BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torre Boldone aumenta l’addizionale Irpef

Minoranze all'attacco: l'aumento ?? il frutto delle spese eccessive dell'amministrazione. Il sindaco Sessa: intervento necessario per non tagliare le spese per il sociale.

Nell’ultimo Consiglio comunale di Torre Boldone la maggioranza di centrodestra ha approvato l’aumento dell’addizionale Irpef dallo 0,2 allo 0,4, con un’esenzione per i redditi inferiori a 15.000 euro annui. "Quest’anno – commenta il sindaco Claudio Sessa (nella foto) – dovremo sostenere spese per il sociale non previste ne prevedibili. In particolare dovremo stanziare dei fondi per l’assistenza ai bambini disabili e per il personale (assenze per maternità). Avremmo volentieri prorogato l’aumento al 2012, ma di fronte a queste necessità non potevamo aspettare oltre. Avremmo potuto ritoccare l’aliquota anche solo dello 0,1%, ma abbiamo preferito effettuare un’operazione di equità sociale creando un’area di esenzione per i redditi fino a 15.000 euro: il 60% dei pensionati e i cassaintegrati non pagheranno un euro in più rispetto a prima".
Le argomentazioni del sindaco non hanno convinto le minoranze, che in Consiglio hanno osteggiato
l’adozione dell’aumento dell’addizionale Irpef. "Siamo fermamente contrari all’aumento delle tasse soprattutto in questo periodo – esordisce Fabio Ventura della Lista civica per Torre Boldone-. La necessità di garantire la copertura di alcune spese di carattere sociale è solo una scusa per coprire le scelte sbagliate del passato. Nei due anni precedenti l’amministrazione ha speso troppo per la sicurezza e per provvedimenti di secondaria importanza, come ad esempio l’assicurazione gratuita per tutti i cittadini e l’acquisto di motorini elettrici a disposizione della cittadinanza. Riteniamo inoltre che l’aumento dell’addizionale attuato dall’amministrazione creerà delle forti disparità: ad esempio
le famiglie con due redditi da 15.000 euro non pagheranno nulla, mentre quelle con un solo reddito da 16.000 euro pagheranno di più".
Sulla stessa linea il capogruppo della lista Cittadini di Torre Boldone, Alberto Ronzoni. "L’aumento delle tasse è il primo effetto dell’introduzione del federalismo fiscale, come noi abbiamo sempre sostenuto. Il meccanismo potrà funzionare solo allorché si incominceranno a ridurre le spese".
"Le osservazioni delle minoranze non colgono nel segno – ribadisce il sindaco Claudio Sessa – Le ‘folli’ spese per la sicurezza e la videosorveglianza, contestate dalle opposizioni, sono state realizzate attraverso una riduzione delle nostre indennità e con i contributi della Regione Lombardia. Per quanto riguarda il federalismo, sottolineo che lo stesso entrerà in vigore nel 2014. In ogni caso Torre Boldone quest’anno ha avuto circa 18.000 euro in più di trasferimenti dallo Stato".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Liam

    @Liam non ho assolutamente intenzione di sprecare il mio tempo spiegandoti cose dette e stradette, scritte e riscritte. Dovresti frequentare il Consiglio Comunale (visto che ci tieni tanto al paese), dove è stato tutto ampiamente spiegato e DOCUMENTATO per entrambe le faccende, e dove le minoranze hanno fatto ( e fanno) regolarmente la figura dei cioccolatai. E magari dovresti leggere ogni tanto qualcos’altro che non sia il patetico “ombre rosse”….

  2. Scritto da Guido

    Caro Liam, come tutti quelli della Lega sei evasivo quando ti viene chiesta chiarezza. Ti ho chiesto di rispondere a delle precise domande ma vedo che non sei in grado di farlo. Non tutte le persone hanno tempo da perdere nel frequentare il Consiglio Comunale.

  3. Scritto da dedalo

    Orbene, sapendo come ragionano i leghisti probabilmente se si è dovuti ricorrere all’aumento dell’addizionale Irpef ci sarà stata una motivazione reale e non risolvibile in altra maniera.
    Tuttavia, ciò detto, nel male hanno trovato una soluzione lungimirante e pur tassando eviterà alle fasce più “deboli” di pagare di più.
    Complimenti

  4. Scritto da Guido

    Vedi Liam, la differenza in fatto di argomentazioni è dovuta al fatto che non sei in grado di spiegarmi com’è stata risolta questa questione. E’ troppo difficile per te?

  5. Scritto da Guido

    Ricordo che da quando si è insediato questo sindaco, senza un preciso motivo, la tassa sulla spazzatura è come per magia raddoppiata. Per fortuna che Torre è un comune riciclone…
    Adesso anche l’Irpef: grazie Lega!

  6. Scritto da Liam

    @Guido vedo proprio che non hai argomenti…invece di notare tutte le innovazioni e le cose interessanti che in due anni sono state fatte a Torre Boldone ( moto elettriche a noleggio, assicurazione gratuita per i cittadini, servizio legale gratuito, maggiore apertura degli uffici, bus navetta gratuito il giorno di mercato, feste per i giovani e non) ti vai ad attaccare ad una faccenda che è stata ampiamente spiegata e risolta. Ma leggi i giornali? Dove vivi? Ah certo,vivi in fondo, a sinistra..

  7. Scritto da carlo

    come si fa a dare colpe al federalismo fiscale quando non è ancora entrato in vigore?

    comunque si potranno ridurre le tasse solo quando saremo autonomi, ma l’autonomia sarà un’illusione fino a quando tanti bergamaschi voteranno PD, PDL o gli altri partiti romani.
    W la LEGA!!

  8. Scritto da Per Guido

    Guido vedo che il tuo è un attacco politico a priori! Non farai mica parte della minoranza che continua a fare brutte figure in consiglio e che fa mera opposizione invece che minoranza costruttiva??? Probabilmente no , perchè vedo che non sei minimamente informato sulla questione dei 700 euro …. Anche i muri a torre boldone conoscono bene come è andata la vicenda (uuu i RIMBORSI sono ben altri…chiedi ai VECCHI AMMINISTRATORI)

  9. Scritto da simone

    a Sessa sindaco i cittadini di Torre dovrebbero erigere un monumento !!! scava scava ha trovato tante di quelle …. commesse dalle amministrazioni precedenti a guida Piazzalunga/Colleoni

  10. Scritto da Guido

    Per chi non lo sapesse, il sindaco di Torre Boldone abita a Scanzorosciate!

  11. Scritto da goal

    Qante “trovate” da questo Sindaco!!! Sembrava il nuovo che avanza ed invece è uguale agli altri (predecessori e non).
    Federalismo municipale: più tasse per tutti!!!
    Ecco l’esempio e quante banalità per giustificare l’iniziativa.

  12. Scritto da CatCat

    @Guido : per chi non lo sapesse il Sindaco precedente (Piazzalunga) vive a Torre Boldone dalla nascita ma durante il suo mandato non si è mai visto sul territorio, se non nelle occasioni ufficiali in cui poteva mettersi in mostra con la sua bella fascia. Claudio Sessa trascorre molte ore al giorno in giro per strada, al mercato, tra la gente, e la gente lo chiama per nome e lo ferma per qualsiasi cosa. QUESTO è essere cittadino tra i cittadini, la residenza non conta nulla!!

  13. Scritto da X Guido

    Guido cosa c’entra la tua puntualizzazione in merito alla residenza? Fa di questo un bravo/meno bravo sindaco? Questo sindaco non è minimamente paragonabile con Piazzalunga (un caro residente di Torre Boldone che tra lo scandalo mensa e porcate varie dimostra il metodo dei vecchi amministratori). Bravo Sessa!

  14. Scritto da Marzanica

    Bhè invece buttare via 1800000 euro per una mensa delle stesse dimensioni di quella vecchia rappresenta l’acume politico della vecchia amministrazione???. Sessa è il nuovo che avanza…e lo dimostrano non soltanto le iniziative messe in campo (che finalmente hanno risvegliato un paese dormitorio) ma le continue figure barbine di quella sottospecie di minoranza che dovrebbe rappresenta la vecchia amministrazione di sinistra di Piazzalunga e Colleoni.

  15. Scritto da non ho più nemmeno le tasche

    “non metteremo le mani nelle tasche degli italiani”, così disse il più “grande” (?) uomo politico degli ultimi 2.450 anni.