BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cartello B??rghem gi?? abbattuto a Grumello del Piano fotogallery

Sull'ex statale 525, al confine con Lallio, uno dei nuovi cartelli in dialetto ?? stato sradicato e lasciato cadere al bordo della strada.

Più informazioni su

Deve ancora spegnersi l’eco dell’installazione e già qualcuno ha provveduto a mettere a segno un atto vandalico contro i cartelli Bèrghem. Uno dei cartelli in dialetto installati di recente alle porte della città, con l’etimologia di Bèrghem dal latino e dal tedesco, è già stato abbattuto. Ma con un lavoro ben fatto: qualcuno ha infatti provveduto a sradicare, letteralmente, la base del nuovo cartello dalla terra e dal cemento in cui era stato piantato.
E’ accaduto al confine con Lallio, sull’ex statale 525. Forse il blitz è stato messo a segno sabato notte. Si esclude che possa trattarsi di un danno provocato dal maltempo, visto il modo in cui la scritta "Bèrghem", piuttosto pesante, è stata tolta dal luogo in cui era stata installata.
 La polizia locale ha avviato oggi, lunedì, le prime verifiche, per poi dare mandato agli uffici comunale per la reinstallazione. Probabilmente scatterà una denuncia contro ignoti, per atti vandalici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bèrghem

    I soliti sinistri… Ma non avete un po’ di senso civico?
    Sempre solo tanta violenza e vandalismo. Si predica la pace, e ovviamente, incoerentemente, si fa la guerra.
    E la democrazia? Dove la mettiamo? Povera italia, sempre più in basso…
    Tutti siamo a favore e contro molte cose, ma se tutti noi distruggessimo ciò che non approviamo, forse sarebbe meglio tornare ai tempi di Neanderthal.
    Ma forse era meglio, almeno a quei tempi si litigava per cose serie, come il cibo e la sopravvivenza.

  2. Scritto da ermes091

    I motivi per cui tanti si oppongono alla scritta “Berghem: o si vergognano delle loro origini bergamasche oppure odiano la Lega Nord. Io non sono di origini bergamasche, ma a me quella scritta non dà alcun fastidio, anzi ammiro chi tiene alle proprie origini e alle proprie tradizioni da tramandare ai figli.

  3. Scritto da bergamasco

    Anch’io, che sono bergamasco, non mi vergogno delle mie origini, anzi ! Pero’ mi vergogno della Lega Nord che si e’ autoincensata a difensore delle origini bergamasche e lo fa con i cartelli in dialetto. Forse non hanno capito che le nostre origini si difendono lavorando sodo, comportandosi onestamente, evitando il nepotismo.

  4. Scritto da Fubalista

    Ma di cosa stiamo a parlare??quel cartello e’ abbattuto da giovedì sera in seguito all’uragano!3 pagine di discussione per cosa?capre capre capre

  5. Scritto da @17

    rassegnati, la Padania esiste nella mente e nel cuore di tanti, che se non altro difendono le proprie radici e cercano di fare in modo che siano ancora ricordate. Altri, preferiscono farsi sommergere da invasioni più o meno silenti: che dei due ama di più il suo popolo???? i cartelli non sono espressione di partito, lo vede chi h’ossessione di combattere la Lega ( tanto mica ci riuscirà..è un fenomeno inarrestabile, 20 anni fa si diceva che era una meteora, un’illusione.Vediamo come è avanzata)

  6. Scritto da luca dalmine

    anke a seriate ieri era per terra!! zona fiera!

  7. Scritto da simone

    tutta colpa della gigantesca, sterile, polemica creata dai media locali!!!

  8. Scritto da leghista

    Maledetto vento comunista ! Quando la secessione sara’ realta’ dobbiamo ricordarci di proteggere le nostre radici e il nostro glorioso popolo dagli uragani di stampo sinistroide che ancora soffiano sulle nostre verdi terre abbattendo i nostri cartelli ! W la lega ! W bossi ! Abbasso il vento comunista !

  9. Scritto da Mojcano

    @ 24,soffia il vento,soffia,e non havete ancora visto la Bufera

  10. Scritto da gigi

    per fare un bel lavoro prima dovevano legarci bossa a sx e il trota a dx

  11. Scritto da temporale

    confermo 22
    il cartello è stato abbattuto giovedì sera dal temporale.
    Chi è passato di lì giovedì notte o venerdì mattina può confermare.

  12. Scritto da maria

    dal mio punto di vista l’atto vandalico è avercelo messo. La stessa cosa vale per tutti i cartelli “tradotti” in bergamasco. Non mi è ancora chiaro a chi servono e se non danno un servizio allora è solo un’allegoria che comunque ha dei costi che paga chi è d’accordo e chi non lo è.

  13. Scritto da roberto

    DIo c’è!

  14. Scritto da gigi

    oh no e adesso su cosa si polemizzerà??

  15. Scritto da randal76

    Direi che e’ il caso di istituire una ronda padana per assicurarsi che tali brutalita’ non vengano piu’ perpetrate !

  16. Scritto da DONI SINDACO

    non è che qualcuno ci è andato addosso in auto??

  17. Scritto da marco

    Già che ci siamo si potrebbe fotografare anche il cartello piazzato sulla Briantea tra Curno e Bergamo in direzione Bergamo: è proprio dietro un palo della luce, non si riesce nemmeno a leggere

  18. Scritto da bibi

    e uno ! a uno a uno cadranno, a seguire la Lega e il governo

  19. Scritto da barbari

    E’ chiaro i vandali storicamente sono nemici dei longobardi e dei celti.

  20. Scritto da AridateceFanfani

    chi l’ha fatto non ha avuto alcun rispetto per quel povero leghista che sebbene in possesso di un solo neurone è riuscito a partorire cotanta idea !.. mah

  21. Scritto da PiccoloLord

    Sicuramente sono dei criminali quelli che abbattono i cartelli comunali, ma quelli che spendono i nostri soldi per metterli non sono meglio!!!

  22. Scritto da bruno

    e’ un segno dei tempi… dieci anni fa il responsabile sarebbe stato subito rintracciato, oggi pure ma per fargli le congratulazioni

  23. Scritto da vandali

    i vandali sono vandali, ma i “democratici” plaudono, se abbattono un cartello che richiama la Lega (ma il dialetto è tradizione, e la tradizione è di tutti, è la nostra storia… o lo parlano solo i padani, ormai?)..Comunque, non li ha pagati la comunità questi cartelli, quindi….

  24. Scritto da pandemonio

    Se fosse stata una bacheca dove si affigge qualche giornale di sinistra ad essere abbattuta,si sarebbe subito riunito il comitato antifascista e bla bla bla……………..

  25. Scritto da alfa

    La questione è più semplice è caduto venerdi sera con il vento del temporale con qualche altro arbustarello della zona

  26. Scritto da A.Z. Bg

    I soliti democratici oppositori e neminci delle lingua bergamasca e della sua ciltura.Invito il n°7 a dire le stesse cose in Sud Tirolo o in Sardegna o in Catalogna, e po vedremo se scriverà le stesse cose.

  27. Scritto da sergio

    pandemonio, quanto sei piccolo, in quanto il nobile comitato antifascista, che non si spreca per l’ ideologia di destra o di sinistra, ma per la tua e mia libertà, ti ha permesso di essere più libero e democratico anche quando la libertà e la democrazia ti fanno schifo per snob….abbi più rispetto per la nostra e anche la tua libertà d’espressione.

  28. Scritto da Marco P.

    Purtroppo questo gesto non e’ altro che l’ennesimo episodio specchio della decadenza dell’educazione civica che in Italia va’ a morire e nulla c’entra la politica ma solo l’avanzante anarchia di chi si ritiene superiore a tutti ma probabilmente senza neuroni nel cervello!

  29. Scritto da gio

    questi “sedicenti” leghisti che si arrabbiano per un loro cartello abbattuto, magari dal fresco vento del NORD, non si erano scandalizzati quando loro stessi, in tempi di sogno padano senza gli attuali super tasse e accise leghiste, sporcavano tutta la cartellonistica della nostra bella terra bergamasca con adesivi assurdi e ideologicamente reprimenti e falsi di “Repubblica Padana”, mentre eravamo, e per nostra e loro fortuna rimasti, in terra di “Repubblica Italiana”?

  30. Scritto da Andrea Lombardi

    Chissà cosa sarebbe successo se avessero abbattuto un cartello privato di uno di questi sedicenti “democratici”, invece che un pubblico cartello senza connotazione politica…

  31. Scritto da mariolino

    I cartelli sono solo espressione di un partito, non di una cultura, che è, per nostra fortuna, ben altro. Comunque la padania non esiste.

  32. Scritto da !

    @ 14 az BG:a Gromo San Marino alta Valle Seriana,in Cimitero c’é la Tomba di un ragazzo Sergente Paracadutista nato li,ma morto in “sud Tirolo” a causa di un attentato terroristico(misero una bomba vicino ad un traliccio alta tensione e insieme ad altri venne dilaniato da esplosione)fatto quando la,volevano la seccessione… a lui voi pseudo seccesionisti non sareste piaciuti. W L’ITALIA UNITA!