BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In auto uccide ragazzino e fugge Ma in caserma manda il pap??

Mirko Lovecchio, 17 anni, figlio di madre vedova, ?? stato travolto e ucciso a Vaprio. Trentacinquenne di Pontirolo smascherato dopo un nterrogatorio dei carabinieri. Prima aveva mandato il padre in caserma che si era dichiarato responsabile.

Più informazioni su

E’ un bergamasco di 35 anni, residente a Pontirolo, l’uomo alla guida di un’auto che, poco dopo la mezzanotte di giovedì 7 luglio, ha travolto e ucciso un ragazzino di 17 anni in bicicletta a Vaprio d’Adda, in via Cassano. Prima che i carabinieri interrogassero il 35enne, smascherandolo, gli stessi militari hanno ricevuto la visita di un uomo di 77 anni, padre dell’automobilista pirata, che ha tentato di presentarsi come colui che ha provocato l’incidente. E il pensionato è stato denunciato per falsa testimonianza.
Il dramma poco dopo la mezzanotte di giovedì 7 luglio, in via Cassano, a Vaprio d’Adda. Un’automobilista investe Mirko Lovecchio, 17 anni, studente all’Itis di Trezzo d’Adda, figlio unico di madre vedova, molto conosciuto tra i suoi coetanei e molto impegnato in oratorio. L’auto si allontana, il conducente non si ferma per chiamare i soccorsi. Il 17enne muore, sulla strada. Sul posto intervengono i carabinieri.
Attorno a mezzogiorno dell’8 luglio, alla caserma dei militari di Fara Gera d’Adda, si presenta un uomo di 77 anni, bergamasco, di Pontirolo. Dice di essere l’autore dell’investimento, ma i carabinieri non gli credono. L’uomo fornisce particolari che non trovano riscontro nei rilievi effettuati sul luogo dell’incidente. I carabinieri scoprono che ha un figlio, celibe, che vive con lui.
A quel punto chiamano entrambi in caserma, a Vaprio d’Adda, dove il comandante della compagnia di Vimercate, competente per territorio, interroga entrambi, padre e figlio, in sedi separate. E la verità viene fuori. Era il figlio di 35 anni alla guida dell’automobile.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.