BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pi?? di 180 profughi nordafricani ospiti tra citt?? e provincia

Secondo la prefettura ?? il numero di persone del Nord Africa attualmente sul territorio bergamasco. Alcuni gi?? ripartiti per accertamenti o perch?? hanno trovato altre sistemazioni. La prefettura: "Si cerca di garantire accoglienza degna".

Più informazioni su

Al di là delle diverse sensibilità e posizioni politiche la Bergamasca sta dando prova di accoglienza e solidarietà per i profughi del Nord Africa, libici e tunisini in particolare, ma non solo. Stando ai dati della prefettura attualmente la città e la provincia, stanno ospitando 183 profughi, in strutture di diverso tipo a Bergamo, Albino, Antegnate, Urgnano, Zogno, Camerata Cornello e Palosco. Questo il dato attuale, che può variare di giorno in giorno in base alle necessità del ministero dell’Interno e alle successive richieste da parte della cabina di regia regionale, coordinata dal presidente Roberto Formigoni e dal prefetto di Milano.
Chi ha accolto i profughi? A parte il clamoroso caso della federazione provinciale di Rifondazione comunista, che decise di ospitare per diversi giorni molti immigrati tunisini nella sua sede di via Borgo Palazzo, già nelle prime settimane dell’emergenza si era avviato un coodinamento con la Prefettura in prima fila che lavorava a stretto contatto con enti e associazioni che si erano fatti avanti. In prima fila la Caritas, che continua nel suo impegno senza sosta, come hanno dimostrato anche le recenti dichiarazioni del direttore don Claudio Visconti, il Comune di Bergamo, ma anche realtà di carattere laico da un capo all’altro della provincia: ad esempio la cooperativa Ostello dei Tasso a Camerata Cornello o, a Sud della Bergamasca, la cooperativa sociale "Saracinesca" di Antegnate.
E’ la Provincia a presiedere il tavolo di coordinamento dell’emergenza, al quale siedono il prefetto, il Comune di Bergamo, la questura, la Ster (Struttura territoriale della Regione a Bergamo) e l’Asl. Ed è la Prefettura ad avere il controllo gestionale dell’emergenza, anche per quanto riguarda i contatti con le strutture disposte ad ospitare: "Si è sempre cercato di garantire accoglienza degna – dicono dalla prefettura – trovando risposte positive nel territorio bergamasco".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Davide

    Qualcuno parla di strategia dei sinistri…Semmai è la vostra strategia sull’immigrazione (semmai ve ne fosse una) che risulta essere un po’ sinistra.. (vedasi significato del termine sinistro sul vocabolario ITALIANO).
    Siete ostaggi del PDL e state facendo delle figure pessime, non prendetevela con “i sinistri” che poi non sono nemmeno loro a godere della vostra disfatta. La vostra stessa gente non vi crede più ormai, avete solo prodotto aria fritta e metri cubi di cemento in bergamasca!

  2. Scritto da pm

    Il dizionario italiano traduce “profugo” con “Chi è costretto a lasciare la propria patria in seguito a calamità naturali, guerre ecc”.
    Mi pare che l’ultima ondata non corrisponda a questa definizione, visto che arriva da nazioni che, invidia, sono appena riuscite a liberarsi da dittatori incapaci e inconcludenti.
    Detto ciò, non capisco che dovere abbiamo di accoglierli, anzichè rispedirli indietro e pretendere che entrino in Italia in modo legale.

  3. Scritto da Marco Casetta

    E’ una conquista. Siamo sotto invasione e non reagiamo perchè i nostri amministratori sono sotto il controllo di un network costituito dall’Unione Europea e dalla Conferenza Islamica. Lo scopo è creare una grande area euroafricana a maggioranza demografica nera e maggioranza religiosa musulmana. Vogliono farci sparire. Non è un fatto di destra o sinistra, ma di sopravvivenza. Gli europei sono equiparabili ad ebrei accusati di razzismo anti-tedesco se avessero reagito contro i nazisti

  4. Scritto da Davide

    GRAZIE BOSSI, GRAZIE MARONI, GRAZIE PIROVANO, GRAZIE LEGA

  5. Scritto da Paola

    Noi non abbiamo lavoro, gli impiegati del pubblico hanno gli stipendi bloccati per 5 anni e la Lega investe i pochi soldi rimasti per mantenere i profughi! Speriamo di andare presto al voto!

  6. Scritto da Strategia dei sinistri

    La strategia dei sinistri è chiara:sanno che la gente non ne può piu di immigrati così accusano la lega di permetterne l’arrivo.Quando governeranno loro(con la loro ideologia multirazziale) ci sarà da ridere….

  7. Scritto da Gino

    …ma, grazie alla Lega, non dovevano rimanere tutti nelle regioni del Sud?

  8. Scritto da pm

    @9: forse non se n’è accorto, ma è da una quindicina d’anni che non comandano i “sinistri”, e a ma pare che sull’immigrazione ci sia molto da “ridere” anche adesso – venga giù dalla pianta, per favore…

  9. Scritto da poveri noi

    Fortuna che dovevano andare tutti in francia….