mattia Moretti di centrare il limite per gli Europei. Il nostro atleta è sempre stato in seconda posizione e nel momento in cui la “lepre” ha abbandonato è riuscito ad incrementare l’andatura disputando una grande volata finale, che ha permesso tra l’altro a Moretti di ottenere il limite per gli Europei con 1’49”86. La terza vittoria l’ha centrata ABDUL DIABY che correndo ad un centesimo del personale i 200 piani ha fermato il crono a 21”
98. Dal lancio del martello, infine, è arrivata la quarta vittoria con ANDREA PASETTI che al quinto lancio di finale ha scagliato l’attrezzo da 7,260 kg all’ottima misura di 53.64.
Seconda piazza poi per MATTEO CROTTI che ha corso i 400 in 48"62, vicinissimo al personale. Stesso piazzamento per ALBERTO MAZZUCCHELLI, che nei 3000 siepi s’è migliorato di 12 centesimi correndo in 9’38”81; per DAVIDE SIRTOLI che nel triplo al secondo salto è atterrato a 14.19 ma è stato costretto al ritiro per una leggera contrattura alla gamba di stacco; infine per i neotricolori juniores della 4×400 DIEGO DAMINELLI, ISMAEL TRAORE, MICHAEL VERZERI e PIERANGELO REDONDI che hanno migliorato il tempo di Bressanone fermando il crono a 3’19”37.
Da segnalare anche il terzo posto conquistato dal capitano IVO PASETTI che ha lanciato il disco da 2 kg a 43.59 e dall’ottimo RAPHAEL TAHARY che finalmente, dopo tanti infortuni, ha messo in luce un po’ del suo talento correndo i 5000 in 15’06”23. Ma sempre nel disco spicca il 41.06 di MASSIMO MERLI, tornato all’attività da pochi mesi dopo oltre un decennio di assenza dalle pedane: l’ex vicecampione italiano allievi ha ritoccato il personale di 40.18 che aveva stabilito addirittura nel 1994.
Per quanto riguarda gli altri atleti in gara, l’allievo MICHELE MARAVIGLIA, reduce dall’exploit del 1° luglio a Nembro (2.05), nell’alto ha pagato un po’ a livello emotivo il debutto a livello assoluto fermandosi a 1.94. E l’improvvisata 4×100 schierata con EDOARDO ROSIELLO, GABRIELE CIRELLI; DIEGO DAMINELLI e NICOLA TRIMBOLI è riuscita ha portare il testimone all’arrivo con il tempo di 43”75. L’ottimo GIORGIO VECCHIERELLI nell’asta ha superato la misura di 4.30 (primato personale per l’allievo PATRIK GONTARSKI con 4.00), ABDUL DIABY ha corso i 100 piani in 11”05 e nel triplo il promettente allievo ANDREA ROSSI ha ottenuto il nuovo personale saltando 13.85 (aveva 13.74).

Nella due giorni di Cinisello Balsamo valida per la seconda fase dei societari assoluti donne, l’Atletica Bergamo ’59, che già nella prima fase aveva confermato il diritto a partecipare alla serie “A” ARGENTO, ha ulteriormente incrementato il punteggio chiudendo a 21723 punti, ampiamente oltre al minimo richiesto di 20.500 punti.
L’unica vittoria per i nostri colori è arrivata per merito dalla soldatessa MARTA MILANI, sempre presente ai societari con la maglia giallorossa. Schierata per un test di velocità sui 200 piani, la campionessa italiana dei 400 ha fermato il crono a 23”74 con vento contrario di -1,0 metri al secondo: per l’atleta allenata da Saro Naso si tratta del nuovo primato personale. Dopo questo test Marta gareggerà sui 400 piani mercoledì prossimo a Sassari e successivamente, il 22 luglio, al meeting di Barcellona alla ricerca del limite per i Mondiali.
Tre volte le nostre atlete sono salite sul secondo gradino del podio con prestazioni di tutto rispetto:
Nell’asta CHIARA ROTA, archiviati gli esami di maturità, con 3.70 è tornata su una misura a lei più consona, che a Bressanone le avrebbe assegnato l’oro.
Nel lungo JENNIFER PARZANI finalmente è riuscita ad ottenere il frutto del lungo lavoro svolto quest’inverno e al secondo tentativo è atterrata a 5.69 migliorando di 3 cm il personale.
Nel disco GIULIA LOLLI per la prima volta ha superato il muro dei 40 metri scagliando l’attrezzo da 1 kg esattamente a 40.71 (aveva 38.79).
Sul terzo gradino del podio è salita MARTA LAMBRUGHI che, al rientro dopo più di un mese di stop per infortunio, nell’alto ha superato l’asticella posta ad 1.73. Nella stessa gara quarta posizione per l’allieva CHIARA CRIPPA con la misura di 1.67.
Degni di nota anche il quinto posto dell’allieva ANASTASIA VIGANO’, che negli 800 metri ha migliorato sensibilmente il personale correndo in 2’17”27 (aveva 2’
21”84) e di NICOLETTA SGHERZI che nel giavellotto ha ottenuto la misura di 38.37. Ok anche l’altra allieva ARIANNA NAVA, settima nel martello con 39.59, mentre ELISA CORIA nel giavellotto ha chiuso in ottava posizione con il miglior lancio a 31.04.
Da segnalare il doppio pasticcio organizzativo sugli ostacoli. Il primo giorno, a CHARLENE SERY SECRE è scivolato il blocco di partenza all’avvio dei 100hs, contrattempo che ha compromesso la prestazione della nostra atleta.
Poiché il fatto si è ripetuto più volte anche nei 100 piani, dopo la presentazione di un nostro reclamo a Charlene è stata fatta ripetere la gara in solitaria ed ha ottenuto il tempo di 16”22. Ma di certo avrebbe potuto far meglio in una gara al completo e senza questo problema.
Altro pasticcio nei 400hs: all’avvio della prima batteria, con la nostra migliore specialista PAOLA GARDI, non è partito il cronometraggio elettrico per cui la gara è stata annullata e, ai fini dei Societari, sarà ripetuta sabato prossimo in occasione del Trofeo “Anguria” organizzato proprio dall’Atletica Bergamo ’59.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.