BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Grande attesa per la seconda “Notte on the road”

Dopo la prima ???Notte On The Road??? il prossimo weekend vedr?? nuovamente all???opera durante le ore notturne i giovani stagisti.

Più informazioni su

Dopo la prima “Notte On The Road”, svoltasi sulle strade della Val Seriana tra sabato 25 e domenica 26 giugno, il prossimo weekend vedrà nuovamente all’opera durante le ore notturne i giovani stagisti e reporter coinvolti nel progetto “On the Road 2011”, iniziativa che mira a diffondere tra i giovani la cultura della sicurezza stradale e del rispetto della legalità.
Alla speciale serata di controlli, che si terrà a Seriate, interverranno i rappresentanti delle istituzioni che aderiscono all’iniziativa (tra cui il prefetto di Bergamo Camillo Andreana) che saranno “on the road” a fianco delle forze dell’ordine e dei giovani per osservare quanto accade sulle nostre strade durante le ore notturne e per far comprendere che l’abuso di alcool e droghe è nocivo e pericoloso, in particolar modo quando si è alla guida. È per questo motivo che gli organizzatori puntano ad instaurare un circolo virtuoso che coinvolga attivamente le forze di polizia, i giovani, i genitori e, appunto, le autorità.
Il compito dei rappresentanti delle istituzioni locali che parteciperanno al posto di controllo in programma sabato prossimo sarà quindi quello di far capire ai giovani, ma anche ai meno giovani, che il week-end in compagnia di amici e coetanei può essere trascorso in allegria e divertimento senza ricorrere sistematicamente allo “sballo”, che può comportare il rischio di incidenti letali per se stessi e per gli altri. Un modo per dimostrare in concreto, con lo scendere in strada accanto alla Polizia Locale e alle altre forze dell’ordine nelle attività di prevenzione, che le istituzioni non sono qualcosa di astratto e di lontano dalla gente e da chi quotidianamente è chiamato a operare per la prevenzione e la sicurezza di tutti.
Il ritrovo è fissato per le ore 22 presso il Comando di Polizia Locale della Città di Seriate sito in via Paderno 5. Da lì, dopo un momento di briefing con gli agenti e i rappresentanti delle istituzioni, si raggiungerà il luogo fissato per effettuare i controlli, ai quali parteciperà anche la Polizia Locale di Orio al Serio con il supporto di Carabinieri e Polizia Stradale.
Per quanto riguarda invece la terza notte, in programma sabato 16 luglio, è previsto l’affiancamento dei genitori alle forze di polizia coinvolte. Chi intendesse partecipare (è previsto anche, per chi lo desidera, la partecipazione attiva ad alcuni servizi mirati durante le ore diurne) può contattare telefonicamente il Consorzio di Polizia municipale Valseriana, ente capofila dell’iniziativa, al numero 035 4127162 o inviare una mail all’indirizzo info@ragazziontheroad.it, comunicando il proprio nominativo.
“On the Road”, nato da un’idea dell’agente Giuseppe Fuschino con un format di Alessandro Invernici, proseguirà fino al 24 luglio e le attività di ragazzi e reporter saranno visibili sul sito www.ragazziontheroad.it e su Bergamo Tv ogni venerdì alle 22.
Promosso e sostenuto direttamente dalla Prefettura di Bergamo coinvolge, oltre al Consorzio di Polizia Municipale Valseriana, ente capofila del progetto, il Consorzio di Polizia Locale “Terre del Serio”, l’Unione dei Comuni della Presolana e le Polizie Locali dei Comuni di Orio al Serio, Melzo, Seriate e Villongo, per un totale di oltre 20 comuni coinvolti tra le province di Bergamo e Milano.
“On the Road 2011” vede il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Bergamo, Comune di Bergamo, Comunità Montana Valle Seriana, PromoSerio, Ufficio Scolastico Provinciale, ASL Bergamo, Associazione Polizia Locale della Provincia di Bergamo, Automobile Club Bergamo e il supporto dell’Associazione di promozione sociale “ObiettivoScuola”.
Supporter dell’edizione 2011: Oriocenter, Atalanta B.C., Immobiliare Percassi, Radici Group, Iper Seriate, Bonaldi Motori, L’Azzurro, Hotel Milano, Essenza, Trattoria da Giuliana, b-free fitness club, VideoMakerBergamo, www.tuttoindiretta.it, Studio fotografico Da Re, Sab. Teb, Elio Orafo, Crispi Upstairs. Partner: Officina della Comunicazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da insegnante

    Certo, genitori-insegnanti sono il primo assoluto pilastro dell’educazione, ma quando qs giovani sono adolescenti , in ql fase molto critica di pensiero, di entusiasmo, di trasgressione, ritengo che progetti come qs possano fare e dare di più alla vita dei giovani.
    La Polizia fa comunque il proprio dovere in qs periodo (limitato a sole 5 settimane), ma lo fa insieme ai ragazzi.
    Se poi i problemi sono altri, non credo siano certo da imputare a qs progetto.

  2. Scritto da Tom

    Voi fate le “notti” ONTR ,ed intanto a Nembro rapinano le Banche in centro paese alle 9 di mattino.

  3. Scritto da .

    @3 Insegnante:l’Educazione ai Giovani dovete darla voi ed i Genitori;la Polizia deve fare altro e cercare di farlo bene. Di questi tempi,non possiamo permetterci di far fare il vostro lavoro ai Poliziotti etc… gia oberati ed insufficienti,per svolgere come si deve il loro dovere.

  4. Scritto da Papa

    “gran bella iniziativa” qualcuno sa cosa costera in totale,questa passerella per “vip”?

  5. Scritto da insegnante

    Sicuramente chi non reputa una gran bella iniziativa questo progetto educativo, è perchè non lo conosce da vicino.
    I ragazzi sono coinvolti in prima persona nel rispetto delle regole della strada e vivono queste esperienze maturando un senso di responsabilità maggiore.
    Come ogni altro ente pubblico o privato, anche la Polizia offre agli studenti la possibilità di fare lo stage previsto dalle scuole superiori.
    Non è certo una sfilata di vip l’obiettivo di chi ha creato tutto questo!

  6. Scritto da mamma

    Gran bella iniziativa. Visto anche il sito e certi video, ben vengano progetti di questo tipo.