BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

???Poste in tilt nelle Valli Serve riorganizzare il servizio???

La senatrice Alessandra Gallone ha presentato un???interrogazione parlamentare per cercare di far luce sul caso. La richiesta ?? chiara: una riorganizzazione pi?? rispettosa delle esigenze dei cittadini e del territorio.

La crisi totale del servizio postale è andata in scena qualche settimana fa quando la società ha deciso di cambiare il sistema informatico. Code incredibili, sportelli bloccati, cittadini spazientiti. In molti paesi il problema è stato poi risolto in qualche giorno ed ora la situazione è tornata alla normalità. Nelle Valli bergamasche invece gli abitanti sono costretti convivere da sempre con disagi e ritardi causati dalla mancanza di personale. Carenze che costringono soprattutto i pensionati a salti mortali per ritirare la pensione o pagare tasse e bollette. La senatrice Alessandra Gallone ha presentato un’interrogazione parlamentare per cercare di far luce sul caso. La richiesta è chiara: una riorganizzazione più rispettosa delle esigenze dei cittadini e del territorio. "Non è possibile – commenta la senatrice Alessandra Gallone – che i cittadini debbano avere grandi difficoltà per effettuare semplici pagamenti, oppure continuino a ricevere la corrispondenza con grande ritardo o, addirittura, siano costretti a spostarsi negli uffici postali dei paesi limitrofi. Con l’arrivo delle vacanze estive l’attuale disagio può solo peggiorare. Penso ai numerosi anziani che vivono nella valle per i quali anche il ritiro della pensione, in queste condizioni, può diventare un’impresa titanica. Purtroppo sono state fatte delle scelte che non tengono conto delle esigenze del territorio – continua la senatrice Gallone -. Ho presentato quindi un’interrogazione a risposta scritta al Ministro dell’economia e delle finanze per sapere se e in quali modi intenda intervenire, pur nel rispetto dell”autonomia gestionale di Poste Italiane spa, per evitare che la riorganizzazione posta in essere dalla società risulti penalizzante per i cittadini dei comuni montani".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da egidio

    Lamentarsi acriticamente è la cosa che noi italiani sappiamo fare meglio. Qualche domanda: 1) se serve personale perchè chi ci governa in Italia ed in Lombardia in Provincia non provvede? 2) premesso che non esiste monopolio perchè nessun altra posta decide di effettuare il servizio nelle nostre alte valli ai costi in vigore? 3) perchè le istituzioni locali (esemplificando)non agevolano la permanenza del negozio territoriale (Poste) UTILIZZANDOLO al posto dei negozi di bergamo o oltre? etc e

  2. Scritto da L.P.N.E.

    Ho il sospetto che anche questo servizio funzionasse meglio quando era statale che con gestione da s.p.a. Ed in più continuando a farla funzionare male si trova la scusa per appaltare all’esterno i vari servizi.qualcuno ci mangia??!! E’ lo stasso sistema usato per la sanità,frà poco per l’INPS o per altri servizi pubblici. Con la scusa che “privato è sempre bello” si fanno gli interessi di pochi a scapito della comunità tutta. Rinazionalizzare i servizi essenziali altro che favole!!!!

  3. Scritto da mx

    Ma io mi chiedo perche’ ogni due settimane devono cambiare il postino? a me arrivano lettere di mesi fa, scadute, e io mi ritrovo con della posta che non e’ mia, mi tocca andare in posta a portarla! Ma se non sono capaci di fare il loro lavoro, che lo faccia qualcun altro!!!

  4. Scritto da cesare giulio

    sono esterefatto nell’apprendere la notizia dei disservizi che Poste Italiane spa arreca ai suoi utenti, io personalmente mi trovo oggi ad avere fatto richiesta per lavorare alle poste ma nessuno mai mi ha dato risposta , mi chiedo, perchè poste italiane spa non risolvono il problema reclutando della forza lavoro seria e motivata disposta a svolgere bene il delicato servizio di recapito? perchè ? perchè ? non ho ancora trovato risposta.

  5. Scritto da walter semperboni

    Io invece mi chiedo il perchè,su venti Parlamentari Bergamaschi,l’unica Senatrice che ha preso a cuore il problema e non ha fatto spallucce è la Senatrice Alessandra Gallone;l’Assemblea dei Sindaci dell’Alta Valle Seriana,ha fatto conoscere il problema a tutti inviando una lettera ad ognuno di loro,l’unica a prendersi a cuore il problema è stata Alessandra Gallone,questi son i VERI VALORI che ognuno ha dentro di se perchè insegnati dalla Famiglia e non dall’appartenenza ad un partito!!!

  6. Scritto da gutti

    Le poste devono portar la posta non fare la banca,op telefoniico ecc ecc.