BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scalata simultanea a 150 vette orobiche

L'iniziativa per l'anniversario dell'Unit?? ribattezzata "150 vette d'Italia", presentata in Regione con il Cai bergamasco. E il 17 luglio sar?? la volta dell'Orobie Skyraid.

Più informazioni su

Si salirà su vette di ogni livello, dal Monte Ubione (895 metri, sopra Clanezzo) e dal Canto Alto (appena fuori Bergamo, colle simbolo della Città dei Mille con i suoi 1.146 metri, sul quale saliranno i rappresentanti delle istituzioni regionali, provinciali e comunali), alle cime dei tre “giganti delle Orobie”: il Pizzo Coca (3.052 metri), il Pizzo Redorta (3.038 metri) e il Pizzo Scais (3.039 metri). In occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità nazionale, per domenica 10 luglio il Cai (Club Alpino Italiano) organizza la contemporanea ascesa a 150 vette orobiche lombarde. L’iniziativa, ribattezzata “150 Vette d’Italia” e presentata questa mattina in Consiglio regionale, vedrà il coinvolgimento di tutte le sezioni del Cai bergamasco e la partecipazione contemporanea di oltre un migliaio di soci e appassionati escursionisti; un gruppo di disabili salirà inoltre sulle cime che sovrastano il rifugio Tagliaferri oltre 2.400 metri di quota. Complessivamente saranno 176 le montagne da scalare, con l’obiettivo di raggiungere almeno 150 vette: tre le cime sopra i 3mila metri, 56 quelle comprese tra i 2500 e i 3mila metri, solo una inferiore ai mille metri e 13 inferiori ai 1500 metri.
“Una grande festa della montagna –l’ha definita il past-president del Cai di Bergamo Paolo Valoti- racchiusa, in questo caso più che mai, nel concetto “una montagna per tutti”. Ognuno di coloro che saliranno domenica verso una delle cime prescelte –ha aggiunto Valoti- sarà dotato di un gps analogico ed ecologico fatto di grinta, passione e solidarietà, che si nasconde in ciascuno di noi e che la montagna dà a tutti la possibilità di scoprire”.
Alla presentazione dell’iniziativa è intervenuto il Presidente del Comitato regionale per il 150° dell’Unità d’Italia Carlo Saffioti (PdL), che ha evidenziato come “questa iniziativa promuove il patrimonio storico dei 150 anni di storia della nostra nazione coniugandolo con i valori della montagna, dove sacrificio, passione e attaccamento alla propria terra sono i tratti distintivi”. Carlo Saffioti guiderà la rappresentanza regionale verso una delle cime prescelte, sulla base delle assegnazioni e delle indicazioni degli organizzatori.
“Una iniziativa straordinaria –ha aggiunto il Consigliere regionale Mario Barboni (PD)- che unisce il valore storico e culturale a quello più propriamente sportivo: l’ascesa verso una vetta è sinonimo di fatica, e la gioia di raggiungerla è probabilmente simile a quella che provarono gli italiani che lottarono e conquistarono l’indipendenza e l’unità nazionale”.
Ma le iniziative che in questo mese vedranno protagonista la montagna bergamasca non si esauriscono qui: la domenica successiva, 17 luglio, sarà di scena la quinta edizione della Orobie Skyraid, corsa d’alta quota resa celebre dalla straordinaria impresa compiuta da Mario Poletti nel 2007, capace di percorrere gli 84 chilometri del Sentiero delle Orobie in 8 ore e 52 minuti.
Quest’anno, come ha spiegato in conferenza stampa Mario Poletti, la Orobie Skyraid prevede novità assolute: niente più staffetta a tre sull’intero percorso, ma prova singola di 27 chilometri con partenza e arrivo al Passo delle Presolana, in località Donico. Il percorso toccherà Malga Cassinelli, Cappella Savina, il rifugio Rino Olmo, il Passo Scagnello, il rifugio Albani, il Passo della Porta e Cima Visolo, per quella che si preannuncia già come un’altra grande giornata di festa per amanti e appassionati della montagna. Tra gli eventi collaterali resta confermata la Family Run di 6 chilometri per grandi e piccoli, che vedrà la partecipazione di testimonial d’eccezione, e che prenderà il via alle 9.40, dieci minuti dopo la partenza della gara agonistica che sarà riservata a un numero massimo di 250 atleti.
“Anche questa manifestazione –hanno evidenziato Carlo Saffioti e Mario Barboni- costituisce un ulteriore, importante biglietto da visita per promuovere e valorizzare le bellezze delle montagne lombarde. Dopo aver scalato la settimana prima 150 cime, questa volta si renderà invece omaggio esclusivo alla Presolana, non a caso ribattezzata la regina delle Orobie”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mauro

    Buone iniziative, dovrebbero però esser attuate anche fuori dall’anno del 150esimo.

  2. Scritto da roberto di bg

    complimenti!! una iniztiativa bellissima|

  3. Scritto da un bergamasco

    che bella iniziativa!!! mi ha commosso. complimenti al cai e a chi partecipera’!